NEM una criptovaluta minore è stata ackerata

NEM è stata ackerata: 430 milioni d euro sono scomparsi, lo ha detto oggi, 20 Gennaio il suo CEO. Come dicevamo su questo articolo, NEM nonè come i bitcoin o altre valute virtuali che si possono stoccare anche offline, erano sempre online, per questo meno sicure.
Di seguito, l’articolo scritto prima dell’ackeraggio del 28 Gennaio 2017: cerchiamo di capire se conviene investire in NEM, che è una delle “giovani” cripto valute che si aggiunge alla lista delle più consolidate, tra cui il ben noto Bitcoin. Le criptovalute minori sono molto interessanti, in quanto hanno ancora ampi margini di crescita alcune sono assolutamente da conoscere, se si vuole fare un tipo di investimento che rimane sì ad alto rischio, ma che può regalare grandi soddisfazioni come le crypto.
La “nascita” di NEM risale a fine Marzo del 2015 (per cui sono già decorsi due anni abbondanti) e non è noto il nominativo del creatore:  si suppone, con quasi certezza, si sia preferito l’anonimato.

Cos’è la criptovaluta NEM?

La sigla NEM è decodificabile in New Economy Movement: chi ha creato questa cripto valuta ha voluto considerare una struttura economica basata sulla libertà finanziaria, decentramento e pari opportunità tra gli individui. Un sistema parallelo e alternativo alle classiche valute, proprio di tutte le cripto valute.

NEM è molto apprezzata da molti traders specializzati in attività di trading, pro e contro di ogni cripto valuta ben noti. XEM (sigla ufficiale per il trading di NEM) ha raggiunto una capitalizzazione di mercato di quasi 2,5 milardi di Usd. Non siamo di fronte ad una cripto valuta “matricola” ma ad una “giovane” cripto valuta ben considerata, e in gergo tecnico molto “tradata” ossia oggetto di trading.

NEM una criptovaluta minore è stata ackerata

Comprendere il meccanismo di NEM

 

Oltre ad essere una cripto valuta, NEM è in sé stessa una piattaforma P2P (peer to peer) in grado di offrire servizi differenziati, tra cui la gestione di domini, servizi di natura diversa a pagamento e gestione di messaggi (messaging).

Come ogni cripto valuta anche NEM dispone di una blockchain di tecnologia avanzata: l’algoritmo di riferimento è POI (proof of importance). A disposizione dalla blockchain vi sono indirizzi a firma multipla e cripting di messaggi.

Senz’altro NEM offre quel qualcosa di più rispetto ad altre cripto valute: un’ alta tecnologia tale da essere divenuta molto conosciuta nel mercato finanziario nel comparto delle cripto valute.

Uno dei motivi specifici, di tale notorietà nel mondo del trading, è la forte volatilità delle quotazioni di NEM, fattore che spinge molti operatori a lucrare differenze al rialzo o al ribasso, privilegiando strumenti derivati come i CFD.

Esiste una correlazione tra Bitcoin e Nem?

 

Come sopra detto, NEM è una cripto valuta che si presta molto bene ad attività di trading, e quindi apprezzata dagli operatori.

Esiste un altro motivo che rende NEM appetibile sul mercato finanziario: la correlazione con il Bitcoin. Gli analisti hanno rilevato che è sufficiente studiare l’andamento del Bitcoin per comprendere come si muoverà NEM: anche se con un distacco temporale, se le quotazioni del Bitcoin salgono, anche quelle di NEM si adeguano, e viceversa. Ottimo strumento speculativo.

Tornando a temi classici per le cripto valute, vediamo se possibile una attività di mining anche per i NEM.

Anche per NEM, è possibile minare, i meglio raccogliere, ed in termine tecnico “harvest” (con tale termine si indica la possibilità di aggiungere blocchi nuovi alla blockchain).

 Prima di poter dire se conviene investire in NEM, è utile porsi il problema di come possa evolvere la situazione nel breve/medio periodo. Molti analisti consigliano, per tutte le cripto valute, di non operare direttamente con tali strumenti, ma concentrarsi sul contratti derivati come i CFD, vista la “pericolosità” intrinseca delle cripto valute.

Come comprare NEM?

L’attività di acquisto di NEM è abbastanza semplice.

Il percorso più consolidato prevede l’acquisto di Bitcoin (sulle diverse piattaforme specializzate esistenti), e successivamente procedere allo scambio contro NEM (anche in tal caso, vi sono molte piattaforme di scambio specializzate – Exchange).

Anche i NEM acquisiti vanno conservati presso un wallet elettronico (light wallet).

 

Nonostante il forte interesse per l’attività di trading, o meglio per un’attività di speculazione, ed il legame con il Bitcoin, NEM a differenza di molte altre cripto valute non presenta, escluse le situazioni di turbolenza dei mercati legati alle cripto valute, oscillazioni molto forti.

A supporto della fiducia riposta in tale cripto valuta, basta considerare come presso il Paese del Sol Levante diversi istituti finanziari abbiano già testato la relativa blockchain.

 

Perché investire in NEM, e relativa convenienza

 La prudenza è d’obbligo per ogni cripto valuta, e nonostante si tenda a ripetersi, è bene considerare come il mondo delle cripto valute è un mondo virtuale, instabile, ed oggetto di facili speculazioni.

Un’altra ragione che richiama alla prudenza risiede nell’attività degli Exchange di cripto valute. Si sono già verificati casi di “società” Exchange che hanno truffato, o derubato denaro e/o cripto valute delle persone che si sono loro rivolte. Ecco perché forse per molti è utile utilizzare contratti derivati quale mezzo per investire in cripto valute (CFD), ossia investire in maniera indiretta.

Consideriamo alcuni dati tecnici relativi alle quotazioni di NEM.

Sul mercato finanziario NEM è rintracciabile con la sigla XEM, e le relative quotazioni sono espresse contro Usd, quindi XEM/USD.

Il 29 Dicembre 2017 la quotazione di un NEM si aggirava attorno ad 1,02 Usd, con punte di minimo pari a 0,85 Usd. Se consideriamo le performance a livello mensile, si riscontra un dato positivo per il 314%. A tre mesi vi è sempre un dato positivo pari al 275%.

Che fare di fronte a tali incrementi?

Come qualsiasi investitore, anche chi decide di investire in NEM lo fa sulla base di previsioni, analisi, supporti tecnici.Anche di fronte ai dati molto positivi sopra citati, non è possibile un giudizio certo sul se conviene oggi investire in NEM.

Senz’altro le cifre, relative alle quotazioni, scontano un forte apprezzamento dei mercati per le caratteristiche intrinseche di NEM. Tali dati si riferiscono all’oggi: garanzia di tenuta per il futuro non ce n’è.

Ecco perché, anche a costo di ripetersi ulteriormente, molti analisti valutano positivamente NEM se abbinato ad un investimento indiretto con contratti derivati, per limare il rischio di forti perdite.

Valutazione del NEM aggiornata

 

Tornando a parlare dello stretto legame tra Bitcoin e questa cryptocurrency minore, e le previsioni positive di molti analisti per il 2018 in ambito di Bitcoin (a dispetto del recente crash sui mercati), vi è una visione positiva per un investimento in NEM stimando rialzi sostenuti parimenti al Bitcoin.

Conclusioni

Arrivando ad esprimere un giudizio complessivo sul se conviene investire in NEM, possiamo dire che tendenzialmente convenga, premesso che vengano presi in considerazioni i prossimi movimenti di mercato del Bitcoin, privilegiando importi che non impegnino la maggior parte del proprio capitale a disposizione, e preferendo contratti derivati per una maggiore sicurezza, tipo i contratti su differenza (CFD).

Approfondimenti su altre criptovalute come investimento:

Investire in Bitcoin

Investire in Ethereum

Investire in Ripple

Investire in Litecoin

Investire in Peercoin

Investire in IOTA

Investire in Dash

Comprare BTC Cash

Comprare BTC Gold

Comprare CARDANO – ADA

Sito ufficiale

Collaboratore di Economia Italia dal 2012, scrive di economia, finanza e politica dal 2007. Diplomato in ragioneria, è pubblicista e operatore turistico, ha frequentato la Facoltà di Economia e Commercio e il Dipartimento di Lettere, lingue, letterature , civiltà antiche e moderne, presso l'Università degli Studi di Perugia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *