Come Investire in Azioni di Miniere d’Oro

Dalle singole società ai fondi negoziati in borsa, si può avere una parte del proprio portafoglio titoli investito in oro, in modo da diversificare e proteggere il Nostro capitale dalla volatilità del mercato, ultimamente innescata dalla guerra commerciale Cina – Stati Uniti.

Fin dalla fine dell’età della pietra, la ricerca di metalli ha spinto le persone a cercare risorse naturali. Non appena le fonti più ovvie di metalli si esaurirono, la gente dovette dedicarsi all’estrazione. In particolare, l’oro era un favorito tra i cercatori di metalli, trovando una varietà di usi che vanno dai gioielli a una semplice base per la valuta. Con il passare del tempo e l’oro è diventato più difficile da trovare, le grandi compagnie di estrazione dell’oro hanno raccolto abbastanza capitale da portare attrezzature pesanti per affrontare il problema di scoprire depositi d’oro difficili da raggiungere.

Se stai cercando di trarre profitto dall’estrazione dell’oro, ci sono diversi modi in cui puoi ottenere un’esposizione al settore nel tuo portafoglio di investimenti . L’acquisto di singoli titoli è sempre un’opzione, ma ce ne sono abbastanza che può essere difficile cercare di capire quali sono i più adatti alle tue esigenze particolari. Nel frattempo, i fornitori di fondi negoziati in borsa hanno escogitato diverse scelte su misura per aspiranti investitori nell’estrazione dell’oro. Di seguito, daremo uno sguardo più da vicino a questi due modi principali di investire nel settore, quindi offriremo alcuni pensieri su come mettere insieme il portafoglio di miniere d’oro che è meglio per te.

 

Perché investire in titoli di miniera d’oro può essere così redditizio

Molti investitori che seguono il mercato dell’oro focalizzano la maggior parte della loro attenzione sul prezzo dei lingotti d’oro ( o monete) . Come merce, i prezzi dell’oro si muovono su e giù ogni giorno in base alla domanda e all’offerta. In particolare, sono le principali società minerarie che determinano l’offerta di oro disponibile e i loro livelli di produzione svolgono un ruolo chiave nello stabilire le tendenze dei prezzi nel mercato dell’oro.

Poiché il mercato dell’oro è globale, il prezzo che i minatori di oro ricevono per l’oro che producono è in gran parte determinato da fattori al di fuori del loro controllo individuale. Ciò su cui un minatore può lavorare, tuttavia, sta riducendo il più possibile i costi di produzione. Se i prezzi dell’oro sono di $ 1.500 l’oncia ( ma potrebbe arrivare a 1.700 $ ) , una azienda mineraria che può produrre oro al costo di $ 800 l’oncia ha un enorme vantaggio rispetto a uno che deve pagare $ 1.200 l’oncia nei costi di produzione. In effetti, durante i periodi di calo dei prezzi dell’oro, i minatori con elevati costi di produzione spesso devono affrontare lunghi periodi di perdite. Ciò può eventualmente far cessare l’attività di quei minatori d’oro più marginali, lasciando in attività solo le società con operazioni più efficienti.

Una cosa che piace a molti investitori d’oro sulle società minerarie è che le loro prestazioni aziendali fondamentali non sono sempre correlate agli alti e bassi dell’economia più ampia. I prezzi dell’oro a volte aumentano durante i periodi di tensione economica, soprattutto quando i prezzi delle attività finanziarie iniziano a scendere e fanno innervosire gli investitori in tali attività per preservare il valore del loro portafoglio. Tuttavia, ciò può tagliare in entrambi i modi e i minatori d’oro non sempre salgono tanto quanto il resto del mercato azionario durante i periodi di prosperità economica. L’idea, tuttavia, è che fornendo una certa diversificazione , le azioni di estrazione dell’oro a volte possono aiutare a mitigare il colpo derivante dalle perdite in altre partecipazioni durante i periodi difficili per il mercato globale.

ETF sull’estrazione dell’oro

Se non vuoi preoccuparti di scegliere i singoli titoli, allora gli ETF sull’estrazione dell’oro potrebbero essere la risposta migliore per te. Questi fondi in genere possiedono molti diversi titoli di miniere d’oro individuali, combinandoli in modi che offrono ai loro investitori una maggiore diversificazione di quella che otterrebbero dal semplice acquisto di una manciata di tali titoli da soli.

Esistono due principali ETF sull’estrazione dell’oro tra cui gli investitori possono scegliere. Il più grande è VanEck Vectors Gold Miners ( NYSEMKT: GDX ) , che ha oltre 11 miliardi di dollari in attività gestite. Questo ETF detiene quasi quattro dozzine di titoli minerari d’oro diversi, di dimensioni variabili da giganti del settore come Newmont Goldcorp ( NYSE: NEM ) e Barrick Gold ( NYSE: GOLD ) a giocatori più piccoli nel settore dell’estrazione dell’oro. Per essere presa in considerazione per l’ETF, un’azienda deve ottenere almeno il 50% delle sue entrate totali dalle miniere d’oro e dalle attività connesse.

Poiché l’ETF è ponderato dalle capitalizzazioni di mercato delle azioni detenute, le società più importanti nel settore dell’estrazione dell’oro hanno la più grande parte del patrimonio del fondo investito in esse. Ad esempio, solo Newmont e Barrick rappresentano insieme oltre il 20% delle attività gestite del fondo e, quando si considerano i primi 10 titoli detenuti dall’ETF, rappresentano oltre il 60% delle attività dell’ETF. I titoli minerari canadesi costituiscono quasi la metà del portafoglio dell’ETF, mentre la maggior parte del resto dei titoli è suddivisa tra società minerarie statunitensi, australiane e sudafricane.

Una cosa da tenere a mente con VanEck Vectors Gold Miners è che non richiede all’ETF di detenere azioni solo in società che estraggono oro. Ad esempio, troverai anche alcune delle principali partecipazioni delle società di fondi specializzate nella stipula di accordi di streaming dell’oro con società di estrazione dell’oro. Le società di streaming dell’oro forniscono finanziamenti per le operazioni di estrazione in cambio del diritto di acquistare una parte della produzione mineraria a un prezzo scontato sul valore di mercato dell’oro e degli altri metalli prodotti. A rigor di termini, queste società di streaming dell’oro non sono in realtà minatori, ma fanno affidamento sui minatori di oro in misura sufficiente che l’obiettivo di investimento dell’ETF consente al fondo di investire in titoli di streaming di oro.

Se vuoi i giganti dell’industria mineraria dell’oro, allora l’ETF VanEck Vectors Gold Miners si abbina bene ai tuoi obiettivi di investimento. Tuttavia, se preferisci i giocatori emergenti più piccoli nel settore minerario, i Van Gold Miner Junior Golders ( NYSEMKT: GDXJ ) potrebbero darti di più di quello che stai cercando. Questo ETF, che ha circa 4,5 miliardi di dollari in attività gestite, si concentra su società di estrazione dell’oro più piccole con operazioni di dimensioni più modeste. Queste società possono essere più rischiose rispetto ai nomi affermati nel settore dell’estrazione dell’oro che troverai nell’altro ETF sul minatore d’oro, ma le azioni detenute dall’ETF Junior Gold Miners hanno anche un maggiore potenziale di crescita nel caso in cui le proprietà che possiedono ripagare con scoperte sorprendenti.

L’ETF Junior Gold Miners ha in portafoglio 70 titoli. Sebbene anch’esso sia ponderato per la capitalizzazione di mercato, non ha una concentrazione abbastanza elevata tra i titoli più importanti che troverete nella più grande controparte della società di estrazione dell’oro dell’ETF. Circa il 45% delle attività dell’ETF è assegnato a società canadesi di estrazione dell’oro, mentre l’Australia riceve un’allocazione del 25% e il 10% ai minatori sudafricani. Le società con miniere negli Stati Uniti e in America Latina costituiscono la maggior parte del resto del fondo. Per essere incluso nel portafoglio di Junior Gold Miners, uno stock deve ottenere il 50% delle sue entrate totali dall’estrazione di oro o argento.

Il vantaggio di andare con un ETF sull’estrazione dell’oro è che non devi preoccuparti di scegliere singoli titoli. Tuttavia, tale praticità ha un costo. Entrambi gli ETF addebitano un po ‘più dello 0,5% delle spese annuali, con quei costi che escono dai vertici da qualsiasi rendimento generato dalle attività del fondo. Inoltre, il lato negativo dell’utilizzo degli ETF per investire in minatori d’oro è che le società minerarie con scarse prestazioni possono compensare i guadagni ottenuti dai migliori performer nel portafoglio, lasciandovi risultati complessivamente poco brillanti. Ciò è stato evidente nei track record a lungo termine di entrambi questi ETF sull’estrazione dell’oro, in quanto un ambiente sfavorevole per il settore ha portato a una totale riduzione del valore dei fondi per un periodo da 5 a 10 anni. Tuttavia, se ritieni che il mercato dell’oro sia dovuto a un rimbalzo, la performance passata non rifletterà necessariamentecosa possono generare gli ETF al rialzo se le compagnie minerarie dell’oro possono trarre vantaggio da condizioni migliori quando arrivano.

Investire in singoli titoli di miniere d’oro

Gli ETF sull’estrazione dell’oro possono essere buoni sportelli unici per gli investitori che non vogliono dedicare molto tempo e sforzi alla scelta tra le centinaia di titoli minerari disponibili sui principali mercati statunitensi. Tuttavia, se vuoi davvero concentrarti sulle migliori prospettive nel mondo dell’estrazione dell’oro, eseguire il drill down su singole società è il modo migliore per trovare le operazioni di estrazione dell’oro che hanno la migliore capacità di trarre profitto dalla loro ricerca del metallo giallo. Inoltre, poiché ogni investitore ha una tolleranza diversa nei confronti del rischio e diversi obiettivi per il proprio portafoglio di investimenti complessivo, ciò che rende lo stock di miniere d’oro ideale per una persona potrebbe essere completamente sbagliato per un’altra.

Per quanto sia difficile trarre generalizzazioni che si applicheranno a ogni singolo investitore interessato alle azioni di estrazione dell’oro, ci sono alcune domande che qualsiasi investitore in oro dovrebbe porre prima di impegnare il proprio capitale guadagnato nel settore. Le seguenti cinque domande dovrebbero aiutarti a restringere l’universo delle azioni nel settore delle miniere d’oro, lasciandoti con il portafoglio che desideri davvero.

Come Investire in Azioni di Miniere d'Oro
Miniera d’oro in Burkina Faso

1. Desideri una portata globale delle tue azioni di miniere d’oro?

La natura dell’estrazione dell’oro è tale che puoi trovare aziende di tutte le forme e dimensioni da considerare per il tuo portafoglio. Ci sono alcune aziende del settore minerario che hanno un’unica miniera come fonte primaria di entrate e profitti. Ciò può essere redditizio se quella determinata miniera risulta avere prestazioni molto migliori di quanto previsto dagli investitori, ma lascia anche l’azienda esposta a un rischio enorme se qualcosa accada in quella miniera per ridurre o arrestare la produzione, come uno sciopero del lavoro o un incidente.

All’altra estremità dello spettro ci sono aziende che hanno operazioni enormi che abbracciano il mondo. Se vuoi i giganti del settore minerario dell’oro, allora due delle più grandi aziende che troverai sono Newmont Goldcorp e Barrick Gold.

Newmont Goldcorp riunisce attività di estrazione dell’oro situate in nove paesi diversi e la sua produzione annuale di circa 7,4 milioni di once lo colloca tra i leader del settore. All’inizio del 2019, Newmont Mining si è fusa con Goldcorp per creare questo colosso nell’estrazione dell’oro, e con attività in tutte le Americhe e in aree chiave dell’Africa e dell’Australia, Newmont Goldcorp ha economie di scala che la maggior parte dei minatori può solo desiderare di avere.

Le operazioni minerarie di Newmont Goldcorp non si limitano a estrarre l’oro dal terreno. Gli investitori vedranno anche la società sviluppare risorse d’argento oltre a rame, piombo, zinco, nichel e altri metalli industriali . Tuttavia, la recente fusione ha identificato l’oro come una priorità per il business combinato e, sfruttando il suo ruolo di leader nel settore dell’estrazione dell’oro, Newmont Goldcorp spera di scoprire nuove prospettive che potrebbero intimidire le aziende più piccole.

Allo stesso modo, Barrick Gold è cresciuto attraverso l’espansione organica e le acquisizioni, con il suo acquisto di Randgold all’inizio del 2019 che ha contribuito ad espandere la sua impronta globale. Barrick ha enormi risorse in Nevada, con bassi costi che aiutano il minatore a massimizzare il suo profitto complessivo. Tuttavia, troverai anche interessi di Barrick nei Caraibi, in Australia e altrove nelle Americhe. Anche se di tanto in tanto ha subito battute d’arresto – in particolare, l’esperienza frustrante che Barrick ha avuto con la sua miniera di Pascua-Lama al confine tra Cile e Argentina – la società di estrazione dell’oro sa dove può estrarre l’oro in modo più efficiente e ha cercato sfruttare queste opportunità quando si presentano.

Ci vuole più crescita per spostare i corsi azionari di grandi società come Newmont Goldcorp e Barrick, ma ci vogliono anche condizioni più difficili per farle del male. Gli investitori conservatori che desiderano aggiungere titoli di miniera d’oro ai loro portafogli dovrebbero dare un’occhiata da vicino a Barrick Gold e Newmont Goldcorp.

come investire in oro
Oro grezzo trovato in miniera

2. Desideri un’esposizione significativa a metalli diversi dall’oro?

E ‘raro che una compagnia mineraria abbia solo delle miniere d’oro. Come parte naturale del processo di estrazione dell’oro, le aziende trovano quasi sempre altri materiali preziosi nel minerale che estraggono. In particolare, non è insolito vedere argento, rame e vari metalli di base prodotti insieme all’oro da minerali contenenti oro.

Tuttavia, ci sono alcune compagnie minerarie che ottengono gran parte delle loro entrate da metalli diversi dall’oro. Non c’è nulla di intrinsecamente sbagliato in questo, ma se il tuo obiettivo principale è quello di beneficiare di condizioni favorevoli nel mercato dell’oro, allora potresti non voler l’esposizione accessoria a metalli diversi dall’oro. D’altra parte, se ti piace l’idea di diversificazione oltre l’oro, allora un’azienda che estrae più tipi di metalli potrebbe essere attraente per te.

Un paio di esempi possono mostrarti esattamente quanto può essere ampia la gamma. Freeport-McMoRan ( NYSE: FCX ) estrae grandi quantità di oro, ma è probabilmente meglio conosciuto come produttore di rame, poiché ha accesso alla miniera di Grasberg in Indonesia , che è uno dei più grandi giacimenti di rame e oro del mondo. È stato quel business del rame che ha avuto un ruolo fondamentale nel contenere i rendimenti di Freeportnegli ultimi anni perché l’economia globale non ha visto la forza che aveva durante il lungo boom del mercato delle materie prime. Pertanto, anche se i prezzi dell’oro sono saliti, Freeport ha dovuto lottare con le pressioni dal lato rame delle sue attività, con grande frustrazione di chiunque abbia investito in azioni pensando di ottenere una maggiore esposizione all’oro.

D’altra parte, Sibanye-Stillwater ( NYSE: SBGL ) ha beneficiato della sua doppia esposizione ai metalli del gruppo oro e platino. Sibanyepossedeva già ampie partecipazioni di platino e palladio ancor prima di aver acquistato la Stillwater Mining del Montana nel 2017, ma la concentrazione di Stillwater nei metalli del gruppo del platino lo ha reso ancora più un punto focale per la società combinata. I prezzi del palladio sono saliti di recente attraverso il tetto, anche aumentando al di sopra del prezzo dell’oro, e quindi è stata una mossa abbastanza buona per Sibanye-Stillwater. Tuttavia, non esiste alcuna garanzia che i prezzi dell’oro, del platino e del palladio possano avere rapporti reciproci in futuro. Quindi, devi decidere fino a che punto vuoi esporre oltre l’oro prima di poter scegliere un determinato titolo di miniera d’oro.

miniera d'oro in sudafrica
Miniera d’oro in Sudafrica. la maggior parte dell’oro estratto arriva da miniere di questo tipo, dove esistono solo dei grandi macchinari che setacciano centinaia di tonnellate di terra ogni giorno da dove si estrae l’oro.

3. Vuoi concentrarti – o evitare – il Sudafrica?

Il Sudafrica ha estese risorse naturali, quindi è stata una delle aree più popolari in cui operano le società di estrazione dell’oro. Tuttavia, il Sudafrica ha attraversato difficoltà economiche diverse da quelle che si vedono in alcuni altri paesi con ampie riserve auree, tra cui Stati Uniti, Canada e Australia. Per questo motivo, le società di estrazione dell’oro sudafricane hanno un rischio politico che quelle in altre aree non sempre hanno.

In particolare, l’ investimento in minatori sudafricani comporta il rischio di lavorare in un’economia che dipende fortemente dalle risorse naturali. Va bene quando i prezzi delle materie prime sono sani, ma l’ estrema volatilità nel mercato dell’oro e in altre materie prime importanti ha provocato il caos nell’economia sudafricana. Le compagnie minerarie nel paese ora devono sistematicamente occuparsi delle azioni del lavoro e della regolamentazione del governo, e l’aumento dei costi di funzionamento in Sudafrica ha portato alcune aziende a considerare semplicemente l’uscita dall’area. Ad esempio, AngloGold Ashanti ( NYSE: AU )ha cercato di cedere tutte le sue risorse sudafricane, concentrandosi invece sulle proprietà minerarie che ha in altre parti dell’Africa, nonché in Sud America e Australia. Per un paese sudafricano considerare una mossa del genere è un passo coraggioso, ma mostra quanta incertezza c’è sull’estrazione dell’oro lì. Gli investitori che acquistano azioni di società minerarie sudafricane devono valutare tale rischio al fine di prendere decisioni informate.

4. Sei disposto a speculare su progetti in sviluppo?

Le azioni minerarie d’oro più importanti che di solito troverai nei fondi negoziati in borsa hanno quasi sempre miniere esistenti che sono già in produzione. Ma ci sono molte piccole compagnie minerarie che non hanno miniere di produzione e il loro intero valore dipende dalla loro capacità di far uscire i progetti dalla fase di sviluppo in modo che possano iniziare a estrarre l’oro dal terreno.

Puoi vedere un ottimo esempio di quanto possano essere volatili i titoli di miniera d’oro di pre-produzione nelle azioni di Northern Dynasty Minerals ( NYSEMKT: NAK ) . La piccola società canadese ha interesse per quello che è noto come il Progetto Pebble , un’area che gli esperti ritengono possa avere alcune delle più grandi riserve misurate e indicate di oro, argento, rame e molibdeno nel mondo. Con alcune stime delle riserve che suggeriscono 71 milioni di once d’oro che potrebbero essere potenzialmente disponibili per un’eventuale estrazione, l’eccitazione per le prospettive della dinastia settentrionale ha raggiunto un picco di febbre negli ultimi anni.

Il problema, tuttavia, è che il Pebble Project non è nemmeno vicino allo sviluppo. Per anni, la dinastia del Nord ha lottato attraverso il processo di autorizzazione, e poiché la proprietà si trova vicino a Bristol Bay, in Alaska – un luogo vitale per l’attività di pesca al salmone – c’è molta resistenza all’idea di mettere lì una miniera. Non solo gli ambientalisti e i residenti locali combattono contro la dinastia settentrionale, ma gli interessi commerciali nell’industria del salmone hanno unito le forze per cercare di prevenire l’ulteriore sviluppo del Progetto Pebble.

Per questo motivo, la Dinastia del Nord non ha entrate, ma deve ancora spendere soldi per tentare di andare avanti. Non solo il lavoro di autorizzazione richiede risorse finanziarie, ma la dinastia settentrionale sta anche facendo studi di ingegneria, fattibilità e ambientali che forniranno informazioni vitali più avanti nel processo di approvazione. Per raccogliere i soldi per pagare quelle spese, la Dinastia del Nord si è rivolta occasionalmente ai mercati pubblici effettuando offerte secondarie di azioni – diluendo l’interesse azionario che i primi azionisti hanno nella società.

I potenziali profitti delle società di estrazione dell’oro in fase di sviluppo possono essere enormi se le cose finiscono bene. Tuttavia, molte aziende non escono mai dalla fase di sviluppo, creando perdite totali per i loro azionisti. I guadagni delle storie di successo possono superare le perdite derivanti dai fallimenti, ma gli investitori devono avere un’enorme tolleranza nei confronti del rischio per poter sopportare le inevitabili delusioni lungo il cammino prima di ottenere grandi vittorie.

5. Desideri essere esposto a titoli in streaming oro?

Infine, come accennato in precedenza nella nostra discussione sugli ETF sull’estrazione dell’oro, gli investitori devono decidere se vogliono investire esclusivamente in società con operazioni di estrazione dell’oro attive, o se desiderano includere società di streaming dell’oro . Le fortune delle compagnie di streaming sono legate a quelle dei minatori, ma la natura della loro esposizione è piuttosto diversa.

Società di streaming come Franco-Nevada ( NYSE: FNV ) , Royal Gold ( NASDAQ: RGLD ) e Wheaton Precious Metals ( NYSE: WPM )stringere collaborazioni con compagnie minerarie per fornire capitale prezioso per la produzione e l’esplorazione delle miniere. In un accordo tipico, una società di streaming d’oro offrirà una certa quantità di denaro che una società di estrazione dell’oro può utilizzare nelle sue operazioni commerciali. In cambio, la compagnia mineraria acconsentirà a vendere una determinata porzione della produzione di una miniera – un importo fisso o una percentuale di oro prodotto – alla compagnia di streaming. Il prezzo che la società di streaming paga per l’oro è di solito solo una frazione del suo valore di mercato, che ripaga effettivamente il capitale che la società di streaming ha esteso in primo luogo.

Puoi vedere come questo modello di business si basa sul successo della miniera. Con una somma fissa di denaro, la compagnia di streaming deve assicurarsi che ciò che riceverà dalla miniera rischia di rimborsare il proprio investimento e produrre un ritorno ragionevole. Se la miniera si rivela fallita, la compagnia di streaming perderà denaro insieme al minatore. A seconda di come è strutturato l’accordo, la società di streaming può vedere grandi profitti se la miniera fa meglio del previsto.

Tuttavia, l’ esposizione delle società di streaming è generalmente limitata in entrambe le direzioni. Da un lato, la compagnia di streaming non avrà la stessa responsabilità della compagnia mineraria in caso di un grave problema come un incidente minerario. D’altra parte, poiché la quantità di produzione soggetta all’accordo di streaming è generalmente limitata a un determinato importo, la compagnia di streaming non parteciperà necessariamente se le stime iniziali della produzione di una miniera risultano essere sottostimate.

Non esiste una risposta giusta o sbagliata sul fatto che le azioni in streaming d’oro appartengano al tuo portafoglio. Sono solo un modo leggermente diverso per ottenere esposizione all’industria dell’oro, con pro e contro che gli investitori possono ponderare a modo loro e trarre le proprie conclusioni.

Rendi dorato il tuo portafoglio

Le azioni di estrazione dell’oro, possono essere un prezioso diversificatore per un portafoglio azionario, perché offrono agli investitori un’esposizione a un prodotto ben noto per il suo ruolo nel mantenere il suo valore e fornire una certa protezione dai rischi sistemici alla situazione economica e geopolitica globale. Sia che tu vada con ETF sull’estrazione dell’oro o selezioni singoli titoli su misura per le tue esigenze particolari, avere almeno parte del tuo portafoglio in titoli dell’estrazione dell’oro merita un’attenta valutazione se vuoi rendere i tuoi investimenti sicuri.

Da: TMF

Dal 2012 informiamo su finanza personale , investimenti, banche e gestione finanziaria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *