10 Motivi Per Comprare Azioni Amazon e Non Venderle Mai

Il gigante dell’e-commerce ha molti modi per continuare a crescere e mantenere il suo prezzo delle azioni in aumento.

Le azioni di Amazon.com ( NASDAQ: AMZN quotazione ) sono  state un investimento fantastico. Oltre a fare bene nel mercato a lungo termine, negli ultimi anni le azioni del Titano dell’e-commerce hanno sovraperformato. Nel triennio fino al 3 settembre, queste azioni in crescita hanno guadagnato il 132%, oltre tre volte il rendimento del 41,6% dell ‘S & P 500 .

Nonostante le sue dimensioni gigantesche – la sua capitalizzazione di mercato di 890 miliardi di $, rende le sue azioni il terzo più grande dell’indice S&P 500 dietro Microsoft e Apple – ci sono innumerevoli modi in cui l’azienda può continuare a crescere.

10 motivi Per Comprare Azioni Amazon e Non Venderle Mai

Ecco 10 motivi per acquistare azioni Amazon e considerare di resistere per sempre – o almeno per molto tempo.

 

1. È un’azienda guidata dal fondatore

Amazon è guidato dal CEO Jeff Bezos, che ha fondato la società nel 1994. Ha 55 anni, quindi gli investitori possono sperare che rimanga al timone per almeno qualche altro anno.

Numerosi studi dimostrano che le azioni delle società guidate dai fondatori tendono a sovraperformare nel mercato azionario, spesso in modo significativo. Un’analisi di Bain & Company, ad esempio, ha determinato che le azioni di questa società statunitense a capitale fondatore hanno restituito una media di 3,1 volte superiore rispetto alle società non a capitale fondatore dal 1990 al 2014.

2. Il CEO ha molto capitale in gioco

Dal 1 ° agosto, Bezos possedeva 57,78 milioni di azioni di Amazon. Queste azioni valgono $ 102,6 miliardi al prezzo di chiusura del titolo il 30 agosto e gli danno una quota dell’11,7% nella società. Con oltre 100 miliardi di dollari raccolti in Amazon, è estremamente incentivato a prendere decisioni per aumentare il valore del titolo nel lungo periodo. Gli investitori possono essere certi che l’interesse del CEO di Amazon sia in linea con i loro interessi.

3. Il suo intenso focus sul cliente

La missione di Amazon “è quella di essere la società più centrata sul cliente della Terra” e, per la maggior parte, sembra seguire i suoi discorsi. La sua intensa attenzione nel mantenere felici i clienti dovrebbe continuare a far sì che i clienti spendano più denaro sul suo sito.

4. La sua rete di centri di smistamento funge da fossato quasi impenetrabile

Amazon ha alcuni vantaggi competitivi chiave, sebbene il suo fossato più profondo e più ampio per tenere a bada i concorrenti sia la sua rete di centri di realizzazione, che ha impiegato molti anni e tonnellate di denaro per la costruzione. L’ampiezza e l’efficienza combinate di questa rete sono la ragione principale per cui Amazon è in grado di consegnare pacchetti in modo così rapido ed economico in tutti gli Stati Uniti e in molte parti del mondo. In breve, è la chiave della capacità dell’azienda di soddisfare il suo principale vantaggio Prime: consegna gratuita in un giorno. (Negli ultimi mesi, Amazon ha aggiornato il suo vantaggio di consegna gratuita standard da due giorni a un giorno.)

 

La società ha attualmente 159 centri logistici negli Stati Uniti, con piani per altri 41, secondo il consulente logistico MWPVL International. Si tratta di strutture gigantesche, con una media di circa 741.000 piedi quadrati – quasi 13 volte le dimensioni di circa 57.600 piedi quadrati di un campo da calcio professionistico. Oltre agli Stati Uniti, l’azienda ha 189 ulteriori centri di evasione ordini e altri 13 piani, con India (51), Regno Unito (30) e Germania (25) all’avanguardia.

Sarebbe probabilmente un costo proibitivo per qualsiasi concorrente provare a replicare l’impronta geografica della rete di distribuzione di Amazon. Inoltre, anche se un’azienda fosse disposta a spendere miliardi per farlo, probabilmente rimarrebbe in ritardo in termini di efficienza, poiché Amazon era uno dei primi motori nell’uso di tecnologie avanzate, come la robotica, nei suoi centri logistici.

5. Ha una formula vincente per finanziare l’espansione

Amazon Web Services (AWS), il business dei servizi di cloud computing dell’azienda, è stato storicamente estremamente redditizio. La società ha utilizzato il denaro generato da AWS per far crescere il suo impero. Avere un segmento di business così redditizio che sta crescendo così rapidamente è un enorme vantaggio che altri giocatori di e-commerce – come Walmart – non hanno.

Mettendo alcuni numeri accanto a questo articolo, nel secondo trimestre , AWS ha registrato un aumento del 37% anno su anno e rappresentava poco più del 13% delle vendite complessive di Amazon, ma rappresentava il 68% del suo reddito operativo totale. È il giocatore dominante nello spazio del servizio di cloud computing. Nel 2018, aveva una quota di mercato del 32% di questo mercato globale di $ 80 miliardi, che è cresciuto del 46% anno su anno, secondo la società di ricerche di mercato Canalys.

6. Il suo modello di business incentrato su Prime “fidelizza il cliente”

Passiamo ora a un altro componente chiave del modello di business di Amazon: il suo programma di fidelizzazione Prime di grande successo. Prime rende il modello di business di Amazon “appiccicoso”, il che significa che aiuta l’azienda a stabilire relazioni strette con i suoi clienti. Per $ 119 all’anno (o $ 12,99 al mese), i clienti possono abbonarsi a Prime, che ottiene loro la spedizione gratuita di due giorni gratuita (che è in procinto di essere aggiornato a un giorno); streaming di film, programmi TV e musica; e altre chicche.

Amazon ha stimato 101 milioni di membri Prime negli Stati Uniti a dicembre, secondo un rapporto CIPR (Consumer Intelligence Research Partners). (La società non divulga i dati dei suoi membri Prime per paese, anche se nel 2018 ha dichiarato di avere oltre 100 milioni di membri Prime a livello globale.) I membri Prime sono particolarmente preziosi per Amazon perché spendono più soldi sul sito dell’azienda. Spendono una media di $ 1.400 all’anno su Amazon, mentre i clienti che non sono membri Prime spendono circa $ 600, per CIPR.

7. Lo shopping online ha molto spazio per crescere negli Stati Uniti

Le vendite e-commerce in percentuale sul totale delle vendite al dettaglio negli Stati Uniti sono cresciute a un ritmo costante. Tuttavia, tale cifra è ancora “solo” il 10,7% a partire dal secondo trimestre del 2019. In cifre in dollari, il mercato statunitense della vendita al dettaglio negli Stati Uniti valeva circa 554 miliardi di dollari nello stesso trimestre.

10 motivi Per Comprare Azioni Amazon e Non Venderle Mai
Vendite di e-commerce negli Stati Uniti come percentuale delle vendite al dettaglio DATI DI YCHARTS.

 

Come il più grande player di e-commerce negli Stati Uniti, Amazon è pronta a continuare a catturare un grosso pezzo di crescita futura. Nel 2018, ha catturato quasi la metà della crescita delle vendite online nel paese.

8. Anche l’e-commerce ha molto spazio per la crescita a livello internazionale

Nel 2018, le vendite online rappresentavano il 12,2% delle vendite globali al dettaglio, con questo numero previsto per il 14,1% quest’anno e raggiungere circa il 22% entro il 2023. Considerando che le vendite globali di e-commerce dovrebbero essere di circa $ 3,5 trilioni nel 2019, un un aumento di quasi 8 punti percentuali in quattro anni equivale a un enorme aumento delle dimensioni del mercato (oltre $ 276 miliardi) – e questo se le vendite totali al dettaglio rimarranno solo statiche.

Per mettere in prospettiva tutti quei nuovi dollari che dovrebbero essere messi in palio entro quattro anni, $ 276 miliardi sono più delle attuali vendite annuali di e-commerce di Amazon. Nel secondo trimestre , le vendite globali di e-commerce della società sono state di $ 55,1 miliardi ($ 38,7 miliardi negli Stati Uniti e $ 16,4 miliardi a livello internazionale), il che equivale a un tasso annuale di circa $ 220 miliardi. E, di nuovo, questo presuppone che il mercato al dettaglio globale totale non si espanda di dimensioni, il che è estremamente improbabile.

Il mercato al dettaglio online in più rapida crescita è l’India, seguita da Spagna e Cina, secondo Statista. In particolare, Amazon è impegnata in una spinta particolarmente grande in India, dove ha 51 centri di evasione ordini, il più in qualsiasi paese ad eccezione degli Stati Uniti

9. Continua ad espandersi in una vasta gamma di nuovi mercati

 

Amazon continua a entrare nel nuovo territorio. Nel 2007, è entrato nel settore della consegna di generi alimentari attraverso il suo servizio Amazon Fresh, che si è gradualmente ampliato. E nel 2017, ha speso più di $ 13 miliardi per acquisire Whole Foods, che gli ha dato una presenza importante nello spazio di drogheria organica di mattoni e malta e ha aumentato il suo muscolo di consegna di generi alimentari.

L’anno scorso, Amazon ha fatto due importanti acquisizioni che sottolineano le sue ambizioni nei grandi mercati della sanità e delle case intelligenti. Ha lanciato il suo cappello nel mercato farmaceutico statunitense da $ 400 miliardi all’anno quando ha speso $ 753 milioni in contanti per acquistare il PillPack della farmacia online, dandogli la possibilità di consegnare rapidamente farmaci da prescrizione in tutto il paese. Ha anche perso $ 839 milioni in contanti per acquisire Ring, noto per i suoi campanelli video. Questo acquisto ha rafforzato il business della tecnologia smart home di Amazon, incentrato sulla sua linea di altoparlanti intelligenti Echo leader del mercato che sono integrati con il suo assistente basato sull’intelligenza artificiale (AI) Alexa.

10. La sua efficienza dovrebbe continuare ad aumentare grazie ai veicoli senza conducente

Entro circa cinque anni circa, i veicoli completamente autonomi ( i droni ) sono ampiamente proiettati come legali in tutti gli Stati Uniti. Gli investitori possono aspettarsi che Amazon sarà uno dei primi ad adottare questa tecnologia per almeno alcune parti delle sue operazioni di consegna, che dovrebbero guidare (scusate il gioco di parole) ulteriori aumenti di efficienza.

Inoltre, la società potrebbe eventualmente utilizzare i droni per alcune consegne cosiddette dell’ultimo miglio più leggere, o dai suoi centri logistici alle case di molti clienti.

L'Economia e la Finanza dalla parte del consumatore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *