POS più Convenienti per Commercianti per Fare Pagamenti Digitali

Viste le tante polemiche che ci sono a livello politico sull’obbligatorietà di avere un POS per i commercianti, le lamentele sui costi, le lamentele di chi pensa che senza POS i commercianti evadano tutti le tasse ( come se fino a pochi anni fa che non esisteva il POS nessuno pagasse le tasse), nell’articolo di oggi scopriremo insieme i migliori POS per commercianti, valutandone caratteristiche, funzionalità e costi.

Il mercato è ormai pieno di terminali elettronici per fare pagamenti elettronici , ma questi hanno un costo per gli esercenti, che di riflesso cercano le soluzioni più economiche in base alle loro esigenze e non solo per accettare carte e bancomat. Considerando prestazioni e versatilità, quali sono i POS più convenienti per professionisti e piccole e medie imprese?

Cos’è il POS e a cosa serve?

Acronimo di point of sale o chiamato anche terminale di pagamento, il POS è uno strumento digitale che consente di effettuare pagamenti elettronici, utilizzato nella vendita di prodotti o servizi verso cittadini e consumatori.

Impiegato in transazioni B2C o B2B, vede i suoi principali utilizzatori in:

  • Esercenti commerciali
  • Liberi professionisti
  • Imprese artigianali
  • Imprese di servizi
  • Spacci all’ingrosso
  • Enti di pubblica amministrazione
  • Coltivatori e allevatori

Fornito da banche o gruppi bancari e collegato direttamente ai loro centri d’elaborazione con cui effettua le transazioni, è dotato di batteria ricaricabile, schermo e tastierino numerico fisico o touch e necessita di connessione internet per funzionare: se i modelli più datati richiedevano cavi per essere connessi, quelli più recenti fruiscono di wifi e connessioni mobili collegandosi in bluetooth con lo smartphone.

E’ quindi ideale anche lontano dall’esercizio commerciale, ad esempio in fiere, mercatini e altri eventi. Inviando ricevute digitali via mail/sms, può essere munito anche di stampante portatile per scontrini cartacei. Con banda magnetica, microchip o sensore Nfc per pagamenti contactless, accetta transazioni sui principali circuiti da:

  • Carte di credito, debito e prepagate
  • Vari eWallet smartphone
  • Dispositivi wearable bluetooth

Inoltre, molti modelli offrono anche funzionalità come:

  • Ricariche telefoniche
  • Pagamento bollettini o bollo auto
  • Ricarica abbonamenti
  • Registrazione account gioco

Il suo utilizzo prevede spesso un canone periodico, variabile a seconda di tipologie e funzionalità, e commissioni sul transato, sull’ammontare di pagamenti ricevuti, che si aggiungono al prezzo d’acquisto. Chiunque abbia un POS può informare la clientela con l’apposito adesivo all’ingresso del locale o sulla cassa, per mettere a proprio agio chiunque non disponga di denaro contante al momento.

I 5 POS più convenienti per commercianti, PMI e professionisti

Qualsivoglia siano le esigenze di esercenti e professionisti, la scelta del loro POS passa per una serie di fattori imprescindibili:

  • Costi d’acquisto
  • Canoni
  • Commissioni
  • Modalità di registrazione
  • Modalità e circuiti di pagamento accettati
  • Tempi d’accredito
  • Connettività
  • Autonomia
  • Possibilità di stampare ricevute
  • Funzioni extra

Sono questi che rappresenteranno l’effettiva convenienza dello strumento, che sarà ovviamente soggettiva a seconda delle principali necessità. In ogni caso, i migliori POS di seguito sono presentati a scopo orientativo, starà poi al professionista fare la scelta finale, in autonomia o consultandosi con soggetti terzi.

costo pos sumup
Sopra un Pos Sumup Air

SumUp Air

Terminale compatto, è la versione più piccola dei POS SumUp, che utilizza la connessione dello smartphone con app dedicata per eseguire le transazioni. Particolarmente economico, presenta commissioni agli accrediti rilevanti ma un costo d’acquisto ridotto e nessun canone, è quindi consigliato a PMI con transazioni elettroniche fino a 1.200 euro/mese. Da notare anche batteria e le varie funzionalità extra.

  • Costo: 19,99 euro
  • Canone: nessuno
  • Commissioni: 1,95%/transazione
  • Accredito: entro 2 giorni lavorativi
  • Circuiti accettati: Visa, Mastercard, Maestro, Amex, Unionpay, Diners Club, Discover, V-Pay, Apple Pay, Google Pay
  • Contactless: si
  • Connettività: smartphone
  • Dimensioni: ridotte
  • Tastierino: fisico
  • Stampante: no, solo ricevute sms
  • Autonomia: fino a 500 transazioni consecutive
  • Extra: catalogo, negozio online, pagamenti a distanza, fatturazione elettronica, creazione buoni regalo, possibilità di avere SumUp Card
prezzi pos nexi
Sopra: il Pos Nexi

Nexi SmartPOS Mini

Proveniente da un’importante storia italiana, questo POS è il più ridotto e versatile della gamma Nexi ( BIT: NEXI ) perchè consente elevata connettività grazie allo slot SIM e mette a disposizione due piani tariffari a seconda dell’utilizzo. Vi è inoltre la possibilità di installare app terze per ampliare le sue funzionalità, e c’è anche la stampante per le ricevute cartacee. E’ ideale per libere professioni o esercenti in eventi o fiere.

  • Costo: 79,99 euro
  • Canone: 29,00 euro/mese, offerta 14,50 euro/mese
  • Commissioni: da 0,99% a 2,29% per Italia+, da 0,69% a 2,29% per Classic+
  • Accredito: entro 1 giorno lavorativo
  • Circuiti accettati: PagoBancomat, Visa, Mastercard, Maestro, Unionpay, JCB, V-Pay, Apple Pay, Google Pay
  • Contactless: si
  • Connettività: smartphone o SIM dati
  • Dimensioni: medie
  • Tastierino: touch
  • Stampante: integrata
  • Autonomia: fino a 300 transazioni consecutive
  • Extra: pagamenti a distanza, fatturazione elettronica, buoni regalo, creazione campagne sconto, gestione promemoria, creazione sondaggi, firma digitale
pos axerve costi prezzi
pos axerve costi prezzi

Axerve Easy a canone

Dalle dimensioni medie e con aspetto professionale e moderno, questo POS Axerve è caratterizzato dall’assenza di commissioni ma canone fisso in base al transato, rispetto alla sua controparte che addebita commissioni ma non il canone. Includendo una SIM dati con traffico incluso, è ideale in negozio o in mobilità per tutti i commercianti e liberi professionisti anche in trasferta, con volume di pagamenti elettronici fino a 30.000 euro/mese.

  • Costo: nessuno, 16,00 euro imposta bollo
  • Canone: comodato uso, 17,00 euro/mese fino a 10.000 euro, 22,00 euro/mese fino a 30.000 euro, primi 2 mesi gratuiti
  • Commissioni: nessuna, +1% su importi eccedenti canone
  • Accredito: entro 2 giorni lavorativi
  • Circuiti accettati: PagoBancomat, Visa, Mastercard, Maestro, V-Pay, Hype, Apple Pay, Google Pay, Samsung Pay
  • Contactless: si
  • Connettività: SIM dati
  • Dimensioni: medie
  • Tastierino: touch
  • Stampante: integrata
  • Autonomia: fino a 7 ore
  • Extra: resoconto saldo e transazioni
pos zetle, caratteristiche e prezzi
Sopra: il Pos Zettle 2

Zettle 2

Presentato da Paypal ( NASDAQ: PYPL ),  questo POS portatile è assolutamente versatile grazie alle sue dimensioni compatte, accettando pagamenti dalle principali carte e circuiti elettronici da smartphone. Senza canone né costi d’attivazione, prevede solo commissioni variabili in base al transato, è quindi consigliato a imprenditori, commercianti e professionisti con volumi di pagamenti elettronici di almeno 6.000 euro/mese.

  • Costo: 29,00 euro
  • Canone: nessuno
  • Commissioni: 2,75%, decrescente fino a 1,00%
  • Accredito: entro 2 giorni lavorativi
  • Circuiti accettati: PagoBancomat, Visa, Mastercard, Maestro, Amex, Unionpay, Diners Club, JCB, V-Pay, Apple Pay, Google Pay, Samsung Pay
  • Contactless: si
  • Connettività: smartphone
  • Dimensioni: ridotte
  • Tastierino: fisico
  • Stampante: no, solo ricevute sms
  • Autonomia: fino a 8 ore o 100 transazioni consecutive
  • Extra: contabilità e statistiche, catalogo e inventario, creazione sconti, profili personalizzati
pos my pos go prezzo caratteristiche
Sopra il Pos di myPos Go , sotto il prezzo e le caratteristiche tecniche

MyPOS Go

Terminale di medie dimensioni dall’aspetto retrò, è un POS che funziona in autonomia senza l’ausilio di smartphone grazie alla SIM dati integrata. Versatile e comodo da trasportare, non presenta canoni mensili bensì commissioni sulle transazioni e per inattività prolungate, è comunque consigliato a PMI, esercenti e professionisti anche in fiere e mercati o con volumi operativi ridotti.

  • Costo: 39,00 euro
  • Canone: nessuno
  • Commissioni: da 1,20% a 2,55% in area euro, 2,85% in area extra-euro, 10,00 euro per inutilizzo per 10 mesi consecutivi, 3,00 euro per trasferimento fondi, 2,00 euro per prelievo fino a 300,00 euro, 4,00 euro per importi superiori
  • Accredito: entro 2 giorni lavorativi
  • Circuiti accettati: PagoBancomat, Visa, Mastercard, Maestro, Amex, Unionpay, JCB
  • Contactless: si
  • Connettività: SIM dati
  • Dimensioni: medie
  • Tastierino: fisico
  • Stampante: no, solo ricevute sms
  • Autonomia: fino a 6 ore
  • Extra: resoconto attività, controllo saldo, statistiche

Conclusioni

Secondo Bankitalia, al 2021 (ultimi dati disponibili) in Italia vi sono circa 3,7 milioni di POS installati, con medie di 1.009 operazioni/terminale e importo di 61,00 euro. A far tornare l’attenzione su di essi è la manovra del Governo Meloni sull’obbligo di pagamento elettronico per importi superiori ai 60,00 euro, sicuramente destinata a successive modifiche.

A conti fatti, esaminando i POS più convenienti per commercianti, PMI e professionisti, emerge che specialmente fuori dal proprio esercizio sono strumenti estremamente utili e versatili, per automatizzare e semplificare le transazioni. La loro convenienza dipenderà però da operatività, connettività e necessità di funzionalità speciali, sarà quindi preoccupazione degli esercenti trovare i modelli migliori.

Risorse Utili:

La Finanza dalla parte del piccolo investitore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.