Finanziamento BancoPosta ristrutturazione casa 2018 conviene?

Come avere un prestito con Bancoposta per sistemare una casa?
Conviene fare una ristrutturazione di casa con un finanziamento BancoPosta?
Periodicamente nella nostra abitazione si rende necessario effettuare dei lavori di ammodernamento e ristrutturazione. Quando si decide di ristrutturare, fosse anche una seconda abitazione o un immobile ereditato, l’esborso economico è consistente. Si va quindi alla ricerca di un prestito.

Come avere un finanziamento Bancoposta per la ristrutturazione di casa

Tra le possibili soluzioni si può valutare il Prestito BancoPosta Ristrutturazione Casa, che può essere sottoscritto con un piano di ammortamento con una durata che va da 1 a 7 anni ovvero minimo di 12 rate mensili ad un massimo di 84 rate con erogazione della somma sul conto BancoPosta di Poste Italiane.

Le offerte prestiti di Bancoposta

Per accedere al prestito per la ristrutturazione della casa è necessaria l’istruttoria. Per la gestione della pratica non ci sono costi così come per l’incasso della rata e per l’invio delle comunicazioni periodiche ai fini della trasparenza. Con il Prestito BancoPosta Ristrutturazione Casa si può ottenere una somma che va da un minimo di 1.500 euro ad un massimo di 20 mila euro.
Altro su finanziamenti di Poste italiane Come avere un prestito con Postepay –  Scegli il Prestito BancoPosta – Prestito Quinto BancoPosta per dipendenti pubblici

Prestito BancoPosta ristrutturazione casa, conviene prenderlo?

Oggi come oggi ancora ci sono dei vantaggi nel ristrutturare casa, sia per renderla antisismica che per rinnovarla perchè vecchia o per sopraggiunte nuove esigenze della famiglia.

Finanziamento BancoPosta ristrutturazione casa 2018 conviene?
Prestito Quinto Bancoposta Prestiti senza Busta paga Prestiti senza cessione del Quinto per protestati
Prestiti per auto Prestito BancoPosta Per Auto Prestiti per vacanze
Mutuo BancoPosta  TAEG TAN cosa sono Prestiti Online Unicredit

Documentazione da presentare presso gli Uffici postali

Per richiedere il Prestito BancoPosta Ristrutturazione Casa di Poste Italiane sono necessari: un documento di identità in corso di validità; la tessera sanitaria; un documento attestante il reddito da lavoro oppure da pensione. Il preventivo dei lavori di ristrutturazione regolarmente sottoscritto dalla ditta.

Prestiti per stranieri in Italia

Gli stranieri, residenti in Italia, possono richiedere il Prestito BancoPosta Ristrutturazione Casa di Poste Italiane presentando una documentazione aggiuntiva: il passaporto in aggiunta al documento di identità. Il permesso di soggiorno o la carta di soggiorno. E’ possibile chiedere il prestito anche nel caso in cui il permesso di soggiorno è scaduto se si esibisce la copia relativa alla richiesta di rinnovo dello stesso.
Il Prestito BancoPosta Ristrutturazione Casa di Poste Italiane viene sottoscritto con un piano di ammortamento con una durata da 1 a 7 anni, un minimo di 12 rate mensili ad un massimo di 84 rate con l’erogazione della somma richiesta che avviene sul conto corrente BancoPosta.
Nella fase di istruttoria, la concessione del Prestito BancoPosta Ristrutturazione Casa di Poste Italiane, è subordinata all’approvazione da parte di Deutsche Bank S.p.A. E previa presa visione da parte del richiedente delle condizioni economiche e contrattuali associate al prodotto. Si può richiedere il Prestito BancoPosta Ristrutturazione Casa di Poste Italiane per un importo di 10 mila euro con un Tasso Annuo Effettivo Globale (Taeg) all’8,29% e con il piano di ammortamento in 5 anni in 60 rate mensili.
prestito bancoposta

Copertura assicurativa, interessi e caratteristiche

Facoltativamente al Prestito BancoPosta Ristrutturazione Casa di Poste Italiane si può associare la stipula di una copertura assicurativa, a protezione del credito erogato, i cui costi sono noti in sede di sottoscrizione. Un premio pari al 3,25% del prestito ristrutturazione erogato con durata fino a 5 anni. Un premio pari al 4,80% del prestito ristrutturazione erogato con durata superiore ai 5 anni. Il pacchetto assicurativo copre il rimborso del capitale residuo in caso di decesso del richiedente; invalidità totale permanente del richiedente superiore al 59%. E’ contemplata, in relazione dell’attività lavorativa svolta dal richiedente, il pagamento delle rate mensili in caso di: inabilità temporanea totale; perdita di impiego; malattia grave.

Rimborso anticipato del Prestito

Il rimborso totale o parziale del prestito in anticipo può avvenire a fronte di un indennizzo dell’1% se la durata residua è superiore ai 12 mesi, e dello 0,5% se inferiore ai 12 mesi. In 3 casistiche la penalenon è dovuta: per richiesta di un nuovo Prestito BancoPosta;se la penale da pagare è di importo superiore agli interessi dovuti per la durata residua; se l’estinzione avviene sull’intero debito residuo e questo ha un controvalore non superiore ai 10 mila euro.

Come ottenere il finanziamento se non si ha il conto corrente

Per chi non è titolare di un Conto corrente Bancoposta, per ottenere l’erogazione del prestito ristrutturazione, sono due i prodotti sottoscrivibili: Conto BancoPosta Più eConto BancoPosta Click.
Il Conto BancoPosta Più è il conto corrente di Poste Italiane a canone azzerabile mentre il Conto BancoPosta Click è ottimale per chi è alla ricerca di un conto corrente con operatività online e senza canoni, senza l’applicazione di spese fisse. Con Conto BancoPosta Più e con Conto BancoPosta Click i clienti possono operare negli oltre 13 mila uffici postali dislocati su tutto il territorio nazionale. Accedere online al conto corrente utilizzando lo smartphone o il pc. Prelevare denaro senza costi su all’incirca 7.700 sportelli Postamat che sono presenti in Italia.

Conto BancoPosta Più

Sono gratuiti l’aperturae la chiusura, i versamenti ed i prelievi presso gli uffici postali, la prima carta Postamat emessa, l’Interneted il Phone Banking attivabile su richiesta. E’ gratis la carta di credito per il primo anno, l’addebito delle utenzee l’accredito dello stipendio.

Conto BancoPosta Click

Sono gratuiti, tra l’altro, il canone, l’Internet ed il Phone Banking, i bonifici Sepa online, l’estratto conto online mensile, i postagiro online, la Carta Postamat e la Carta di credito Classica sempre per il primo anno.

Confronta questo prestito con altri tipi di finanziamento:

Collaboratore di Economia Italia dal 2012, scrive di economia, finanza e politica dal 2007. Diplomato in ragioneria, è pubblicista e operatore turistico, ha frequentato la Facoltà di Economia e Commercio e il Dipartimento di Lettere, lingue, letterature , civiltà antiche e moderne, presso l'Università degli Studi di Perugia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *