Analisi Tecnica Azioni Unicredit, Intesa Sanpaolo, MPS 5 Agosto

Ecco le ultime novità e l’analisi tecnica delle azioni Unicredit (BIT: UCG), Banca Intesa Sanpaolo (BIT: ISP ) e Banca Monte dei Paschi di Siena (BIT: BMPS) in modo da vedere come vanno i titoli bancari italiani e se questi ci possono suggerire qualcosa su dove investire la seconda settimana di Agosto.

Analisi Tecnica Azioni Unicredit ( BIT: UCG)

 

Il 4 agosto si è registrata una modesta ripresa del titolo della banca “Unicredit”, che ha chiuso con un rialzo dello 0,40%. Il titolo ha aperto la giornata a 22,4 Euro, in rialzo rispetto ai massimi del 3 agosto, ma poi ha perso forza nel corso della seduta.

L’analisi settimanale mostra che la linea di tendenza rialzista di Unicredit è più pronunciata rispetto all’indice di riferimento, indicando una maggiore attrattività del mercato nei confronti del titolo.

Nel medio termine, lo stato della banca rimane positivo, ma nel breve periodo il trend rialzista sembra indebolirsi intorno al livello di resistenza di 22,81. Il primo livello di supporto è alle 22.05. Le implicazioni tecniche suggeriscono un potenziale sviluppo ribassista nel breve termine, con un minimo stimato intorno a 21,76.

L’analisi dei rischi indica che l’andamento di Unicredit è sotto controllo. I volumi di negoziazione giornalieri di 9.684.144 sono inferiori alla media mobile di un mese di 12.523.454. La differenza di prezzo non è significativa, con un valore di volatilità giornaliero di 2,222.

Performance del titolo: Il titolo della società ha mostrato una performance positiva, aprendo a 22.4 e chiudendo a 22.33, con un massimo relativo a 22.52. La variazione è stata dello 0,4%.

Volume degli scambi: il volume degli scambi è stato rispettivamente di 13.093.696, 12.726.008 e 1.0290.405 per i periodi 5, 21 e 5/21.

Volatilità: i valori di volatilità erano -0,468, 7,124, 21,064 e 17,264 rispettivamente per 1, 5, 10 e 21 periodi.

Cicli di mercato: la durata media dei cicli di mercato è stata di 16 giorni per i cicli a breve termine e di 28.000 giorni per i cicli a medio termine.

Analisi tecnica degli analisti: L’analisi del titolo ha mostrato una situazione neutrale a breve termine con prospettive positive a medio termine. Gli oscillatori e gli indicatori hanno fornito segnali contrastanti.

Raccomandazione: per coloro che già detengono il titolo, dovrebbero seguire la precedente posizione rialzista. Per coloro che non ce l’hanno, le raccomandazioni che abbiamo trovato dai maggiori analisti della borsa italiana  è “New BUY Long“.

– Crescita a lungo termine: il tasso di crescita a lungo termine dell’azienda è stato del 25,22%.

Analisi Tecnica azioni Intesa Sanpaolo ( BIT: ISP )

 

Il gigante finanziario italiano ha chiuso con un calo trascurabile del -0,08% il 4 agosto.

Il titolo ha mostrato un buon inizio ma ha perso forza durante la sessione di negoziazione.

Rispetto all’indice FTSE MIB, l’andamento di Intesa Sanpaolo ha mostrato una maggiore propensione verso l’interesse degli investitori verso l’istituto di credito.

Nel medio periodo le implicazioni tecniche per Intesa Sanpaolo rimangono positive, con indicatori di breve termine che mostrano un rallentamento nella fase rialzista.

Il livello di supporto immediato è stimato a 2,515, con attese per una fase di consolidamento volta a ridurre gli eccessi di medio periodo.

Il rischio del titolo è attualmente sotto controllo, con volatilità giornaliera a 1,704 e volumi di scambi giornalieri relativamente bassi, indice di una mancanza di interesse significativo da parte degli investitori istituzio- Il prezzo di chiusura del titolo alla data indicata è stato di € 2,543, che rappresenta un calo dello 0,08% rispetto al prezzo di chiusura del giorno precedente.

Gli scambi intraday del titolo hanno registrato un massimo di 2,567€ e un minimo di 2,543€, indicando una performance leggermente negativa.

L’andamento a medio termine del titolo è positivo, mentre quello a breve termine è considerato neutro.

Gli analisti tecnici online raccomandano una strategia “Buy-Accumulate” per il titolo, con prezzi vicini al livello di stop suggerito di € 2,525.

L’analisi indica che gli oscillatori non forniscono indicazioni chiare per le decisioni di trading.

La durata media del ciclo di mercato è di 38.000, e non ci sono divergenze identificate sugli oscillatori.

L’utile per azione (EPS) per il trimestre e l’anno viene confrontato con i periodi precedenti, mostrando una sorpresa positiva del 7,32% per il trimestre e del 32% per l’anno.

Analisi Tecnica Banca Monte dei Paschi di Siena ( BIT: BMPS )

 

Il 4 agosto il titolo Banca Monte dei Paschi (MPS) è salito del 2,80%.

La giornata è iniziata alla grande, aprendo a 2,6 Euro sopra i massimi della sessione precedente, ma si è indebolita nel corso della giornata e ha chiuso a 2,531 vicino ai minimi della sessione.

Rispetto all’indice FTSE MIB, MPS ha mostrato un trend rialzista più marcato su base settimanale, indicando una maggiore propensione degli investitori all’acquisto di azioni MPS.

Nel medio periodo lo status di MPS conferma la sua fase positiva, ma nel breve il trend rialzista appare meno intenso, trovando resistenza a quota 2,617. Il primo livello di supporto è a 2,454 e le implicazioni tecniche suggeriscono un potenziale sviluppo ribassista a breve termine verso un minimo stimato a 2,376.

Questo investimento è adatto a investitori tolleranti al rischio disposti a rischiare importi significativi nonostante l’elevata volatilità giornaliera del titolo, misurata a 5,66.

MPS è attualmente di grande interesse per il mercato, come testimoniano i significativi volumi di scambi giornalieri pari a 24.640.060, che superano il volume medio giornaliero di 10.207.202.

 Andamento delle azioni

Il titolo MPS ) ha chiuso a 2,531 euro con un rialzo giornaliero del 2,8%.

Il titolo ha aperto a 2,6 euro, salendo di 0,059 punti dal massimo del giorno precedente.

C’è stato un aumento significativo del volume degli scambi (83,82% in più rispetto al giorno precedente), indicando un maggiore interesse per il titolo.

 Analisi tecnica:

L’andamento dei prezzi a lungo termine è positivo.

Il trend di breve periodo è migliorato, avviandosi verso una fase neutra.

Il prezzo di chiusura è superiore alla media mobile lenta, indicando prospettive positive a medio termine.

Altri indicatori tecnici, come l’RSI e lo stocastico, suggeriscono una potenziale forza nel trend a breve termine.

Ciclo di mercato e analisi delle candele:

La durata media dei cicli di mercato è di 16 giorni per il breve termine e di 34.000 giorni per il medio termine.

Non si osservano divergenze sugli oscillatori.

Si nota la presenza di un motivo “Long Black Candle”.

Commento degli analisti finanziari:

C’è  un sentimento complessivamente positivo per il titolo.

L’andamento del titolo e gli indicatori tecnici suggeriscono una possibile uscita dall’attuale fase di incertezza.

Sorpresa EPS:

La sorpresa dell’utile per azione (EPS) per il trimestre precedente è stata del 117,14%, superando le aspettative.

La sorpresa dell’EPS per l’anno precedente è stata del -310,72%, significativamente al di sotto delle aspettative.

Analisi Tecnica Azioni Unicredit, Intesa Sanpaolo, MPS
Analisi Tecnica Azioni Unicredit, Intesa Sanpaolo, MPS

ARTICOLI CORRELATI 

 

La Finanza dalla parte del piccolo investitore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.