Migliori Exchange di Criptovalute Ottobre 2023, Ecco l’Elenco

Le criptovalute sono diventate uno degli asset più conosciuti e trattati degli ultimi anni, nonostante la loro volatilità ed i rischi connessi al loro investimento. La più celebre è il Bitcoin, ma ce ne sono altre altrettanto valide, per questo nell’articolo di oggi scopriremo i migliori exchange crypto del periodo, comprendendo le caratteristiche principali di questi strumenti.

Dal funzionamento simile alle Borse valori, consentono di acquistare, vendere e scambiare criptovalute, utilizzando valute reali, rappresentando i mezzi più comuni per accedere in questo mercato e cogliere opportunità rischi permettendo. C’è quindi da capire, cosa sono e come funzionano gli exchange di criptovalute? Quali sono i migliori?

Migliori Exchange di Criptovalute

Cos’è e a cosa serve un exchange di criptovalute

Chiamato anche exchange crypto, per exchange di criptovalute si intende una piattaforma online sulla quale gli utenti possono acquistare, vendere, scambiare e depositare criptovalute. Il suo funzionamento è estremamente simile alle piattaforme di trading online e, quindi, alle Borse nel mondo, ma incentrato unicamente sulle valute virtuali.

Le principali funzionalità presentate sono:

  • Acquisto e vendita, tramite valute fiat o altre criptovalute
  • Scambio, interscambiando una criptovaluta con l’altra
  • Deposito e prelievo, dai portafogli investimenti
  • Trading derivati, come futures o opzioni di criptovalute (non presente in tutti gli exchange)

Quando ci si affida ad un exchange si sceglie di contrattare con criptovalute in modo conveniente, sicuro e semplice, in fase di scelta è però estremamente importante considerare una serie di fattori intrinsechi:

  • Reputazione, affinchè sia conosciuto e affidabile
  • Accessibilità, affinchè sia possibile effettuare scambi indifferentemente dalla nazione in cui ci si trova e relative normative
  • Sicurezza, in quanto le crypto sono spesso oggetto delle più recenti truffe
  • Commissioni, per capire quanto costeranno gli effettivi investimenti
  • Funzionalità, che indicano la completezza della piattaforma
  • Liquidità, indicante il volume di scambio di ogni singola criptovaluta e nell’insieme
  • Criptovalute disponibili, più monete si avranno a disposizione più investimenti sarà possibile effettuare

Tra i più interessanti strumenti d’investimento, diventano un importante mezzo per l’ecosistema delle criptovalute, che eccetto l’art. 1, commi 126-147 della Legge di Bilancio 2023 italiana o altre normative locali è ancora sprovvisto una vera e propria disciplina internazionale.

Tipi di exchange di criptovalute

Basati su tecnologia blockchain, esistono principalmente due tipologie di exchange di criptovalute:

  • Centralizzati, gestiti da aziende, organizzazioni o gruppi di persone, sono i tipi più comuni, offrono varie funzionalità per questo sono più semplici da utilizzare, ma sono anche più soggetti a frodi e attacchi hacker
  • Decentralizzati: gestiti da ecosistemi digitali non legati a singole aziende o organizzazioni, permettono di scambiare criptovalute in modo diretto e veloce attraverso contratti intelligenti, a discapito però della semplicità d’uso

Ogni exchange avrà i suoi pro e contro, per questo è importante osservare e documentarsi al meglio prima di iscriversi su una piattaforma.

Come funzionano 

Il funzionamento di un exchange è analogo a ogni altro mercato finanziario. Per prima cosa l’utente dovrà registrarsi sulla piattaforma con dati veritieri, direttamente dal sito ufficiale o dall’app smartphone dell’exchange, per poi depositare denaro in valute fiat per acquistare criptovalute: a quel punto potrà vendere o scambiare le criptovalute possedute con altre crypto. Ogni operazione di compravendita o scambio è identificata da un ordine.

Caratterizzati da elevata volatilità, i prezzi delle criptovalute sono guidati da domanda e offerta: se la domanda è maggiore dell’offerta il prezzo salirà, in caso contrario scenderà; altri fattori di fluttuazione prezzi possono essere notizie ed eventi economico-politici, politiche monetarie nazionali o continentali o attività di speculazione.

La criptovaluta più celebre e scambiata è il Bitcoin, con una capitalizzazione di oltre 500 miliardi di dollari a settembre 2023 secondo Coinmarketcap, a cui seguono:

Ethereum

193,14 miliardi di dollari

BNB

32,34 miliardi di dollari

XRP

25,64 miliardi di dollari

Dogecoin

8,67 miliardi di dollari

Cardano

8,64 miliardi di dollari

Polkadot

4,95 miliardi di dollari

Litecoin

4,50 miliardi di dollari

 

Gli exchange utilizzano una serie di meccanismi per mantenere i prezzi di mercato più in linea possibile con la realtà, tra tutti:

  • Algoritmi di matching, per trovare le migliori combinazioni di ordini d’acquisto e vendita
  • Ordini limite, per dare agli utenti la possibilità di inserire ordini solo a prezzi specifici superiori o inferiori
  • Ordini condizionali, per consentire agli utenti di inserire ordini solo a determinate condizioni, come il raggiungimento di un certo prezzo

Gli scambi sono inoltre soggetti a commissioni per le operazioni svolte, che possono essere addebitate in percentuale al valore delle transazioni o in tariffe fisse: queste riguardano depositi, prelievi, acquisti e vendite.

I 6 migliori exchange crypto di settembre 2023

Secondo Forbes, sul mercato sono presenti ormai circa 600 exchange, tutti con caratteristiche diverse, per questo scegliere il preferito può diventare particolarmente difficile, l’apparenza può ingannare e anche piattaforme molto celebri possono nascondere forti insidie per i propri investimenti.

1 Pionex

Pionex è un exchange di criptovalute con sede a Singapore che offre una varietà di strumenti di trading automatizzati, tra cui 18 bot di trading preimpostati e un’interfaccia di programmazione delle app (API) che consente agli utenti di creare i propri bot personalizzati. La piattaforma è disponibile in 15 lingue e ha oltre 1,2 milioni di utenti in tutto il mondo.

I bot di trading di Pionex sono progettati per automatizzare le attività di trading, come l’acquisto e la vendita di criptovalute, l’impostazione degli stop loss e dei take profit e il monitoraggio dei mercati. I bot possono essere utilizzati per implementare una varietà di strategie di trading, tra cui il trading a margine, il trading a leva e il trading di arbitraggio.

Pionex offre un’interfaccia utente facile da usare che rende facile iniziare a utilizzare i bot di trading. La piattaforma offre anche una serie di risorse educative, tra cui tutorial, articoli e webinar, per aiutare gli utenti a imparare a utilizzare i bot di trading.

I bot di trading di Pionex sono uno strumento potente che può essere utilizzato per automatizzare il trading di criptovalute. Tuttavia, è importante notare che i bot di trading non sono una garanzia di profitto e gli utenti dovrebbero essere consapevoli dei rischi associati al trading di criptovalute prima di utilizzare i bot.

Ecco alcuni dei vantaggi dell’utilizzo di Pionex:

  • Una vasta gamma di strumenti di trading automatizzati
  • Un’interfaccia utente facile da usare
  • Risorse educative
  • Commissioni competitive

Ecco alcuni degli svantaggi dell’utilizzo di Pionex:

  • I bot di trading non sono una garanzia di profitto
  • I rischi associati al trading di criptovalute

2. Binance

Fondato in Cina dallo sviluppatore C.Z. nel 2017, Binance è un exchange centralizzato tra i più conosciuti al mondo, celebre per la sua quantità di criptovalute disponibili, anche per investimenti a cifre minime, e per le commissioni ridotte a partire dallo 0,1%. La sua fama deriva anche dall’essere sponsor ufficiale in Formula Uno o per squadre calcistiche come Lazio o Inter.

Dopo numerosi spostamenti a causa delle restrizioni del Governo Cinese sulle criptovalute, la sede principale è alle Isole Cayman, ha una sede anche in Italia a Lecce, Puglia. Vanta un fatturato 2022 di 12 miliardi di dollari. Possiede anche una criptovaluta proprietaria, la Binance Coin, o BNB. Ha volumi di scambio di 3 miliardi di dollari/giorno.

Pro

Contro

Grande quantità di criptovalute disponibili

Poche valute fiat disponibili

Commissioni ridotte

Elevati volumi di scambio

Kraken

 

3. KRAKEN

 

Fondato negli Stati Uniti nel 2011 e lanciato ufficialmente nel 2013, Kraken è uno dei primi exchange presenti sul mercato nonché il più longevo. Centralizzato, se inizialmente apriva solo per i Bitcoin oggi supporta circa 60 criptovalute, oltre a essere una delle poche piattaforme a permettere il trading con margine e staking con le funzioni Kraken Pro. Le commissioni massime sono dello 0,2%. Mette a disposizione anche podcast e materiale didattico per studiare e aggiornarsi continuamente. Ha volumi di scambio di 93 milioni di dollari/giorno.

La sede principale è a San Francisco, California, e vanta un fatturato 2022 di 47,11 milioni di dollari.

Pro

Contro

Funzionalità avanzate con Kraken Pro

Poche valute fiat disponibili

Commissioni ridotte e deposito gratuito

Materiale formativo gratuito

 

4. Crypto.com

Fondato come Monaco a Hong Kong nel 2016, Crypto è un exchange centralizzato che acquisisce l’attuale nome nel 2018, rinomato per le sue oltre 230 criptovalute disponibili e commissioni tra le più basse in circolazione, fino allo 0,075%. La sua fama deriva anche dalle collaborazioni con la squadra calcistica Paris St. Germain e con la LeBron James Family Foundation e l’essere stato sponsor ufficiale dei Mondiali FIFA 2022.

Dopo lo spostamento, la sede principale è a Singapore, e vanta un fatturato 2022 di 1 miliardo di dollari. Possiede anche una criptovaluta proprietaria, il Cronos, utilizzabile anche per acquistare e scambiare altre criptovalute. Ha volumi di scambio di 52 milioni di dollari/giorno.

Pro

Contro

Commissioni ridotte

Contenuti e guide non in italiano

Molte valute fiat disponibili

Basso volume di scambi

Elevati livelli di sicurezza

 

5. Coinbase

Fondato come startup negli Stati Uniti nel 2012, Coinbase è un exchange centralizzato disponibile in oltre 190 paesi, caratterizzato da un’interessante e facile esperienza utente oltre che velocità e sicurezza degli scambi, con commissioni massime fino a 2,99 euro o allo 0,6%.

Prima dell’emergenza CoViD-19 la sede principale era a San Francisco, California, per poi essere chiusa e portare ogni operatore in smart working. Vanta un fatturato 2022 di 3,19 miliardi di dollari. Ha volumi di scambio di 463 milioni di dollari/giorno.

Pro

Contro

Semplicità d’utilizzo

Poche valute fiat e criptovalute disponibili

Grande popolarità

Commissioni elevate

Elevati livelli di sicurezza

 

6. eToro

Fondata come RetailFX in Israele nel 2007, eToro è una piattaforma di trading online che dal 2018 fa anche da exchange centralizzato, mettendo a disposizione oltre 100 criptovalute, un wallet integrato e una grande quantità di materiale formativo, oltre che segnali di trading e automatismi, come il copy trading grazie alla piattaforma Openbook. Le commissioni massime raggiungono l’1%. L’attore Alec Baldwin ne è ambasciatore ufficiale, mentre è stata sponsor del team KTM di Moto GP e delle squadre calcistiche Tottenham, Leicester City e Monaco.

La sede principale è a Tel Aviv, Israele, sebbene abbia numerose sedi anche a Cipro, Regno Unito e Stati Uniti. Vanta un fatturato 2022 di 631 milioni di dollari. Ha volumi di scambio di 7 miliardi di dollari/giorno totali.

Pro

Contro

Deposito gratuito

Commissioni elevate

Materiale formativo gratuito

Molte valute fiat disponibili

 

Conclusioni

Secondo Coinmarketcap, all’11 settembre 2023 le criptovalute hanno una capitalizzazione di mercato di 1,02 trilioni di dollari, con volumi di scambio giornalieri di 23,78 miliardi per circa 1,8 milioni di criptovalute totali: circa il 50% del valore totale appartiene al Bitcoin, pari a 500,6 miliardi.

A conti fatti, esaminando i migliori exchange crypto del momento si notano 5 nomi centralizzati, celebri e affidabili, dagli importanti volumi di scambio e fatturati, che offrono strumenti all’avanguardia per i migliori investimenti. Tra i principali punti di forza si notano:

  • Molte criptovalute disponibili
  • Commissioni ridotte
  • Materiale formativo
  • Alti livelli di sicurezza
  • Semplicità d’utilizzo

Nei punti di debolezza è però importante ricordare exchange con:

  • Commissioni maggiorate
  • Poche valute fiat disponibili

Un’accurata analisi è cruciale in fase di scelta, poiché gli strumenti digitali d’investimento possono presentare alcuni pericoli intrinsechi, come attacchi hacker, violazioni d’identità, furti di dati personali e di deposito: le principali piattaforme lavorano ogni giorno per limitare sempre più questi rischi, ma coscienza, responsabilità e giudizio sono sempre a carico del pubblico.

ARTICOLI CORRELATI 

Dal 2014 scriviamo di finanza, economia, investimenti, prestiti, banche. Scriviamo recensioni e guide su: investimenti , trading online, operazioni di borsa, prestiti, facciamo recensioni di prodotti finanziari cercando di spiegare al lettore in modo semplice ed intuitivo il mondo e le notizie della finanza italiana ed internazionale. "La finanza al servizio del consumatore" è il Nostro motto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.