Comprare Bitcoin Senza Documenti né Registrazione, è Davvero Possibile?

L’investimento sulle criptovalute è un’operazione sempre più comune per chi esplora i nuovi mercati e le loro potenzialità.
Tra tutte queste, quella più importante e interessante è certamente il Bitcoin, per il suo valore economico e per la sua storia iniziata nel 2009. Sono tante le piattaforme di portafoglio elettronico che permettono di investire in Bitcoin, convertendoli da valute reali, ma ci sono persone che hanno necessità di acquistarli in maniera anonima.

Questo per tutelare la propria privacy, visto che la maggior parte delle piattaforme d’investimento in criptovalute richiede le generalità più comuni; ma ci sono delle modalità reali con cui è possibile comprare Bitcoin senza documenti né registrazione, quali sono?

Perchè comprare Bitcoin senza documenti?

Negli ultimi anni, con la crescente regolamentazione sulle transazioni digitali e sulle criptovalute (specie in Europa, con le direttive 843/2018 e 389/2018) i pagamenti sono sempre più tracciati, al fine di garantire un utilizzo corretto del denaro e prevenire tentativi di frode. La maggior parte dei portafogli elettronici a disposizione richiede ormai i propri documenti e generalità per l’iscrizione, ma ci sono persone che necessitano di acquistare moneta virtuale in totale anonimato, ossia senza fornire documenti o registrarsi a servizi.

Questo per tutelare la propria privacy, in linea con la natura del Bitcoin che si presenta, sin dalla sua nascita nel 2009, come modalità di pagamento anonima. I proprietari di criptovalute hanno scelto infatti di mantenere la riservatezza sulle loro generalità, nonostante sempre più nazioni al mondo promuovano iniziative di regolamentazione.

CORRELATI >>> Dove Acquistare CriptovaluteA cosa servono i Bitcoin

Comprare Bitcoin Senza Documenti né Registrazione, è Davvero Possibile?

4 modi per comprare Bitcoin senza documenti

Nel 2019 è ormai possibile aggirare la procedura di registrazione e iniziare ad acquistare Bitcoin senza documenti e in anonimato, senza però pregiudicare la sicurezza delle proprie transazioni. Modalità comuni possono essere:

  • Utilizzare carte anonime
  • Evitare gli e-wallet più conosciuti
  • Ricorrere a sportelli fisici
  • Reperire miners

Seguire queste modalità rende l’acquirente di criptovalute totalmente irraggiungibile, così da mantenere protetta la sua privacy. In molti casi, qualora si disponga di un portafoglio elettronico fisico, è possibile fare scambi anche personalmente, pagando in contanti.

Utilizzare carte prepagate o di debito anonime

Primo passo per comprare Bitcoin senza documenti è l’utilizzare una carta prepagata o di debito anonima, che permette di effettuare la transazione senza dover fornire o far conoscere le proprie generalità: perfettamente legali, garantiscono però l’anonimato in merito. Carte anonime possono essere:

  • ViaBuy, carta prepagata acquistabile anche in Italia, che può essere aperta anche in forma anonima e senza registrazione, legando la sua gestione solo ad un indirizzo e-mail; ha un costo di 69,00 euro annuali
  • Paysafe, carta prepagata totalmente anonima, che permette di acquistare Bitcoin e criptovalute in generale senza fornire dati personali; può essere acquistata anche dal tabaccaio
  • Wirex, carta di debito appositamente pensata per l’acquisto di criptovalute, ma che può essere utilizzata nella vita quotidiana spendendo in sicurezza in Bitcoin e altre monete virtuali; la carta non è anonima di per se, ma saranno anonime le transazioni in Bitcoin

Utilizzare siti di exchange poco conosciuti

Oltre ai portafogli elettronici più importanti e conosciuti, esistono vari siti che permettono di acquistare e vendere Bitcoin senza registrarsi e/o fornire i propri documenti. Per i pagamenti può essere utilizzata una carta anonima. Servizi di exchange poco conosciuti possono essere:

  • Coinmama, permette di svolgere tutte le operazioni tipiche di trading di criptovalute, particolarmente adatto ai principianti poiché mostra un limite d’acquisto massimo di 5,000 dollari; sono possibili solamente scambi tra euro e dollaro; non è richiesto alcun documento, sebbene talvolta possa richiedere un selfie con la scheda d’acquisto in mano
  • Virwox, mostra i tassi attuali e gli andamenti di Bitcoin e altre criptovalute rispetto a valute fisiche e, anche senza registrarsi, permette di acquistarne utilizzando vari metodi di pagamento; nonostante l’estetica poco intuitiva, rimane di facile utilizzo ed è possibile seguire i vari andamenti del mercato e cogliere il momento per un acquisto
  • LocalBitcoins, tra i più utilizzati exchange anonimi al mondo, permette di monitorare le migliori occasioni d’investimento, selezionando anche le zone di riferimento; qualora si trovino riferimenti vicini si può optare anche per incontri di persona o pagamenti in contanti, in caso contrario si possono utilizzare carte anonime

Acquistare da sportelli fisici

Da qualche anno hanno iniziato a comparire in alcune grandi città dei bancomat di Bitcoin, che permettono di acquistare in modo affidabile e sicuro moneta virtuale utilizzando una carta anonima o, talvolta, anche in contanti. Sebbene alcuni sportelli richiedano forme di autenticazione come scansione dell’impronta digitale o estremi anagrafici, molti altri non necessitano di alcun tipo di riconoscimento.

Bancomat di Bitcoin sono presenti anche in Italia, in città come:

  • Roma
  • Milano
  • Torino
  • Bologna

Punti deboli di questa modalità sono il non passare inosservati e l’assenza di discrezione, in quanto molti luoghi con sportelli possono essere sorvegliati da telecamere, o vi siano persone ad avvicinarsi incuriosite.

Entrare in contatto con un miner

Nel raro caso si abbia la possibilità, il miglior modo per ottenere Bitcoin senza documenti è avere contatti con un miner, ovvero un creatore di criptovalute. I Bitcoin appena creati, incontaminati e senza transazioni precedenti sono decisamente più semplici da utilizzare nonché totalmente anonimi, poichè la loro transazione non lascerà traccia alcuna. Il vantaggio è ambo i lati, in quanto anche il miner potrà monetizzarvi.

Qualora invece si abbiano le conoscenze necessarie e si abbia un computer con hardware abbastanza potente da sopportare un’elevata mole di lavoro, si può diventare a propria volta dei miner, così da creare personalmente le proprie criptovalute.

Conclusioni

Nonostante lo scenario attuale veda transazioni online sempre più tracciate e regolamentate con l’obiettivo di proteggere gli acquirenti dal pericolo di truffe, comprare Bitcoin senza documenti è veramente possibile, grazie ad alcuni accorgimenti che possono essere facilmente adottati.

A conti fatti, per acquistare criptovalute non sempre è necessario effettuare una registrazione o fornire le proprie generalità, bensì è un’operazione possibile anche mantenendo il proprio anonimato. Strumenti anonimi alla portata di ogni investitore di criptovalute possono essere:

  • Carte prepagate
  • Siti exchange non-famosi
  • Sportelli automatici
  • Miner di fiducia

Queste decisioni vengono solitamente prese in merito alla questione della privacy personale: un argomento particolarmente sentito e sofferto negli ultimi tempi, in cui la propria presenza online (e talvolta offline) è costantemente sorvegliata e vi è una pesante mancanza di trasparenza.

Un problema ancora più sentito per gli investitori di criptovalute, che si ritrovano a operare in un mercato nuovo e non sempre sicuro: per tale ragione, questi individui corrono spesso il rischio di essere menzionati come potenziali truffatori o criminali informatici.

L'Economia e la Finanza dalla parte del consumatore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *