Investire o Risparmiare? Cos’é meglio per i Nostri soldi?

Risparmiare e investire sono entrambi concetti importanti per costruire una solida base finanziaria, ma non sono la stessa cosa. Sebbene entrambi possano aiutarti a ottenere un futuro finanziario più confortevole, i consumatori devono conoscere le differenze e quando è meglio risparmiare rispetto a quando è meglio investire .

Differenza tra risparmiare ed investire:

La più grande differenza tra risparmiare e investire è il livello di rischio assunto. Il risparmio in genere ti fa guadagnare un rendimento inferiore ma praticamente senza rischi. Al contrario, investire ti dà l’opportunità di guadagnare un rendimento più elevato, ma ti assumi il rischio di una perdita per farlo.

Ecco le differenze chiave tra i due e perché hai bisogno di entrambe queste strategie per aiutare a costruire ricchezza a lungo termine.

In che modo il risparmio e l’investimento sono simili?

Risparmiare e investire hanno molte caratteristiche diverse, ma condividono un obiettivo comune: sono entrambe strategie che ti aiutano ad accumulare denaro.

“Innanzitutto, entrambi implicano lo stanziamento di denaro per ragioni future”, afferma Chris Hogan, esperto finanziario e autore di Retire Inspired.

Entrambi utilizzano conti specializzati con un istituto finanziario per accumulare denaro. Per i risparmiatori, ciò significa aprire un conto presso una banca, come Citibank, o una cooperativa di credito. Per gli investitori, ciò significa aprire un conto con un broker indipendente, anche se ora molte banche hanno anche un braccio di intermediazione. Per scegliere i broker di investimento online conviene controllare che siano riconosciuti dalla CONSOB italiana o relativo organismo di controllo di qualche borsa dell’Unione Europea.

Anche i risparmiatori e gli investitori si rendono conto dell’importanza di risparmiare denaro. Gli investitori dovrebbero disporre di fondi sufficienti in un conto bancario per coprire le spese di emergenza e altri costi imprevisti prima di vincolare una grossa fetta di cambiamento negli investimenti a lungo termine.

Come spiega Hogan, investire è denaro che hai intenzione di lasciare in pace “per consentirgli di crescere per i tuoi sogni e il tuo futuro”.

In che modo il risparmio e l’investimento sono diversi?

“Quando usi le parole risparmio e investimento, le persone – in realtà circa il 90 percento delle persone – pensano che sia esattamente la stessa cosa”, afferma Dan Keady, CFP e capo stratega della pianificazione finanziaria presso TIAA, un’organizzazione di servizi finanziari.

Sebbene i due sforzi condividano alcune somiglianze, il risparmio e l’investimento sono diversi sotto molti aspetti. E questo inizia con il tipo di asset in ciascun account.

Quando pensi al risparmio, pensa a prodotti bancari come conti di risparmio, mercati monetari e CD o certificati di deposito. E quando pensi di investire, pensa ad azioni, ETF, obbligazioni e fondi comuni di investimento, dice Keady.

risparmiare o investire, investire o risparmiare, investire risparmiare differenze, cosa fare risparmiare o investire
risparmiare o investire, investire o risparmiare, investire risparmiare differenze, cosa fare risparmiare o investire

La tabella seguente riassume alcune delle principali differenze tra risparmio e investimento:

Caratteristica

Risparmiare

Investire

Tipo di account Banca Intermediazione
Ritorno Relativamente basso Potenzialmente superiore o inferiore
Rischio Praticamente nessuno sui conti assicurati FDIC Varia in base all’investimento, ma c’è sempre la possibilità di perdere parte o tutto il capitale di investimento
Prodotti tipici Conti di risparmio ( come i Libretti di Risparmio postale)  , Conti di Deposito, conti correnti, Buoni Fruttiferi Postali Azioni, obbligazioni, fondi comuni di investimento ed ETF
Orizzonte temporale Breve Lungo, 5 anni o più
Difficoltà Relativamente facile Più forte
Protezione contro l’inflazione Solo un po Potenzialmente molto
Costoso? No Potrebbe essere, a seconda di quanto acquisti e realizzi guadagni imponibili
Liquidità Alto, a meno che non siano CD Alto, anche se potresti non ottenere l’importo esatto che hai investito nell’investimento a seconda di quando incassi

I pro e i contro del risparmio

Ci sono molte ragioni per cui dovresti risparmiare i tuoi sudati guadagni. Per uno, di solito è la tua scommessa più sicura ed è il modo migliore per evitare di perdere denaro lungo il percorso. È anche facile da fare e puoi accedere rapidamente ai fondi quando ne hai bisogno.

Tutto sommato, il risparmio ha questi vantaggi:

  • I conti di risparmio ti dicono in anticipo quanto interesse guadagnerai sul tuo saldo.
  • La Il Fondo interbancario garantisce conti bancari fino a  100.000 euro, quindi mentre i rendimenti sono inferiori, non perderai denaro quando utilizzi un conto di risparmio.
  • I prodotti bancari sono generalmente molto liquidi, il che significa che puoi ottenere i tuoi soldi non appena ne hai bisogno, anche se potresti incorrere in una penale se desideri accedere a un CD prima della sua data di scadenza.
  • Ci sono commissioni minime. Le spese di mantenimento o le spese di violazione del regolamento D (quando vengono effettuate più di sei transazioni su un conto di risparmio in un mese) sono l’unico modo in cui un conto di risparmio presso una banca assicurata dalla FDIC può perdere valore.
  • Il salvataggio è generalmente semplice e facile da fare. Di solito non c’è alcun costo iniziale o curva di apprendimento.

Nonostante i suoi vantaggi, il risparmio ha alcuni svantaggi, tra cui:

  • I rendimenti sono bassi, il che significa che potresti guadagnare di più investendo (ma non c’è alcuna garanzia che lo farai.)
  • Poiché i rendimenti sono bassi, potresti perdere potere d’acquisto nel tempo, poiché l’inflazione consuma i tuoi soldi.
risparmiare con l'inflazione
Il “Mostro dell’inflazione”, una vignetta satirica che però fa vedere come il fenomeno inflattivo sia un problema per tutti: lavoratori, risparmiatori, investitori

I pro e i contro di investire

Risparmiare è decisamente più sicuro che investire, anche se probabilmente non si tradurrà nella maggior parte della ricchezza accumulata nel lungo periodo.

Ecco solo alcuni dei vantaggi derivanti dall’investimento del tuo denaro:

  • L’investimento in prodotti come le azioni può avere rendimenti molto più elevati rispetto ai conti di risparmio e ai CD. Nel corso del tempo, l’indice azionario Standard & Poor’s 500 (S&P 500), ha restituito circa il 10% all’anno , sebbene il rendimento possa variare notevolmente in un dato anno.
  • I prodotti di investimento sono generalmente molto liquidi. Azioni, obbligazioni ed ETF possono essere facilmente convertiti in contanti in quasi tutti i giorni feriali.
  • Se possiedi una collezione ampiamente diversificata di azioni, è probabile che tu possa battere facilmente l’inflazione per lunghi periodi di tempo e aumentare il tuo potere d’acquisto. Attualmente, il tasso di inflazione target utilizzato dalla Federal Reserve è del 2% , ma è stato molto più alto nell’ultimo anno. Se il tuo rendimento è inferiore al tasso di inflazione, nel tempo stai perdendo potere d’acquisto .

Sebbene ci sia il potenziale per rendimenti più elevati, l’investimento presenta alcuni inconvenienti, tra cui:

  • I rendimenti non sono garantiti e ci sono buone probabilità che tu perda denaro almeno a breve termine poiché il valore delle tue attività fluttua.
  • A seconda di quando vendi e dello stato di salute dell’economia generale, potresti non recuperare ciò che hai inizialmente investito.
  • Ti consigliamo di lasciare i tuoi soldi in un conto di investimento per almeno cinque anni, in modo da poter superare eventuali downdraft a breve termine. In generale, vorrai mantenere i tuoi investimenti il ​​più a lungo possibile e ciò significa non accedervi.
  • Poiché investire può essere complesso, probabilmente avrai bisogno dell’aiuto di un esperto per farlo, a meno che tu non abbia il tempo e le competenze per insegnarti come fare.
  • Le commissioni possono essere più elevate nei conti di intermediazione. Potrebbe essere necessario pagare per negoziare un’azione o un fondo, anche se molti broker offrono scambi gratuiti in questi giorni. E potresti dover pagare un esperto per gestire i tuoi soldi.

Quindi cosa è meglio: risparmiare o investire?

Né risparmiare né investire è meglio in tutte le circostanze e la scelta giusta dipende davvero dalla tua attuale posizione finanziaria.

Quando risparmiare

  • Se avrai bisogno di soldi nei prossimi anni, un conto di risparmio ad alto rendimento o un fondo del mercato monetario sarà probabilmente la soluzione migliore per te.
  • Se non hai ancora creato un fondo di emergenza , ti consigliamo di farlo prima di tuffarti negli investimenti. La maggior parte degli esperti suggerisce di mettere da parte da tre a sei mesi di spese in un fondo di emergenza.
  • Se stai portando un debito ad alto interesse come il saldo di una carta di credito, è meglio lavorare per ripagarlo prima di investire. Estinguere un prestito con un tasso di interesse annuale negli adolescenti ti darà probabilmente un rendimento migliore di quello che puoi guadagnare investendo.

Quando investire denaro

  • Se non hai bisogno di soldi per almeno cinque anni e ti senti a tuo agio nel correre qualche rischio, investire i fondi probabilmente produrrà rendimenti più elevati rispetto al risparmio.
  • Se hai un lavoro fisso ecco allora che un piano di accumulo di denaro nel lungo periodo è quello che fa per te. Ci sono tante forme di questo tipo di investimento tra ETF o veri PAC.
  • Se hai creato il tuo fondo di emergenza e non hai debiti ad alto interesse, investire i tuoi soldi extra può aiutarti a far crescere la tua ricchezza nel tempo. Investire è fondamentale se intendi raggiungere obiettivi a lungo termine come la pensione , che sappiamo tutti che da sola non ci basterà più.

Gli esempi di vita reale sono il modo migliore per descrivere come fare. Ad esempio, pagare le tasse universitarie di tuo figlio in pochi mesi dovrebbe essere un risparmio: un conto di risparmio, un conto del mercato monetario o un CD a breve termine (o un CD che sta per maturare quando è necessario).

“Altrimenti la gente penserà, ‘Beh, sai, ho un anno e sto comprando una casa o qualcosa del genere, forse dovrei investire nel mercato azionario'”, dice Keady. “Questo è davvero un gioco d’azzardo a quel punto, invece di risparmiare”.

Ed è lo stesso per un fondo di emergenza, che non va mai investito ma anzi conservato in risparmio.

“Quindi, se hai una malattia, una perdita di lavoro o altro, non devi tornare al debito”, dice Hogan. “Hai soldi che hai intenzionalmente messo da parte per essere un cuscino tra te e la vita.”

E quando è meglio investire?

Investire è meglio per soldi a lungo termine: soldi che stai cercando di crescere in modo più aggressivo. A seconda del tuo livello di tolleranza al rischio, investire nel mercato azionario, in fondi negoziati in borsa o in fondi comuni di investimento può essere un’opzione per qualcuno che cerca di investire.

Quando sei in grado di mantenere i tuoi soldi negli investimenti più a lungo, ti concedi più tempo per superare gli inevitabili alti e bassi dei mercati finanziari. Quindi, investire è una scelta eccellente quando hai un orizzonte temporale lungo (idealmente molti anni) e non avrai bisogno di accedere al denaro in tempi brevi.

“Quindi, se qualcuno sta iniziando a investire, lo incoraggerei a considerare davvero i fondi comuni di investimento azionari di crescita come un ottimo modo di iniziare per mettere piede”, afferma Hogan. “E inizia davvero a capire cosa sta succedendo e come possono crescere i soldi”.

Anche se investire può essere complesso, ci sono modi semplici per iniziare . Il primo passo è imparare di più sull’investimento e sul perché potrebbe essere il passo giusto per il tuo futuro finanziario .

Altre guide utili:

La Finanza dalla parte del piccolo investitore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *