Conto Corrente Bancoposta Recensione e Opinioni 2023

In un’epoca in cui il fattore economico ha la priorità assoluta su tutto, avere un conto corrente è ormai un connotato essenziale per svolgere tutte le attività finanziarie di cui si ha bisogno. Sul mercato ce ne sono svariati e oggi scopriremo insieme il conto corrente BancoPosta, comprendendone le principali caratteristiche e funzionalità.

Proprietà di Poste italiane ( BIT: PST ) è in cinque varianti, con diverse opzioni a seconda delle esigenze e la possibilità di ridurre il canone mensile, operatività online ma con la possibilità di recarsi in ufficio in caso di necessità. Un prodotto completo, anche per accreditare stipendio e pensione. Entrando nel merito, come funziona il conto corrente BancoPosta?

Conto Corrente Bancoposta Recensione e Opinioni 2023

Cos’è un conto corrente

Per conto corrente, si intende un prodotto bancario basilare che si occupa di raccolta del risparmio, con il quale il cliente può svolgere tutte le attività finanziarie di cui ha bisogno. In Italia è disciplinato dagli artt. 1823, 1852 e 1857 del c.c..

Presentato dagli istituti creditizi, è rivolto a privati e aziende e può essere di due tipologie:

  • Tradizionale, permette di svolgere operazioni in filiale o online
  • Online, permette di svolgere operazioni solo via canali telematici come sito ufficiale o app smartphone

Prevedendo solitamente un canone per i servizi goduti, principali operazioni disponibili in un conto corrente, impossibili senza di esso, sono:

  • Pagamenti online e offline
  • Prelievi e versamenti
  • Bonifici in entrata e uscita
  • Pagamento utenze
  • Accredito stipendi/pensioni
  • Accesso a finanziamenti
  • Monitoraggio spese
  • Polizze assicurative
  • Investimento sui mercati finanziari

L’operatività è consentita grazie anche a carte di debito, solitamente incluse nel canone, o di credito, che possono prevedere costi extra. E’ un conto non-remunerativo, nonostante alcune banche presentino conti correnti che consentano di maturare interessi sulle giacenze, similmente ad un conto deposito. E’ riconosciuto attraverso un codice IBAN, che ne identifica anche le transazioni.

Solitamente in forma modulabile, i servizi nel conto corrente possono essere scelti in fase di sottoscrizione, si può quindi considerare uno strumento essenziale e adatto a tutte le categorie di risparmiatori e investitori. L’aliquota fiscale è al 26%.

Cos’è e cosa offre BancoPosta

Presentato da Poste Italiane nel 2000, BancoPosta è un conto corrente e uno dei principali prodotti dell’ente, nel tempo divenuto equiparato in modo crescente ai maggiori strumenti finanziari delle banche. E’ disciplinato da D.P.R. 156/1973 e D.P.R. 144/2001. E’ accessibile sia online, da area riservata su sito Poste.it o da app omonima per Android e iOS, che negli oltre 12.000 uffici postali in Italia.

BancoPosta può associare le carte prepagate Postepay e Postepay Evolution, oltre all’identità PosteID per lo SPID. Oltre a svolgere le principali operazioni finanziarie, consente di aprire libretti di risparmio postali, con cui a loro volta si possono sottoscrivere Buoni Fruttiferi Postali.

E’ disponibile in cinque varianti, a seconda delle esigenze dei correntisti:

  • Start Giovani, per soggetti under 30
  • Start, per le principali esigenze
  • Medium, per operazioni frequenti
  • Plus, con carta di credito inclusa nel canone
  • Premium, per clienti con contratto PostePremium

Tutti prevedono la presenza di carta di debito Postepay, su circuito Mastercard, inclusa nel canone e compatibile coi principali wallet digitali come Apple Pay o Google Pay.

Per Start Giovani, Start e Medium è disponibile una promozione che consente di azzerare il canone per i primi 18 mesi con apertura online entro il 31/07/2023, è tuttavia possibile ridurlo o azzerarlo in seguito rispettando alcune condizioni, tra cui l’accredito stipendio, mentre con accredito stipendio o pensione entro il 30/09/2023 si parteciperà ad una promozione a premio sicuro, ricevendo un buono Amazon da 50,00 euro direttamente nell’area personale.

Poste Italiane da’ inoltre la possibilità di cambiare la variante scelta, mantenendo lo stesso IBAN, basterà recarsi all’ufficio postale per effettuare la procedura senza costi. Con la consulenza Poste si possono infine aggiungere prodotti extra come soluzioni d’investimento e polizze assicurative.

Da ricordare anche il servizio clienti Poste, al numero gratuito 0645263322, disponibile con operatore lunedi-sabato festivi esclusi ore 8.00-20.00 o con assistente digitale attivo 24/7, in chat o direttamente con form di richiesta da sito ufficiale. Partecipata da Cassa Depositi e Prestiti al 35% e dal MEF al 29,26%, Poste Italiane vede questi due enti anche come garanzia per BancoPosta.

Come aprire il conto BancoPosta

Il conto corrente BancoPosta può essere aperto attraverso i canali online o in maniera tradizionale, saranno necessari solo documento d’identità valido e codice fiscale:

  • Da sito o app, scegliendo la variante preferita, accedendo con le proprie credenziali o SPID, compilando informazioni anagrafiche e finanziarie e concludendo con la firma digitale
  • In ufficio postale, prendendo appuntamento telefonicamente o online

Requisiti imprescindibili saranno invece maggior età e residenza italiana.

Costi e caratteristiche principali BancoPosta

Di seguito le principali caratteristiche ed i costi del conto corrente BancoPosta, suddivisi per le sue varianti:

Start Giovani

Start

Medium

Plus

Premium

Canone mensile

2,00 euro, nessuno per 18 mesi per aperture online entro il 31/07/2023

7,00 euro,  nessuno per 18 mesi per aperture online entro il 31/07/2023

8,00 euro,  nessuno per 18 mesi per aperture online entro il 31/07/2023

10,00 euro

Nessuno

Riduzione canone

-1,00 euro con accredito stipendio o bonifico di almeno 700,00 euro

-1,00 euro possedendo Postepay Evolution

-2,00 euro con Partita IVA e BancoPosta Business Link

-2,00 euro con accredito stipendio o bonifico di almeno 700,00 euro

-1,00 euro con patrimonio superiore o uguale a 5.000 euro validato MIFID

-3,00 euro con Partita IVA e BancoPosta Business Link

-2,00 euro con accredito stipendio o bonifico di almeno 700,00 euro

-2,00 euro con patrimonio superiore o uguale a 10.000 euro validato MIFID

-3,00 euro con Partita IVA e BancoPosta Business Link

-2,00 euro con accredito stipendio o bonifico di almeno 700,00 euro

-3,00 euro con patrimonio superiore o uguale a 20.000 euro validato MIFID

-3,00 euro con Partita IVA e BancoPosta Business Link

Nessuna

Apertura

Online e filiale

Filiale

Condizioni

Nessuna

Aver sottoscritto contratto PostePremium

Carte incluse

Debito Postepay

Debito Postepay

Credito classica

Debito Postepay

Credito Premium (80,00 euro/anno in caso di recesso da Postepremium)

Carte aggiuntive

Credito classica 44,00 euro/anno

Credito Oro 70,00 euro/anno

Credito Oro 70,00 euro/anno

Nessuna

Libretto assegni

Primo carnet incluso

3,00 euro carnet successivi, 10,00 euro dopo i 30 anni

10,00 euro

Primo carnet incluso

10,00 euro carnet successivi

Prelievo

Gratuito con carta debito Postepay presso ATM Poste

1,75 euro presso ATM altre banche

Versamento

Gratuito

Bonifico

Gratuito SEPA online

5,00 euro SEPA da sportello

2,00 euro SEPA istantaneo

7,50 euro + 0,15% extra-SEPA

Ricarica Postepay

1,00 euro

Cambio variante

Gratuita

Accredito stipendio/pensione

Gratuito

Domiciliazione utenze

Gratuita

Imposta bollo

34,20 euro/anno per giacenze superiori ai 5.000 euro

Ritenuta fiscale

26%

Estratto conto

Gratuito online e cartaceo

Comunicazioni periodiche

Gratuita online e cartacea

 

Conto Corrente Bancoposta Recensione e Opinioni

Vediamo se conviene aprire un conto BancoPosta

Secondo dati interni, sono circa 35 milioni i clienti Poste Italiane, con circa 562 miliardi di euro di attività finanziarie totali. Un dato che fa già pensare all’assoluta validità di BancoPosta e tutti i prodotti suppellettili, considerando:

  • Facilità d’accesso per tutte le categorie di pubblico
  • Accessibilità sia online che all’ufficio
  • Vasta gamma di servizi disponibili
  • Possibilità di riduzione del canone
  • Circuito Mastercard accettato nella maggior parte degli esercizi
  • Flessibilità della variante scelta
  • Possibilità di aprire libretti e Buoni Fruttiferi
  • Accesso e autorizzazione operazioni con autenticazione a due fattori
  • Possibilità di avere consulenza per i servizi

Prima di giungere a conclusioni affrettate occorre però considerare i punti deboli segnalati dagli stessi clienti Poste Italiane:

  • Servizio clienti non sempre disponibile seppur negli orari indicati
  • Assistenza poco efficiente e poco esaustiva
  • Lentezza e ripetuti down di sistema che limitano l’accesso ai canali telematici
  • Ripetute autorizzazioni errate da autenticazione a due fattori
  • Personale non sempre preparato negli uffici postali
  • Difficoltà d’apertura di prodotti aggiuntivi o del conto in se
  • Difficoltà nel riconoscere sms ufficiali da tentativi di phishing
  • Rischio di storno nei bonifici in uscita
  • Mancata comunicazione di eventuali cambi tariffari
  • Potenziali addebiti poco chiari

A questo si aggiungono anche le criticità dell’app BancoPosta, che può presentare svariati problemi d’accesso e operatività, considerando anche la compatibilità solo parziale con alcuni smartphone, specialmente più datati.

A conti fatti, sono specialmente queste le problematiche che compromettono in modo significativo i punti forti del servizio, facendo immaginare quanto BancoPosta sia ideale solo per operazioni essenziali ma non per funzioni avanzate, per le quali si consigliano altre banche più efficienti e al passo coi tempi.

Per tale ragione, si può dire che nonostante i costi ridotti e l’accessibilità il conto corrente BancoPosta non sia assolutamente conveniente, poiché sofferente di forti difetti strutturali che perdurano da tempo. Tristemente, ciò avviene indifferentemente dalla lunga storia di Poste Italiane che, con un fatturato 2022 di 31,88 miliardi di euro, ha rappresentato e ancora rappresenta una grande realtà nazionale, garantita da MEF e CDP che ne sono i principali azionisti.

In ogni caso, qualora si richieda assistenza diretta e ci si voglia recare in ufficio postale per maggiore chiarezza, è sempre consigliato prendere appuntamento anticipatamente dai canali digitali, per risparmiare tempo ed evitare lunghe file agli sportelli.

Risorse Utili

ARTICOLI CORRELATI

 

Bollettini Online di Poste Italiane, Come Funzionano?

Bollettini Online di Poste Italiane, Come Funzionano?

I bollettini postali sono tra i metodi di pagamento più comuni di Poste Italiane (

Azioni Poste italiane: un investimento conveniente?

Azioni Poste italiane: un investimento conveniente?

I titoli azionari di Poste italiane anno guadagnato quasi il + 30% in appena 6

Buoni Fruttiferi Postali di Poste italiane, la pubblicità è veritiera?

buoni fruttiferi postali

Da circa 3 settimane Poste Italiane fa una massiccia campagna pubblicitaria per i Buoni Fruttiferi…

Come Avere un Finanziamento con Postepay Evolution

Come avere un finanziamento con Postepay Evolution

Per ottenere un prestito con Poste Italiane utilizzando la Postepay Evolution, segui questi passaggi: Informazioni…

Libretti Postali o Buoni Fruttiferi? Dove Conviene Tenere i Soldi dei Risparmi?

Libretti Postali o Buoni Fruttiferi? Dove Conviene Tenere i Soldi dei Risparmi?

Italiani popolo di risparmiatori ma meno di investitori, per via della paura di perdere i…

Conto Deposito o Buoni Postali: Dove Sono i Rendimenti Migliori

Conto Deposito o Buoni Postali: Dove Conviene mettere i soldi nel 2019

Dove conviene mettere i Nostri soldi, in un Conto Deposito o in Buoni Fruttiferi Postali?…

Buoni Fruttiferi Postali per Minorenni: recensione e opinioni: Convengono?

buoni fruttiferi per minorenni

Perché comprare Buoni fruttiferi postali per i minorenni? Per realizzare i loro piccoli e grandi…

La Finanza dalla parte del piccolo investitore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.