Quando Vendere Azioni per Proteggere gli Investimenti dalle Perdite

Uno dei maggiori problemi che gli investitori hanno è determinare il momento giusto per vendere le loro azioni. Dopo tutto, è più facile essere obiettivi quando decidi quali azioni acquistare. Ma quando arriva il momento di vendere, le emozioni possono rapidamente insinuarsi e offuscare il tuo processo decisionale.

Cosa succede se lo vendo e l’azione sale senza che io ne sia più in possesso?

Cosa succede se do via un titolo che è giù, appena prima che torni sù?

Il fatto è che vendere in cima al rally di un titolo è molto difficile da fare. Non siamo maghi e non abbiamo la sfera magica ed anche il più bravo Trader con il migliore algoritmo può sbagliare.  Fortunatamente, anche se non vendi al massimo, puoi ancora fare un buon guadagno. La chiave è avere regole di vendita che contrastino le emozioni che portano a decisioni sbagliate.

In poche parole, si tratta di offesa e difesa. Una delle regole chiave per difendersi dalle perdite,  è quella di assicurarti di non avere mai una grande perdita in una posizione: sapere quando un investimento in azioni ti sta andando contro, ti togli di mezzo prima che ti faccia male. A che serve una strategia di buy-and-hold in una situazione in cui il Nasdaq ha perso più della metà del suo valore nel 2000 e poi nel 2008 con i suoi titoli tecnologici? Potrebbero volerci anni per riprendersi da quelle perdite.

Bisogna sapersi accontentare

Se si segue una strategia aggressiva, c’è un enorme valore nella vendita mentre un titolo sta ancora avanzando. Certo, potrebbe salire ancora di più senza quando lo hai venduto, ma se riesci a ottenere un solido guadagno e passare al prossimo stock di azioni, i guadagni modesti possono rapidamente aggiungere risultati fenomenali. Un’ulteriore parte della strategia offensiva è sapere quando potresti guardare a un titolo con un potenziale maggiore, uno stock che può essere mantenuto per maggiori guadagni.

Utilizza queste regole di vendita semplici ma efficaci per massimizzare i tuoi guadagni e ridurre al minimo le potenziali perdite, ma ricorda: non basta conoscere le regole; devi anche avere la disciplina per seguirli.

Quando Vendere Azioni per Proteggersi dalle Perdite di Capitale Investito

Regole da seguire per sapere quando vendere azioni su cui abbiamo investito

Per fare soldi in azioni, devi proteggere i soldi che hai. Vivi per investire un altro giorno seguendo questa semplice regola: vendi sempre un titolo se scende del 7% -8% al di sotto di quello che lo hai pagato.

Questo principio di base ti aiuta a limitare il tuo potenziale svantaggio. Ed è il modo più semplice per assicurarti di non lasciare mai che una piccola perdita diventi una GRANDE PERDITA.

Perchè vendere le azioni quando hanno perso un 7-8% rispetto al prezzo di acquisto?

Perché il 7% -8%? La regola di vendita del 7% -8% si basa su studi in corso che copre oltre 130 anni di storia del mercato azionario.
Anche le migliori a volte scoppiano e poi scendono leggermente al di sotto del loro punto di acquisto ideale . Quando lo fanno, in genere non cadono oltre l’8% al di sotto di esso. Se la tua azione diminuisce di oltre l’8%, di solito significa che c’è qualcosa di sbagliato nel tuo punto di ingresso prescelto, nella società, nella sua industria, nel mercato generale o in tutto quanto sopra.

A volte capirai il motivo. Altre volte non lo capirai ma non importa. Ma sai che il titolo sta calando, e sei in perdita del 7% -8%. Devi immediatamente passare alla modalità di conservazione del capitale e ridurre quella perdita.

Una volta che uno stock inizia a precipitare pericolosamente, non si sa dove sia il fondo. Limita la tua perdita al 7% o all’8% ed esci. Immagina un’ascia che sfreccia nell’aria e ti viene incontro. Staresti lì cercando di capire perchè? Fai un passo indietro.

La tua priorità numero 1 è preservare il capitale. Vendi prima, fai domande più tardi.

Applicare la regola di vendita del 7% -8% Se acquisti uno stock a 100 e cade a 92 o 93, vendilo. Ma se questo stock sale a 150, e poi scivola 8% a $ 138, questo non innesca questa particolare regola di vendita, perché lo stock è ancora scambiato sopra il prezzo di acquisto. (Naturalmente, potresti voler controllare se lo stock sta lampeggiando altri segnali di allarme e segnali di vendita).

 

 

Che cosa succede se vendi e poi il titolo azionario rimbalza e si sposta più in alto?

Ci possono essere momenti in cui vendi un titolo con una perdita del 7% -8%, solo per vederlo rimbalzare e salire più in alto. Mentre ciò può essere frustrante, assicurati di tenere le cose in prospettiva. Normalmente, se acquisti correttamente e il tuo magazzino e il mercato generale stanno funzionando bene, il tuo titolo non scenderà del 7% -8% sotto il punto di acquisto appropriato.

Quindi, quando l’azione attiva quella regola di vendita, agisci. Il suo comportamento ti sta dicendo che qualcosa non va bene.

Anche se vendi con una perdita dell’8% e l’azione rimbalza velocemente, ciò non significa che hai preso la decisione sbagliata. Stavi proteggendo proattivamente il tuo portafoglio titoli. Prendere una piccola perdita di tanto in tanto è come pagare un premio assicurativo per assicurarsi di non subire un colpo devastante. E puoi sempre comprare una scorta se ancora una volta mostra forza.

A volte conviene vendere titoli azionari del Nostro portafoglio anche prima

La massima perdita che dovresti consentire è del 7% -8%. Ciò è particolarmente vero se il titolo mostra altri segnali di allarme e segnali di vendita. Inoltre, in un contesto di mercato particolarmente debole o volatile, puoi scegliere di limitare la tua perdita, ad esempio, ad un 3% -5%.

Quando Vendere Azioni per Proteggere dalle Perdite il Capitale Investito

Come abbiamo visto nella sezione sulla direzione del mercato, le tue scorte non funzionano nel vuoto. La tendenza del mercato globale ha un effetto significativo su quasi tutti i titoli. Ecco perché è fondamentale per visualizzare sempre i Nostri investimenti in titoli nel contesto del mercato globale. Siamo nelle fasi iniziali o successive di un ciclo di mercato rialzista? La tendenza al rialzo inizia a indebolirsi e mostra segni di ribaltamento in una correzione (cioè una tendenza al ribasso)?

Questi e altri fattori legati al mercato globale o quel mercato finanziario dove hai fatto investimenti,  ti aiutano a decidere quali azioni intraprendere. Consulta la direzione del mercato per suggerimenti e strumenti su come valutare rapidamente la salute generale del mercato.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *