Migliori Azioni e Titoli da Comprare Oggi 1 Luglio 2023

Oggi inizia il 3° trimestre del 2023 in cui l’inflazione dovrebbe arrivare sotto al 5% sia in Europa che negli Stati Uniti, questo ( almeno dalle previsioni ) dovrebbe essere il trimestre in cui gli operatori finanziari inizieranno a spostare gradualmente i loro asset dalle obbligazioni alle azioni, cerchiamo di capire se queste previsioni che hanno fatto tutti si renderanno veritiere a partire da questo mese.

Migliori Azioni Italiane da Comprare Oggi 1 luglio

Migliori azioni Italiane Oggi

– I mercati azionari europei dovrebbero aprire in rialzo, con i futures EuroStoxx 50 in rialzo dello 0,2%.

– I mercati dell’area Asia-Pacifico iniziano la seconda metà dell’anno in rialzo.

– S&P500 ha chiuso in rialzo dell’1,2% a 4.450 punti, raggiungendo il massimo di 52 settimane.

– Nikkei a Tokyo in rialzo dell’1,6% dopo che l’indice Tankan ha segnalato un’accelerazione della crescita economica nel secondo trimestre.

– Hang Seng a Hong Kong +1,7%, CSI 300 a Shanghai e Shenzhen +1,4%, Taiex a Taiwan +1%.

– Indice Caixin PMI inferiore alle attese, che indica un leggero calo dell’espansione manifatturiera a giugno.

Buono del Tesoro USA a 10 anni al 3,83%, Bund al 2,39%.

EURUSD stabile a 1,091, oro invariato a $1.920.

Petrolio vicino alla parità dopo tre sessioni consecutive di guadagni, WTI a 70,7 dollari, Brent a 75,4 dollari.

– Delfin, holding finanziaria della famiglia Del Vecchio, autorizzata ad aumentare al 20% la propria partecipazione in Generali.
– Accordo raggiunto tra Generali, UnipolSai, Intesa Sanpaolo Vita, Poste Vita e Allianz per il salvataggio di Eurovita.

Bankitalia monitora i rischi per la stabilità finanziaria legati all’esposizione delle banche italiane al conflitto russo-ucraino.

Gas Naturale

– L’Amministratore Delegato di Italgas ritiene che il gas naturale giocherà un ruolo cruciale nella transizione verso le energie rinnovabili.

– Salvatore Ferragamo CFO si dimette, con decorrenza 30 settembre.

– Risanamento perfeziona la cessione dell’area Santa Giulia a Milano per 648 milioni di euro.

Iveco 

– Iveco acquisisce la piena proprietà dell’ex joint venture Nikola Iveco Europe, ora rinominata EVCO.

 

I mercati azionari europei hanno chiuso in rialzo seguendo l’andamento di Wall Street venerdì scorso.
– L’inflazione di giugno nell’Eurozona è scesa al 5,5%.
– La disoccupazione è rimasta stabile al 6,5%.
– Gli investitori si stanno concentrando sulle prossime mosse delle banche centrali per quanto riguarda gli aumenti dei tassi di interesse.
– Nell’ultima seduta di venerdì, Parigi, Francoforte, Londra e Milano hanno chiuso la seduta in positivo: Parigi (+1,19%), Francoforte (+1,26%), Londra (+0,8%) e Milano (+1,2%).

– I mercati azionari europei e Piazza Affari (Borsa italiana) hanno chiuso il semestre con una seduta positiva.

FTSE MIB 

– L’FTSEMib (indice della borsa italiana) è cresciuto dell’1,08% a 28.231 punti, chiudendo il primo semestre dell’anno con un guadagno di circa il 17,5%.

– Il FTSE Italia All Share è salito dell’1,06%, mentre anche il FTSE Italia Mid Cap e il FTSE Italia Star hanno registrato guadagni.

– Il valore di scambio al 30 giugno 2023 ha raggiunto i 2,58 miliardi di euro rispetto ai 2,17 miliardi di euro di giovedì 29 giugno.

Bitcoin

– Bitcoin è rimasto sopra i 30.000 dollari (circa 27.500 euro), e lo spread BTP-Bund è rimasto a 165 punti base.

Azioni bancarie italiane

– UniCredit e IntesaSanpaolo, oltre a BPER Banca e BancoBPM, hanno visto salire le proprie azioni.

ERG

– ERG guadagna il 3,69% dopo la cessione di ERG Power ad Achernar Assets AG per 191,5 milioni di euro.

Azioni Tenaris e Saipem

– Anche Saipem e Tenaris hanno registrato aumenti delle quotazioni azionarie.

– GPI ha accettato l’accordo di put option per l’acquisizione del 96,58% del capitale di un gruppo francese per circa 108,8 milioni di euro.

 

 

Sicurezza informatica 

Degli hacker hanno sottratto dati riservati al Servizio federale di sicurezza (SFS) durante un attacco al fornitore di servizi informatici della Confederazione, Xplain.
– Alcuni documenti pubblicati sulla darknet sono ora scomparsi, secondo il National Cybersecurity Center (NCSC).
– I dati sensibili sono stati messi online sulla darknet il 13 e 14 giugno da un gruppo chiamato “Play”, ma da allora sono stati ritirati per motivi sconosciuti.
– Tra i dati rubati ci sono misure di sicurezza per diplomatici, ambasciate estere e persone protette dalla Confederazione, compresi gli indirizzi dei consiglieri federali e le residenze di alti funzionari sotto protezione.
– Gli hacker hanno anche ottenuto mandati di arresto dell’Interpol, mandati di estradizione e avvisi di ricerca per presunti criminali.
– Potrebbe esserci stata una pubblicazione dei dati di accesso per gli uffici federali.
– Le misure di sicurezza, compresa la modifica di tutti i dati di accesso e login, sono state implementate all’interno dell’amministrazione federale subito dopo l’attacco ransomware.
– L’Ufficio federale di polizia (Fedpol) ha rifiutato di confermare la pubblicazione di documenti specifici o la loro rilevanza per le indagini in corso.
– Il governo svizzero ha istituito un team di gestione delle crisi per affrontare l’attacco ransomware a Xplain e prevenire future violazioni dei dati.
– Le autorità svizzere stanno indagando sul furto di dati di Fedpol, dell’Ufficio delle dogane e dell’Ufficio per la sicurezza delle frontiere conservati da Xplain.
– Il Consiglio federale svizzero sta prendendo in considerazione un’indagine amministrativa e la revisione dei contratti con i fornitori di servizi IT per migliorare la sicurezza.
– La valutazione e l’analisi dell’incidente e dei dati rubati possono richiedere diverse settimane o addirittura mesi a causa dell’elevato numero di documenti rubati.

 

ARTICOLI CORRELATI

 

Dal 2014 scriviamo di finanza, economia, investimenti, prestiti, banche. Scriviamo recensioni e guide su: investimenti , trading online, operazioni di borsa, prestiti, facciamo recensioni di prodotti finanziari cercando di spiegare al lettore in modo semplice ed intuitivo il mondo e le notizie della finanza italiana ed internazionale. "La finanza al servizio del consumatore" è il Nostro motto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.