L’investment banking comporta la raccolta di capitali per individui, società e governi, oltre a fornire consulenza su fusioni, acquisizioni e ristrutturazioni aziendali. Le organizzazioni assumono banche di investimento per assistere con transazioni finanziarie complesse, come la sottoscrizione di titoli e l’emissione di debito, nonché per garantire che tutti i requisiti normativi siano soddisfatti. QUI per sapere quali sono le Banche italiane più sicure.

Cos’è l’investment banking?

A differenza delle banche al dettaglio e delle banche commerciali, le banche di investimento non accettano depositi. L’investment banking si riferisce a una varietà di servizi finanziari che possono essere forniti a individui, società e governi. In poche parole, le banche di investimento facilitano e assistono con operazioni finanziarie di grandi dimensioni o complesse, la maggior parte delle quali può essere classificata in una delle due categorie: fusioni e acquisizioni (M&A) o finanziamento aziendale.

Ad esempio, una delle principali funzioni finanziarie delle banche di investimento è la raccolta di capitali. Se una società privata desidera completare un’offerta pubblica iniziale (IPO), assume una banca di investimento per sottoscrivere le azioni di nuova emissione della società. La banca d’investimento avrebbe acquistato le azioni della società e le avrebbe vendute sul mercato libero, agendo essenzialmente come intermediario.

Tra le più importanti banche di investimento troviamo, Goldman Sachs ( NYSE: GS ), Morgan Stanley e JP Morgan Chase ( NYSE: JPM ) l’olandese ING Groep ( AMS: INGA ) e la Francese PNB Paribas ( EPA: PNB ) sono le principali banche di investimento, sebbene molte altre istituzioni finanziarie si impegnino in attività di investment banking oltre alle loro operazioni bancarie al dettaglio e commerciali.

Banca d'Investimento Migliore: qual'è?
Banca d’Investimento Migliore: qual’è?

Prodotti e servizi offerti dalle banche d’affari

Ho già detto che le banche di investimento aiutano le organizzazioni a raccogliere capitali. Ciò può includere la sottoscrizione di azioni, come un’IPO o un’offerta secondaria, e può anche includere la raccolta di fondi tramite un’emissione di debito (sottoscrizione di obbligazioni). Le banche di investimento assistono nella determinazione del prezzo di azioni e obbligazioni di nuova emissione e possono garantire che l’emissione sia conforme a tutte le normative applicabili.

Inoltre, le banche di investimento consigliano le società in merito a fusioni e acquisizioni, che possono includere la negoziazione con un obiettivo di acquisizione o la trattativa con entità offerenti. La banca di investimento può identificare e analizzare i rischi di un potenziale accordo e quindi informare il proprio cliente dei risultati. Altri possibili servizi di fusione e acquisizione possono includere difesa contro investitori attivisti, consulenza di spin-off e ristrutturazioni aziendali.

Oltre a queste funzioni principali, le banche di investimento possono anche svolgere:

  • Ricerca  sui titoli: i team di ricerca sui titoli delle banche di investimento analizzano le società e pubblicano rapporti su di esse come investimenti. In genere, ciò comporta qualche variazione del sistema di valutazione “compra, vendi o mantieni”.
  • Attività di proprietary trading:  i trader delle banche di investimento si impegnano in operazioni di market making, acquisto e vendita di prodotti finanziari con l’obiettivo di trarre profitto da ogni operazione. Questi prodotti possono includere azioni, obbligazioni e derivati.
  • Gestione degli investimenti: le  banche di investimento offrono spesso una varietà di prodotti di investimento e servizi di consulenza sia a clienti istituzionali che a persone con un elevato patrimonio netto.

Altri tipi di attività bancarie

Oltre all’investment banking, ci sono molti altri tipi di banking:

  • Retail banking :  questo è ciò a cui pensa la maggior parte delle persone quando sente la parola “banca”. Il retail banking si riferisce a tutti i servizi bancari destinati ai consumatori quotidiani. Ciò include conti correnti e di risparmio, carte di credito, mutui, prestiti auto, CD e altro ancora.
  • Private banking :  simile al retail banking, il private banking si riferisce ai servizi bancari e finanziari forniti a persone con un patrimonio netto elevato. I banchieri privati ​​forniscono servizi finanziari e di gestione patrimoniale a un livello molto più personale rispetto alle banche al dettaglio tradizionali, motivo per cui può essere considerato un tipo separato di banca.
  • Attività bancaria commerciale : l’ attività  bancaria commerciale si riferisce ai servizi finanziari forniti al mondo aziendale o istituzionale. Molti dei prodotti offerti dalle banche commerciali sono simili a quelli offerti dalle banche al dettaglio, come conti di risparmio e conti correnti, ma le banche commerciali possono anche offrire servizi come servizi di commercio estero, servizi di gestione della tesoreria, servizi commerciali e altro.

Riassumendo: le migliori banche d’investimento, quali sono?

Negli ultimi anni, davanti alle recessioni finanziarie, le banche d’investimento hanno subito forti cambiamenti, influendo sullo scenario socio-economico nazionale e internazionale, dove possono essere talvolta menzionate in modo erroneo. Il loro obiettivo primario è offrire investimenti sul lungo periodo, specialmente per l’ambiente corporate.

Segno particolare di questi enti è la stretta connessione con la finanza, seguendo operazioni come fusioni, acquisizioni o ristrutturazioni. Nonostante vi siano stati precedenti storici poco invidiabili, tra le migliori banche d’investimento figurano nomi importanti con capitalizzazioni di mercato di centinaia di miliardi di dollari. Quali sono?

Cos’è una banca d’investimento e quali sono le sue attività?

Come il nome lascia intendere, la banca d’investimento è un ente che opera principalmente nell’ambiente corporate, verso aziende e istituzioni pubbliche e finanziarie. Diversamente dalle banche commerciali, queste non forniscono depositi di risparmio a breve termine, bensì si orientano a investimento e finanziamento sul lungo periodo.

Servizi offerti, specialmente dalle migliori banche d’investimento internazionali, sono:

  • Underwriting, consulenza verso imprese nell’emissione e collocamento dei loro titoli azionari e obbligazionari
  • Corporate finance, assistenza verso imprese nei processi di finanza straordinaria come fusione, acquisizione e ristrutturazione debito, individuando potenziali target e proteggendo le operazioni da eventuali scalate ostili
  • Intermediazione titoli, per aziende e mercati in generale, con acquisto e vendita diretti o per conto terzi
  • Risk management, servizi come derivati o contratti assicurativi per minimizzare i rischi di aziende e istituzioni, principalmente legati alla volatilità dei mercati

La fama delle banche d’investimento è tristemente legata alla recessione 2008-2009 dei mutui sub-prime, che ha portato a forti problemi di liquidità e fatti come l’acquisizione di Merrill Lynch da parte di Bank of America e il crack di Lehman Brothers con debiti per circa 613 miliardi di dollari, rappresentando la più grande bancarotta degli Stati Uniti dopo quella di WorldCom nel 2002.

Al 2020 la situazione è notevolmente cambiata, con circa il 40% della capitalizzazione di mercato mondiale che proviene da banche statunitensi, che si concentrano principalmente sul finanziamento di capitale per imprese nazionali, estere e multinazionali, ma anche verso il governo degli Stati Uniti stesso.

Le 5 migliori banche d’investimento internazionali

Al fine di valutare la qualità di una banca d’investimento, è fondamentale analizzare una serie di elementi intrinsechi a essa, questi sono:

  • Entrate
  • Portata globale
  • Numero dipendenti
  • Rendimenti
  • Esposizione debito

Se la storia ha avuto precedenti infelici, dal 2015 si è avuto un profondo cambiamento, con le migliori banche d’investimento che raggiungono capitalizzazioni di mercato di quasi 400 miliardi di dollari.

JP Morgan Chase & Co

Multinazionale statunitense, JP Morgan Chase & Co viene fondata nel 2000 con la fusione con Chase Manhattan Corporation, tuttavia ha una storia che ha inizio nel lontano 1799. E’ la più grande banca statunitense al mondo, presente in 60 paesi con oltre 260.000 dipendenti.

La sua capitalizzazione di mercato è di 369 miliardi di dollari, mentre il suo ricavato totale è di 96,6 miliardi, di cui 1,7 dall’erogazione investimenti e servizi di finanza straordinaria. Sono invece 2.400 i miliardi di dollari in asset.

Bank of America – Merrill Lynch

Seconda banca americana al mondo, Bank of America è una società multinazionale che viene fondata nel 1908 dall’italo-americano Amadeo Giannini col nome Bank of Italy, per finanziare gli immigrati italiani negli Stati Uniti. Durante la crisi 2008-2009 ha rilevato Merrill Lynch per oltre 50 miliardi di dollari. E’ presente in 40 paesi nel mondo con oltre 200.000 dipendenti.

Tra i servizi più importanti vi sono servizi d’investimento, intermediazione e mutui commerciali, da cui derivano circa 6 miliardi di dollari sul fatturato totale, di 91,2 miliardi. La capitalizzazione di mercato è invece di 280 miliardi di dollari.

HSBC

Una delle banche più antiche al mondo, la londinese HSBC viene fondata nel 1865 per sostenere il forte traffico dei commercianti britannici tra Hong Kong e Shanghai, città in cui sorgono le prime sedi. Presente in 75 paesi, conta 254.000 dipendenti e circa 54 milioni di clienti a livello internazionale.

Oltre che una delle migliori banche d’investimento, HSBC opera anche come banca privata oltre a offrire servizi di conto, leasing e forex. Il suo fatturato è di circa 64,6 miliardi di dollari, mentre la sua capitalizzazione di mercato è di 169 miliardi.

Goldman Sachs

Fondata nel 1869 negli Stati Uniti dagli immigrati tedeschi Marcus Goldman e Samuel Sachs, Goldman Sachs acquisisce l’attuale nome nel 1895 e si specializza in servizi d’investimento e commerciali e asset management. Tra le persone che ne hanno ricoperto importanti incarichi vi sono stati Mario Draghi, come vicepresidente per l’Europa, e Mario Monti, nei panni di consulente. Conta circa 37.000 dipendenti in tutto il mondo.

Goldman Sachs è il principale intermediario di Wall Street e, al 2020, i servizi d’investimento hanno registrato ricavi del +20% per circa 6 miliardi di dollari sui 34,2 di fatturato totale. Ha una capitalizzazione di mercato di 79 miliardi di dollari.

Barclays

Una delle più antiche banche internazionali, la britannica Barclays nasce nel 1690 a Londra e si struttura nelle divisioni investimento, gestione fondi comuni per istituzioni, retail e servizi assicurativi. E’ presente in oltre 50 paesi con oltre 130.000 dipendenti. Nel 2008 rileva la fallita Lehman Brothers per 1,75 miliardi di dollari.

Presenta un fatturato totale di 36,9 miliardi di dollari, di cui circa 14 provenienti dal settore d’investimento. La sua capitalizzazione di mercato è di 33 miliardi di dollari.

Altre importanti banche d’investimento 

Quelle citate sono solo alcune delle migliori banche d’investimento al mondo, ne sono infatti presenti altrettante, i cui nomi sono facilmente riconoscibili tra gli istituti di credito più celebri dedicati ai privati. Tra questi si possono menzionare:

  • BNP Paribas, gruppo francese nato nel 2000 dalla fusione di Banque Nationale de Paris e Banque de Paris et des Pays-Bas, specializzata in retail, soluzioni per investimento e corporate; è presente in 75 paesi con oltre 192.000 dipendenti e la sua capitalizzazione è di 55 miliardi di dollari
  • UBS, più grande banca svizzera fondata nel 1862, specializzata in investimenti per istituzioni, imprese e privati; presente in 50 paesi, conta quasi 70.000 dipendenti, dislocati principalmente tra Svizzera e Stati Uniti, e ha una capitalizzazione di 46 miliardi di dollari
  • Intesa Sanpaolo, unica banca italiana tra le 65 più influenti al mondo, nata nel 2007 dalla fusione tra Banca Intesa e Sanpaolo IMI, rappresenta l’istituto più solido e affidabile sul territorio nazionale per privati, aziende ed enti vari; è presente in 25 paesi con oltre 90.000 dipendenti e ha una capitalizzazione di 37 miliardi di dollari
  • Deutsche Bank, primo istituto tedesco fondato nel 1870, specializzata in servizi d’investimento e vendita, intermediazione di titoli, mutui e assicurazioni; presente in 60 paesi, vanta oltre 90.000 dipendenti, con una capitalizzazione di 16 miliardi di dollari

A conti fatti, se uno sguardo al passato può suscitare particolare scetticismo nei confronti delle banche d’investimento, l’attuale panorama socio-economico presenta maggiore fiducia da parte di clientela e investitori corporate.

Infatti, anche durante la seconda ondata di Coronavirus non si perde di vista il progresso, tra tutti quello tecnologico: secondo BIT (Bank of International Settlements), al 2019 i crediti alternativi per società big-tech e fin-tech sono stati di circa 795 miliardi di dollari.

BMPS Banca del Monte dei Paschi di Siena

NEXI

BPER Banca

Titoli ING Group 

Mediobanca Group 

Banca Generali, dividendo e quotazione titolo

Comprare titoli azionari MPS oggi

BNL 

BPM Banca Popolare di Milano

Unicredit

Finecobank

UBI Banca

Banca Finnat 

Banca Popolare di Bari