Come Cambiare Banca e Conto Corrente: Quale ho Scelto, Come ho Fatto

La app della banca il lunedì non funzionava mai, se volevo comprare qualche azione non si capiva bene se stavo guadagnando oppure stavo perdendo soldi, il collegamento per i pagamenti con il cellulare latitava sempre, ma sopratutto se avevo un problema e telefonavo mi facevano sempre parlare con un bot, cioè una voce registrata e alla fine ho cambiato banca e conto corrente.

Oggi vi spiegheremo come fare a cambiare banca e conto e perchè a volte per pigrizia non lo facciamo , perdendo la possibilità di avere una vita molto più semplice. QUI: Banche migliori dove aprire un Conto Corrente.

La portabilità del Conto Corrente 

La portabilità del conto corrente si riferisce alla capacità di un cliente di cambiare istituto di credito mantenendo alcune delle caratteristiche del proprio conto corrente, come l’IBAN (International Bank Account Number). Questa opzione permette ai clienti di cambiare banca senza dover notificare tutti coloro che effettuano addebiti o accrediti sul loro conto.

In molti paesi, compresa l’Italia, la portabilità del conto corrente è stata introdotta per aumentare la concorrenza tra le banche e per facilitare ai clienti il passaggio da una banca all’altra. Le banche sono obbligate a fornire un servizio gratuito di trasferimento per i clienti che desiderano cambiare istituto di credito.

Ecco alcuni passi chiave del processo di portabilità:

  1. Richiesta di trasferimento: Il cliente deve fare una richiesta formale alla nuova banca per avviare il processo di portabilità del conto corrente.
  2. Informazioni dalla vecchia banca: Una volta ricevuta la richiesta, la nuova banca contatta la vecchia banca per ottenere tutte le informazioni relative al conto corrente del cliente. Questo include informazioni sugli addebiti diretti, gli accrediti e altri pagamenti periodici.
  3. Trasferimento dei fondi: Una volta ottenute tutte le informazioni necessarie, la nuova banca si coordina con la vecchia banca per trasferire i fondi dal vecchio conto al nuovo.
  4. Comunicazione ai creditori e ai debitori: La nuova banca si occuperà anche di comunicare ai creditori e ai debitori del cliente (ad esempio, aziende che effettuano addebiti diretti come bollette dell’acqua o dell’elettricità) il cambiamento di conto corrente.
  5. Chiusura del vecchio conto: Una volta completato il trasferimento, il vecchio conto corrente viene chiuso.
  6. Conferma al cliente: Infine, il cliente riceverà una conferma che il processo di portabilità è stato completato con successo.

La durata di questo processo può variare, ma in genere dovrebbe essere completato entro un certo numero di giorni lavorativi.

È importante notare che, mentre la portabilità del conto corrente rende più semplice per i clienti cambiare banca, è sempre una buona idea rivedere attentamente i termini e le condizioni della nuova banca e assicurarsi di comprendere tutte le spese e le tariffe associate al nuovo conto.

Importanza di un conto corrente, oggi

In un mondo sempre più digitalizzato e interconnesso, avere un conto corrente moderno e funzionale è diventato essenziale non solo per la gestione quotidiana delle finanze personali, ma anche per esplorare e sfruttare le nuove opportunità finanziarie. Ecco alcune ragioni per cui è importante avere un conto corrente aggiornato e adattabile alle esigenze odierne:

  1. Facilità di transazione: Grazie alle moderne piattaforme bancarie, è possibile effettuare transazioni in tempo reale, come trasferimenti, pagamenti e ricevimento di denaro, senza la necessità di recarsi fisicamente in banca.
  2. Pagamenti elettronici: In molti paesi, l’utilizzo del contante sta diminuendo in favore dei pagamenti elettronici. Avere un conto che supporta vari metodi di pagamento elettronico (come carte di credito/debito, pagamenti contactless e app di pagamento mobile) è essenziale.
  3. Gestione online: Le piattaforme di banking online consentono di monitorare il proprio conto, visualizzare estratti conto, programmare pagamenti e molte altre operazioni comodamente da casa o in mobilità attraverso smartphone e tablet.
  4. Investimenti: Molti conti correnti moderni offrono anche piattaforme di trading online, permettendo ai clienti di investire in borsa, obbligazioni, ETF e altri strumenti finanziari con pochi clic.
  5. Sicurezza: Le banche moderne investono pesantemente in tecnologie di sicurezza per proteggere i dati e le transazioni dei loro clienti. La possibilità di impostare notifiche in tempo reale per movimenti sospetti o non autorizzati aumenta la sicurezza del conto.
  6. Servizi integrati: Dai prestiti ai prodotti di assicurazione, passando per la gestione patrimoniale, molti conti correnti moderni offrono una gamma di servizi integrati che possono essere gestiti e monitorati dalla stessa piattaforma.
  7. Internazionalizzazione: Con un conto corrente moderno, è più facile gestire transazioni in valute diverse, trasferire denaro all’estero e gestire spese in viaggio grazie a carte con commissioni ridotte o nulle sul cambio.
  8. Personalizzazione: Molte banche offrono conti con funzionalità personalizzabili in base alle esigenze del cliente, come limiti di spesa, categorizzazione delle spese, obiettivi di risparmio e altro.
  9. Sostenibilità: Alcune banche offrono prodotti e servizi orientati alla sostenibilità, consentendo ai clienti di investire in progetti eco-friendly o di sostenere cause sociali.
  10. Educazione finanziaria: Con l’accesso a strumenti e risorse online, i titolari di conti moderni possono anche beneficiare di consigli e informazioni utili per una migliore gestione delle proprie finanze.

In conclusione, in un’era in cui la digitalizzazione sta trasformando rapidamente tutti gli aspetti della nostra vita, avere un conto corrente moderno e versatile è fondamentale per mantenere la propria salute finanziaria e sfruttare al meglio le opportunità offerte dall’innovazione tecnologica.

Perchè cambiare banca e conto corrente

Cambiare banca e conto corrente è una procedura che molti clienti seguono per beneficiare di condizioni migliori, servizi più adatti alle proprie esigenze o per semplice insoddisfazione verso la banca attuale. Ecco una guida passo passo su come cambiare banca e conto corrente:

  1. Valutare le proprie esigenze: Prima di tutto, è importante valutare le proprie necessità in termini di servizi bancari e caratteristiche del conto (ad es. costi, servizi online, filiali vicine, etc.).
  2. Ricerca e confronto: Una volta identificate le proprie esigenze, confronta le offerte delle varie banche. Considera costi, servizi offerti, opinioni dei clienti, la presenza o meno di filiali fisiche, e qualsiasi altro aspetto rilevante.
  3. Chiedere informazioni: Una volta selezionate una o più banche di interesse, contatta le filiali o il servizio clienti per ottenere ulteriori dettagli.
  4. Aprire il nuovo conto: Una volta scelta la nuova banca, avvia la procedura di apertura del nuovo conto corrente. Questo solitamente può essere fatto online o presso una filiale. Ti verranno richiesti vari documenti, come documento d’identità, codice fiscale e comprovante di residenza.
  5. Trasferimento dei fondi: Una volta che il nuovo conto è attivo, puoi trasferire il tuo saldo dal vecchio al nuovo conto. Questo può essere fatto attraverso un bonifico bancario.
  6. Comunicazione ai creditori/debitori: Se hai operazioni ricorrenti (come addebiti diretti o bonifici automatici) sul tuo vecchio conto, dovrai informare i tuoi creditori o debitori del cambiamento dei tuoi dati bancari.
  7. Chiusura del vecchio conto: Assicurati che tutte le operazioni pendenti sul vecchio conto siano state completate. Poi puoi richiedere la chiusura del vecchio conto corrente. Alcune banche potrebbero richiedere di recarsi in filiale per completare la chiusura, mentre altre potrebbero permettere di farlo online o tramite telefono.
  8. Conservare la documentazione: Conserva tutti i documenti relativi al tuo vecchio conto e al nuovo, almeno per un paio d’anni, nel caso ci fossero dispute o problemi.
  9. Verifica periodicamente: Durante i primi mesi, controlla regolarmente il tuo nuovo conto per assicurarti che tutte le operazioni siano state trasferite correttamente e che non ci siano problemi.
  10. Risparmio e benefici: Ora che hai un nuovo conto, valuta se ci sono vantaggi o promozioni per nuovi clienti a cui potresti aderire.

Un’ulteriore considerazione riguarda il servizio di portabilità del conto offerto da molte banche. Questo servizio permette di trasferire in maniera semplice e rapida tutti gli addebiti diretti e le domiciliazioni dal vecchio al nuovo conto, riducendo la fatica del cliente nel comunicare il cambio di dati bancari ai vari fornitori di servizi.

Ricorda che cambiare banca e conto corrente dovrebbe essere una decisione basata su un’attenta valutazione delle proprie esigenze e delle offerte disponibili sul mercato.

Come cambiare Conto Corrente: quale scegliere, come fare

Chiudere un conto corrente è una decisione che può derivare da molte ragioni, come ad esempio alti costi di gestione, insoddisfazione per i servizi offerti, o la semplice necessità di consolidare le proprie risorse finanziarie. Ecco una guida passo per passo su ciò che devi fare prima di poter chiudere un conto corrente:

  1. Verifica le condizioni contrattuali: Consulta il contratto del tuo conto corrente per capire se ci sono costi o penali legati alla chiusura del conto. Alcune banche potrebbero applicare delle penali per chiusura anticipata, in particolare se il conto è stato aperto da poco tempo.
  2. Trasferisci i fondi: Prima di chiudere il conto, assicurati di trasferire il saldo rimanente su un altro conto bancario o ritirare l’importo. Verifica che non ci siano assegni non ancora incassati o altre transazioni pendenti.
  3. Cambia i pagamenti automatici e i domiciliamenti: Se sul conto corrente hai impostato pagamenti automatici, come addebiti diretti per bollette, rate di prestiti o altri servizi, devi reindirizzarli verso un altro conto. Lo stesso vale per eventuali accrediti, come stipendi o pensioni.
  4. Restituisci carte e assegni: Prima di chiudere il conto, potrebbe essere necessario restituire alla banca tutte le carte di credito/debito associate e gli eventuali carnet di assegni non utilizzati.
  5. Verifica eventuali servizi associati: Se hai servizi accessori associati al tuo conto, come casseforti, assicurazioni o altri prodotti finanziari, assicurati di gestire anche la loro cessazione o trasferimento.
  6. Presenta richiesta di chiusura: Una volta completati i passi precedenti, puoi presentare formalmente la richiesta di chiusura alla tua banca. Questo può spesso essere fatto recandosi in filiale, ma alcune banche potrebbero offrire la possibilità di chiudere il conto anche online o via telefono. Sarà comunque necessario compilare e firmare un modulo di chiusura.
  7. Conserva la documentazione: Dopo la chiusura, conserva tutte le documentazioni relative al conto, come gli estratti conto e la conferma di chiusura, per almeno un paio d’anni in caso di eventuali dispute o necessità.
  8. Verifica la chiusura effettiva: Dopo aver richiesto la chiusura, controlla che essa sia stata effettuata e che non ci siano ulteriori addebiti o spese. Se si verificano problemi, contatta immediatamente la banca.
  9. Informa eventuali co-titolari: Se il conto corrente era condiviso con altre persone, assicurati di informarle sulla chiusura.
  10. Verifica le imposte: In alcuni paesi, la chiusura di un conto corrente o la movimentazione di grosse somme potrebbe avere implicazioni fiscali. Consulta un consulente fiscale per assicurarti di essere in regola.

Ricorda che la chiave per una chiusura senza problemi è la pianificazione e l’attenzione ai dettagli. Assicurati di aver gestito tutte le questioni pendenti prima di procedere alla chiusura effettiva del conto.

Perchè ho Cambiato Banca e Conto Corrente e Quale ho Scelto, Come ho Fatto

Posso aprire un Conto Corrente su una nuova banca se ancora ne ho uno aperto con la vecchia?

Sì, puoi aprire un conto corrente anche se ne hai già uno o più di uno con un’altra banca. Non esistono leggi che proibiscono la detenzione di più conti correnti presso banche diverse o anche presso la stessa banca. Tuttavia, ci sono alcune cose da considerare:

  1. Costi: Ogni conto corrente potrebbe avere dei costi associati, come commissioni di gestione, costi per operazioni o tariffe per servizi aggiuntivi. È importante valutare attentamente questi costi prima di aprire un altro conto.
  2. Complessità di gestione: Avere più conti potrebbe rendere la gestione delle finanze personali un po’ più complessa, specialmente se non si utilizza un sistema o un software di gestione finanziaria.
  3. Vantaggi: D’altro canto, avere più conti può offrire una maggiore flessibilità, ad esempio separando le spese quotidiane dagli investimenti o dalle riserve di emergenza. Inoltre, potresti voler approfittare di offerte promozionali o tassi di interesse vantaggiosi offerti da una nuova banca.
  4. Implicazioni fiscali: In alcuni paesi, potresti essere tenuto a dichiarare alla fiscalità gli estremi dei tuoi conti correnti, soprattutto se detieni conti all’estero. Assicurati di conoscere e rispettare le normative fiscali pertinenti.
  5. Privacy: Alcune persone preferiscono avere più conti correnti per separare determinate transazioni o per avere un livello aggiuntivo di privacy. Tuttavia, è importante notare che tutte le transazioni possono essere soggette a revisione da parte delle autorità competenti in caso di indagini.

Se stai considerando di aprire un altro conto corrente, è fondamentale fare una ricerca accurata e considerare attentamente i pro e i contro in base alle tue esigenze e circostanze personali.

Come cambiare il Conto Corrente: Quale scegliere, come fare se hai un prestito o mutuo su quella precedente

Se hai un prestito o un mutuo attivo con una banca e stai considerando di chiudere il tuo conto corrente presso la stessa banca, è essenziale prendere alcune precauzioni e passaggi specifici:

  1. Verifica le Condizioni Contrattuali: Prima di tutto, consulta il contratto del tuo prestito o mutuo. Potrebbero esserci clausole che legano il prestito o il mutuo al tuo conto corrente, come ad esempio condizioni particolari relative al debito o al tasso di interesse se il conto viene chiuso.
  2. Contatta la Banca: Parla con un consulente o un rappresentante della banca e informalo della tua intenzione di chiudere il conto. Chiedi se ci sono procedure particolari o costi aggiuntivi legati alla chiusura del conto mentre hai un prestito o mutuo attivo.
  3. Reindirizza i Pagamenti: Se il tuo prestito o mutuo viene addebitato direttamente sul conto corrente che intendi chiudere, dovrai fornire alla banca le informazioni di un altro conto bancario per i futuri addebiti. Assicurati che ci siano fondi sufficienti sul nuovo conto per coprire gli addebiti.
  4. Valuta la Rinegoziazione: In alcuni casi, potresti poter rinegoziare le condizioni del tuo prestito o mutuo con la banca, soprattutto se la chiusura del conto corrente è motivata da insoddisfazione verso i servizi bancari.
  5. Documentazione: Una volta effettuati i cambiamenti, assicurati di ottenere una documentazione scritta che confermi la modifica dei dettagli di pagamento del prestito o del mutuo.
  6. Verifica le Implicazioni Fiscali: A seconda della giurisdizione, potrebbero esserci implicazioni fiscali o requisiti di reporting associati alla chiusura di un conto bancario, soprattutto se ci sono debiti associati.
  7. Pianifica in Anticipo: Dato che cambiare i dettagli di pagamento e gestire la chiusura di un conto possono richiedere tempo, è consigliabile iniziare il processo con un certo anticipo rispetto alla data in cui desideri che il conto sia effettivamente chiuso.
  8. Conserva Tutti i Documenti: Mantieni una copia di tutti i documenti e la corrispondenza relativi alla chiusura del conto e alle modifiche al tuo prestito o mutuo. Questo ti proteggerà in caso di dispute future.

In conclusione, mentre è possibile chiudere un conto corrente quando hai un prestito o un mutuo attivo con la stessa banca, è fondamentale fare attenzione e assicurarsi che tutti i dettagli siano correttamente gestiti per evitare complicazioni o costi aggiuntivi.

Perchè ho Cambiato Banca e Conto Corrente e Quale ho Scelto, Come ho Fatto

In base a cosa devi scegliere la nuova banca 

Scegliere una nuova banca e un nuovo conto corrente è una decisione importante che dovrebbe basarsi su una varietà di fattori specifici alle tue esigenze e circostanze personali. Ecco alcuni criteri chiave da considerare quando fai la tua scelta:

  1. Costi e Commissioni: Esamina le spese associate al conto, come commissioni di gestione, costi per operazioni, tariffe per prelievo da ATM di altre banche, e spese per operazioni all’estero. Molti conti possono pubblicizzarsi come “gratuiti”, ma potrebbero avere costi nascosti.
  2. Tipo di Conto: Esistono diversi tipi di conti correnti, ognuno con caratteristiche specifiche. Alcuni potrebbero offrire tassi di interesse più elevati, altri potrebbero essere più orientati agli investimenti o avere benefici legati alla spesa.
  3. Servizi Online e Mobile: La piattaforma di banking online e l’applicazione mobile della banca sono importanti per la gestione quotidiana delle finanze. Assicurati che siano facili da usare, sicure e che offrano le funzionalità di cui hai bisogno.
  4. Accesso fisico: Sebbene molte operazioni bancarie possano ora essere eseguite online, considera la presenza e la comodità delle filiali e degli ATM. Questo può essere particolarmente importante se preferisci interagire di persona o se fai spesso depositi in contanti.
  5. Servizio Clienti: L’efficienza e la disponibilità del servizio clienti sono cruciali. Puoi fare una piccola ricerca online per leggere recensioni sulla banca o chiedere ad amici e familiari le loro esperienze.
  6. Prodotti e Servizi Aggiuntivi: Valuta altri prodotti o servizi che la banca offre, come carte di credito, prestiti, mutui, assicurazioni, e servizi di investimento.
  7. Sicurezza: Assicurati che la banca abbia buone misure di sicurezza per proteggere i tuoi fondi e le tue informazioni. Questo include protezione da frodi, cifratura delle transazioni online e garanzie in caso di accessi non autorizzati.
  8. Benefici e Offerte Promozionali: Alcune banche potrebbero offrire incentivi per attirare nuovi clienti, come bonus in contanti, tassi di interesse promozionali o altri benefici. Sebbene questi possano essere attraenti, assicurati di leggere attentamente le condizioni.
  9. Condizioni per Overdraft e Prestiti: Se ritieni di utilizzare spesso il fido o di richiedere prestiti, controlla le condizioni offerte dalla banca in termini di tassi di interesse e condizioni di rimborso.
  10. Reputazione e Stabilità: La reputazione e la stabilità finanziaria della banca possono influire sulla tua decisione. Una banca con una lunga storia e buone recensioni potrebbe offrire maggiore tranquillità.
  11. Aspetti Etici: Alcune persone preferiscono banche che investono in modo responsabile o che non finanziano particolari settori o progetti. Esistono banche “etiche” o “sostenibili” che si focalizzano su pratiche finanziarie responsabili.

Ricorda che la scelta della banca e del conto corrente dovrebbe riflettere le tue esigenze individuali. Dedica del tempo a confrontare le offerte, a leggere le condizioni e a valutare ciò che è più importante per te. Se necessario, potresti anche consultare un consulente finanziario per una guida esperta.

Ecco quale conto ho scelto

Ho scelto un conto corrente Fineco, naturalmente.

Come si può vedere dai dati pubblicati,  è la banca italiana più sicura a livello di CET 1 Ratio, ha il conto con recensioni più positive di praticamente tutti i clienti e ha un conto con cui si possono fare investimenti.

Per non parlare dell’assistenza, considerata la migliore in Italia.

Come mi trovo? Sono talmente soddisfatto che ormai ce l’ho da 3 anni e non ho più cercato altro.

Quale conto scegliere una volta cambiata banca: ecco le migliori banche dove aprire un conto corrente.

Banca Migliore Dove Aprire un Conto Corrente Titoli

Di seguito la Classifica dei migliori CONTI CORRENTI TITOLI che servono anche ad investire, classifica fatta in base a questi parametri.
Pos.BancaOpinioni
Clienti
CET1 RATIOUsab.Voto
1Fineco10/1020% 109,5/10
2MPS

9/1016,9% 08/10
3Intesa San Paolo 7/1013,5% 77,5/10
4Unicredit8/1014,9% 77,5/10
5Webank ( Banco BPM) 8/1013,50% 7,57,5/10
6Conto You, Banco BPM8/1013,83% 7,57,5/10
7 Banca Sella 7,5/10 18,36% 8,5 7,5/10

Sotto: i migliori conti correnti per giovani con agevolazioni

Miglior Conto Corrente per Giovani

PosizioneNomeSpese Canone ContoSpese Canone CartaPossibilità di investimenti
1 Conto Fineco under 300€0 €
2Widiba start under 300€0€No
3Hello Bank Young0€0€No
4Hype0€0€No
5Credit Agricole0€0€
6N260€0 euroNo
7Credem0€ primo anno
azzerato under 35
8 euro al mese
0€
8BPER Banca0€18€ annoNo ( devi aprire
un conto trading
apposito per
investire)

come cambiare Conto Corrente: Quale scegliere, come fare

Di seguito, i migliori conti aziendali / conti business ( solo se hai un’azienda o partita IVA) 

Miglior Conto Aziendale / Migliore Conto Business

Ecco il migliore conto corrente aziendale o Conto Business offerto dalle piùà importanti banche italiane
BancaConto BusinessCostiServizi
Fineco BankBusinessA partire da 25 euro/meseCarta di credito, carta di debito, bonifici, assegni, conti correnti, servizi online e app mobile
Intesa SanpaoloBusiness OneA partire da 10 euro/meseCarta di credito, carta di debito, bonifici, assegni, conti correnti, servizi online e app mobile
UniCreditBusiness ClassicA partire da 15 euro/meseCarta di credito, carta di debito, bonifici, assegni, conti correnti, servizi online e app mobile
Banco BPMBusiness OneA partire da 10 euro/meseCarta di credito, carta di debito, bonifici, assegni, conti correnti, servizi online e app mobile
BPER BancaBusinessA partire da 12 euro/meseCarta di credito, carta di debito, bonifici, assegni, conti correnti, servizi online e app mobile
Qonto3 tipi di BusinessDa 9 a 39 €/meseFatturazione elettronica, Fatturazione, Conto, carte + carte illimitate, strumenti per la contabilità automatizzati ecc.
Conto Banca Sella 2 tipi di Business- 13 euro a trimestre

- 31,75 euro a trimestre

Carta gratuita primo anno

Risorse Utili:

ARTICOLI CORRELATI:

 

 

 

 

Dal 2014 scriviamo di finanza, economia, investimenti, prestiti, banche. Scriviamo recensioni e guide su: investimenti , trading online, operazioni di borsa, prestiti, facciamo recensioni di prodotti finanziari cercando di spiegare al lettore in modo semplice ed intuitivo il mondo e le notizie della finanza italiana ed internazionale. "La finanza al servizio del consumatore" è il Nostro motto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.