Migliori prestiti di Poste Italiane: interessi, BancoPosta, Postepay,

I migliori prestiti di Poste italiane, tra BancoPosta e Postepay e gli altri tipi di finanziamento personale, come ottenere un prestito da Poste italiane con Bancoposta, o con Conto Banco Posta Click se non si ha un lavoro fisso? Conviene prendere un prestito con Poste? Di seguito andiamo a scoprire i migliori prestiti di Poste italiane.

Una diffusione capillare sul territorio grazie ai centinaia di uffici postali ubicati in tutte le città piccole o grandi dell’Italia.
Un brandnoto alla stragrande maggioranza delle persone, giovani e anziani. Sono solo alcuni dei punti di forza di PosteItaliane, uno degli operatori finanziari a cui ci si può rivolgere nel caso si voglia ottenere un prestito.

I migliori prestiti di Poste italiane: il finanziamento con BancoPosta

Con questa formula è possibile ottenere importi variabili tra i 3 mila fino ad un massimo di 30 mila euro con durata del prestito dai 12 agli 84 mesi. Per richiedere questa tipologia di finanziamento non è obbligatorio essere titolari di un conto corrente BancoPosta. Come requisiti a cui rispondere è necessario essere residenti in Italia ed avere un reddito dimostrabile. Accedervi è molto semplice e veloce. Per presentare la richiesta di finanziamentobasta recarsi presso un ufficio postale vicino alla propria abitazione o a qualsiasi preferiate muniti di documenti in corso di validità: carta di identità, tessera sanitaria e la documentazione che attesta il reddito ad esempio le ultime buste paga. Se la domanda viene accolta, la somma viene accreditata sul conto corrente indicato oppure su Carta PostePay Evolution. Il rimborso avviene attraverso rate mensili e viene addebitato direttamente sullo stesso conto corrente o Carta PostePayoppure tramite bollettini postali.

migliori Prestiti di Poste Italiane: interessi, BancoPosta, Postepay,
 Quinto Bancoposta come funziona questo prestito  Prestiti Online Compass  Prestiti Agos
 Cosa accade se non ripaghi un Prestito  Prestiti per auto  Come ottenere un prestito con cambiali
 Prestiti online Bancoposta  Buoni Poste Italiane  Banco Posta cedola dinamica
 Poste italiane privatizza  Interessi sui Prestiti  Prestiti per Cattivi Pagatori

Finanziamenti personali: i prestiti di Poste Italiane

Sono ritenuti piuttosto vantaggiosi. Esistono tipologie diverse a seconda delle esigenze del cliente. Si distinguono in 5 tipologie e differiscono sia in termini di durata che di rate.

Prestiti di Poste italiane per chi ha un conto BancoPosta

  • Se si ha un conto online si può richiedere un prestito da un minimo di 1500 euro ad un massimo di 30 mila e la durata va da un minimo di un anno ad un massimo di 7 anni, esattamente come “Prestito BancoPosta”.

Prestito Bancoposta Ristrutturazione:

  • Si tratta di un prestito per chi intende ristrutturare casa.

Prestito BancoPosta Auto:

  • Come dice la stessa parola, si tratta di un prestito ai clienti di Poste che vogliano comprare un’auto.

Cessione del Quinto BancoPosta per dipendenti pubblici.

  • Al link troverete l’articolo di approfondimento su questo prestito dedicato ai dipendenti pubblici, un prestito di facile erogazione.

I prestiti di Poste Italiane sono diversi e per tutte le esigenze. Ci sono dei momenti nella vita in cui alcune persone si trovano in difficoltà economica e sono obbligate a chiedere un prestito economico. Per richiedere un prestito bisogna avere dei requisiti personali e legali che assicurano alla banca che si possano pagare le rate del prestito. I prestiti, però, si possono richiedere anche alle Poste, oltre che in banca. Vediamo tutti i dettagli di quali sono i prestiti delle Poste, come richiederli e quali requisiti avere per richiederne uno.

Come richiedere un prestito alle Poste

I prestiti che si possono richiedere alle poste prendono il nome di Banco Posta e fanno riferimento a dei servizi sia in filiale che online. Questo significa che per chiedere un prestito si può andare sia allo sportello postale e parlare con un consulente, sia richiedere le rate online.
Chi si reca dal consulente deve prendere un appuntamento ed ha diritto all’aiuto di questa figura professionale. I beneficiari di un prestito possono richiedere da 3000 a 30.000 euro, ma devono farsi prima calcolare la rata dal consulente. Per il calcolo della rata bisogna presentare i propri introiti e la propria situazione creditizia, per dare garanzia alle Poste di non essere un cattivo pagatore.
Si possono fare calcoli della rata del prestito anche online, sul sito ufficiale delle Poste Italiane: questo risparmia un viaggio in filiale, perché si arriva poi dal consulente con i dati già alla mano. I prestiti si possono richiedere anche online, poiché sul sito si possono trovare dei riferimenti a cui scrivere se si ha bisogno di aiuto nella consultazione del sito.
Di norma i prestiti Banco Posta vengono erogati sul conto corrente del beneficiario in un’unica tranche.

Chi sono i beneficiari

I beneficiari delle poste devono avere dei determinati requisiti per essere considerati figure affidabili alle quali dare un prestito:

  • risiedere in Italia;
  • avere un reddito dimostrabile o una pensione;
  • avere un reddito prodotto nel territorio italiano;
  • in mancanza di un reddito fisso, possedere una rendita (agricola, edilizia o di altro tipo);
  • avere una figura che funga da garante in mancanza di tutti i requisiti sopra citati;
  • avere dei documenti d’identità in corso di validità.

I migliori prestiti delle Poste italiane

Ecco quali sono i migliori prestiti proposti dall’azienda delle Poste Italiane per le persone in difficoltà:

  • Banco Posta Personale. Prestito che può essere concesso a maggiorenni in presenza di un reddito dimostrabile. La cifra può andare da 3000 a 30.000 euro, mentre le rate di restituzione possono andare da un minimo di 24 mensili (quindi estinguibili in due anni) ad un massimo di 84 rate. Questo prestito ha rate rigide e tutte uguali tra loro;
  • Banco Posta Flessibile. Prestito simile a quello precedente per la cifra che si può richiedere, però le rate in cui estinguerlo sono maggiori: si va da un minimo di 24 ad un massimo di 108. Questo prestito è ideale per chi potrebbe saltare una rata o avere bisogno di cambiare la cifra di restituzione in corso d’opera;
  • Banco Posta Consolidamento. Prestito che si può erogare solo ai possessori di un Conto Corrente Postale o ai titolari di un Libretto di risparmio postale nominativo. Le rate sono fisse e non modificabili, e possono andare fino ad un massimo di 96. Il prestito migliore per gli investitori postali.
Ci sono, poi, dei prestiti che le Poste erogano specificamente per coloro che vogliono ristrutturare o sistemare la propria casa ed hanno bisogno di un finanziamento per tutte le spese. Per le agevolazioni di questo tipo l’istituto postale fa comunque riferimento alle disposizioni date dall’Agenzia delle Entrate. In particolare essi sono:
  • Prestito Banco Posta Acquisto Casa. Rilasciato solo ai titolari di un Conto Postale, ha rate che possono arrivare anche a 120 mesi, quindi a 10 anni. La cifra massima che si può richiedere per il finanziamento è di 60.000 euro;
  • Prestito Banco Posta Ristrutturazione Casa. Simile all’altro, la cifra minima che si può richiedere è di 10.000 euro.

Per saperne di più su Finanziamenti senza busta paga QUI e  seguiteci su FB.

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *