Novità Conti Correnti Bancari e Pagamenti Digitali: Cosa Cambia

Entra nel vivo in questi giorni l’attuazione della nuova Direttiva Europea sui servizi di pagamento digitale, già in vigore dal 13 gennaio 2018. Ancora poco visibili gli effetti, eccetto per milioni di correntisti che, nelle ultime settimane, stanno ricevendo lettere da parte delle proprie banche affinchè si adeguino ai nuovi sistemi di autenticazione. Tra le varie modifiche delle condizioni contrattuali, alcuni istituti di credito prevedono anche nuovi costi a carico dei clienti. Il nuovo regolamento delegato 389/2018 verrà applicato dal 14 settembre 2019.

Conti correnti bancari e pagamenti: cosa cambierà con la nuova legge?

In vigore già dal 13 gennaio 2018, si sta attuando in questi giorni la PSD (payment services directive), la nuova Direttiva Europea sui servizi di pagamento digitale. Tale regolamento, che verrà ufficialmente applicato dal 14 settembre 2019, prevede varie modifiche alle condizioni contrattuali di numerosi istituti di credito italiani, tra cui anche sul piano tariffario.

Sul lato pratico miglioramenti verranno applicati alla sicurezza dei conti correnti: la otp (one-time password) continuerà ad essere utilizzata in alcuni casi, specialmente per cellulari di vecchia generazione che riceveranno sms, mentre l’autenticazione a due fattori sarà rafforzata e diventerà SCA (strong customer authentication). Quest’ultima sarà lo standard di sicurezza per siti e-commerce e transazioni digitali in generale, utilizzando nuovi criteri di protezione:

  • inherence, qualcosa che fa parte dell’aspetto estetico del cliente, come impronte digitali o lineamenti del viso ( possibile per pagamenti con smartphone
  • knowledge, qualcosa che solo il cliente conosce, come pin o eventuali informazioni segrete
  • possession, qualcosa che solo il cliente possiede, come il token o il cellulare

Centinaia di migliaia di venditori digitali europei dovranno adeguarsi, aggiornando i loro processi di pagamento, alla nuova Direttiva applicata da settembre: qualora non lo facessero le transazioni non verrebbero accettate, quindi nessun pagamento verrebbe ricevuto.

Tuttavia, secondo la PSD ci saranno casi di esenzioni sull’utilizzo del nuovo standard di autenticazione. Tali casi di esenzione possono essere:

  • Importo ridotto
  • Frequenza assidua di acquisto
  • Affidabilità del canale di pagamento utilizzato

Secondo Il Sole 24 Ore, arriveranno sul mercato europeo nuovi agenti che immagazzineranno big data dai correntisti, per offrire loro nuovi servizi di tesoreria. Oltre a ciò, di contro per i correntisti ci sarà il fatto che molti servizi bancari avranno dei costi maggiorati, al fine di soddisfare le richieste della nuova legge: questi saranno dovuti all’utilizzo di tecnologie all’avanguardia e al passo coi tempi.

Mastercard ha svolto un sondaggio in merito alla preparazione alla normativa in 17 paesi europei: il 75% dei commercianti non è nemmeno a conoscenza della direttiva di sicurezza, mentre della restante percentuale solo il 14% è già in regola con i requisiti.

Novità Conti Correnti Bancari e Pagamenti Digitali: Cosa Cambia

 

Direttiva Europea, cosa cambierà per le banche?

Alcune banche italiane come Intesa San Paolo e Unicredit e servizi di pagamento internazionale come Stripe stanno già affrontando a loro modo il processo di aggiornamento richiesto dalla Direttiva:

Intesa San Paolo

L’istituto di credito di Torino Intesa San Paolo, sta già facendo uscire di scena 4 milioni di dispositivi O-key, in quanto non più compatibili con i nuovi standard di sicurezza, sostituendole con O-key smart per persone fisiche e O-key sms per persone giudiriche. Questi due nuovi dispositivi prevedono l’utilizzo di un codice di autorizzazione univoco per ogni singola operazione. Nel mentre pensa anche al 5% di clienti con cellulari di vecchia generazione, con un servizio di codici via sms dal canone annuale di 10 euro.

Unicredit

La più grande banca multiservizi e multicanale italiana, l’Unicredit,  sta facendo uscire di scena le sue Password Card, dando più spazio all’utilizzo di smartphone e nuove tecnologie più moderne e sicure. Sarà operativa una nuova modalità di accesso e validazione online con Unicredit Pass e Mobile Token in grado di generare password usa e getta, oltre ad autorizzazioni attraverso notifiche sulla app mobile della banca.

Stripe

Il circuito di pagamento internazionale sta per lanciare nuovi servizi e aggiornamenti per rendere più pratico l’utilizzo della SCA, guidando gli esercenti online all’implementazione dei loro metodi di pagamento in totale autonomia:

  • API payment intents, API per pagamenti dinamici che consente alle aziende di creare i propri moduli per il pagamento, con la possibilità di accettare accessi anche da Apple Pay, Google Pay o Samsung Pay
  • Checkout, pagina di pagamento ottimizzata alla SCA, integrabile da parte dei commercianti con delle righe di codice
  • Billing, pacchetto di servizi in abbonamento che identifica quali di essi richiedano la SCA, con mail personalizzabili per i clienti qualora siano richieste autorizzazioni aggiuntive
  • Supporto di esenzione, con scansione automatica delle transazioni e attivazione della SCA solo quando necessario

Open banking e questione privacy

Il 14 settembre 2019, data in cui si applicherà il regolamento delegato 389/2018, si avvierà un vero e proprio processo di open banking: le banche europee non potranno più rifiutare di declinare i dati dei conti corrente quando richiesti da società terze, sempre però dopo esplicito consenso da parte dei correntisti. Questo anche a causa dell’ingresso sul mercato di società di big data, che aggregheranno informazioni sui conti correnti al fine di offrire le loro soluzioni di tesoreria.

In un caso analogo alla normativa europea sul Regolamento Generale sulla Protezione Dati (GDPR) di maggio 2018, anche questa trasformazione porterà ad una maggiore consapevolezza del cliente, che dovrà di conseguenza essere sempre più attento e vigile nel leggere le condizioni generali di siti, app o servizi vari prima di concedere la sua autorizzazione.

Sono sostanzialmente 3 i fattori che possono modificare l’approccio di acquirenti e clienti, favorendo o distogliendo dall’intento:

  • possibilità di esenzione alla SCA
  • possibilità di effettuare operazioni bancarie e ricevere informazioni a riguardo senza bisogno di accedere alla propria piattaforma bancaria
  • possibilità da parte di società terze di reperire i propri dati sensibili

Novità Conti Correnti Bancari e Pagamenti Digitali: Cosa Cambia 

Se da un lato le transazioni finanziarie saranno più sicure e protette contro frodi o violazioni di denaro grazie alla strong customer authentication quando c’è da fare un pagamento con dispositivo mobile, per esempio, lo stesso non si può dire dei propri dati personali e del diritto alla privacy: sarà per questo molto più importante la lettura di determinate condizioni al fine di evitare episodi di consenso implicito, nonché di situazioni problematiche per il cliente.

Scopri il Conto Corrente che fa per te:

Hello Money

FINECO

ARANCIO ING DIRECT

C/C Yellow Che Banca!

Banca Monte dei Paschi di Siena a costo zero

C/C Widiba

C/C Mediolanum

Posta Click   

Libretto di Risparmio Postale

N26

Conto AMAZON online

C/C per Giovani e Studenti

Findomestic 

Dove Trovare il Codice IBAN

L'Economia e la Finanza dalla parte del consumatore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *