ETF Consigliati per il 2019 Più Redditizi su cui Investire

Quali saranno gli ETF consigliati più redditizi quest’anno, quali i migliori? Se ti sei posto questa domanda, quest’articolo fa al caso tuo ed ha l’obbiettivo di riunire assieme le previsioni sui principali titoli, quelli che nel 2019 dovrebbero movimentare maggiormente i mercati.
Le previsioni dei mercati, così come quelle meteorologiche, non sono certo facili ma è possibile tracciare possibili scenari ed andamenti sulla base dei primi segnali raccolti nel corso dei primi mesi dell’anno.
Quali sono i trend in atto? Quali titoli hanno mostrato maggiori possibilità d’espansione? Tra tanti tipi di fondi finanziari, quali sono i più sicuri e quali i più redditizi?
Quindi ecco qui qualche suggerimento per te… pronto a prendere appunti?

ETF azionari consigliati

Secondo gli analisti, nel 2019 sarà necessario conservare una quota consistente di azioni ETF, meglio se di diversa origine, per ottenerne il massimo rendimento. Gestiti in questo modo gli ETF potrebbero essere ben più fruttuosi di qualsiasi possibile obbligazione.

Certo, come detto, è consigliabile diversificare gli investimenti in diversi ETF (exchange traded fund) ma non si richiede al trader di sperperare fondi in un portafoglio di azioni eccessivamente ampio. Una buona strategia potrebbe essere quella d’investire sull’indice MSCI Word e l’Indice MSCI Emerging Markets, due prodotti finanziari che sicuramente potranno essere degli ottimi assetti di base.

ETF consigliati tra gli emergenti

Le ETF azionarie dei mercati emergenti sono uno degli asset più ambiti. Scovare il titolo giusto è un po’ come notare, prima di tutti, il cavallo vincente e seguirlo fino al traguardo.

Il mercato dei titoli emergenti è molto variegato e poco conosciuto, per questo talvolta spaventa i trader poco esperti. L’utilizzo dell’ETF per Emerging Markets di fatto, duplicando per diversi titoli la posizione, riduce al minimo il fattore di rischio e massimizza le possibilità di guadagno.

Rientrano a pieno titolo in questo mercato, come principale suggerimento per titoli emergenti, AMUNDI MSCI EMERGING MARKETS ISIN LU1681045370 (costo annuo 0,2%) e ISHARES MSCI EM MKTS ISIN IE00B4L5YC18 (costo annuo 0,75%).

Come si può notare per questi due asset, i costi ridottissimi anticipano significative possibilità di guadagno. Prendi dunque nota e non lasciarteli sfuggire!

ETF Consigliati 2019, Migliori ETF del Momento su cui Investire

ETF consigliati: globali

Preferisci non azzardare investimenti sui mercati emergenti e piuttosto andare sul sicuro con il mercato globale? Ottima scelta anche questa.
Mentre gli asset derivanti dai mercati emergenti, per loro natura, non hanno molti dati ricavabili dal passato, i mercati globali hanno il vantaggio per il trader di essere analizzabili anche da un punto di vista “storico”.

Quali sono i risultati degli anni passati considerato un dato titolo? Quali sembrerebbero essere i trend in atto? Quali titoli hanno mostrato maggior vigore nel 2018?
Lo studio degli ETF globali può passare anche per questo tipo di analisi. Quel che sicuramente non può mandare in un portafoglio investimenti che si rispetti è l’indice MSCI Word, composto da 1600 azioni di emittenti provenienti da tutto il mondo. Una garanzia di sicurezza, potremmo dire.

Secondo i dati forniti da borsaitaliana.it, tre sembrerebbero essere gli asset globali migliori sui mercati nel 2019, ossia AMUNDI MSCI WORLD UCITS ETF – EUR ISIN LU1681043599 (costo annuo del 0,38%), ISHARES MSCI WORLD UCITS ETF USD DIST ISIN IE00B0M62Q58 (costo annuo del 0,50%) e ISHARES CORE MSCI WORLD UCITS ETF ACC ISIN IE00B4L5Y983 (costo annuo del 0,2%).

Come è facile notare, i costi annui particolarmente vantaggiosi rendono questi asset davvero convenienti, tanto da garantire immediati guadagni al trader.

ETF Obbligazionari consigliati

Rispetto al passato, il mercato ha mostrato un enorme inversione di tendenza per quanto riguarda le obbligazioni.

Fino a pochi anni fa, si investiva in ETF obbligazionari per trarre profitto in tempi brevi. Attualmente la situazione è radicalmente cambiata e non si può più contare sugli ETF obbligazionari per accrescere il proprio capitale nell’immediato.

Quel che resta un vantaggio importante degli ETF di tipo obbligazionario è quello di conservare stabilità nel contesto di un portafoglio d’investimenti. I bond non sono più da considerarsi una gallina dalle uova d’oro, ma al massimo un modo per garantire sicurezza agli investimenti in generale.

Fatta ed archiviata questa doverosa premessa, anche di questa tipologia possiamo indicare tre asset promettenti quali XTRACKERS II GL GOVT EUR HED C UCITS ETF ISIN LU0378818131 (costo annuo del 0,25%), ISHARES EU AGGREGATE BOND UCITS ETF DIST ISIN IE00B3DKXQ41 (costo annuo del 0,25 %) e XTR II GL AGGR BOND SW EUR HED UCITS ETF ISIN LU0942970798 (con costo annuale del 0,3%).

 

ETF consigliati e titoli di tanti tipi… quale scelgo?

Sicuramente, lo avrai notato, il mercato finanziario e quello degli ETF è senz’altro vasto e variegato.

Ogni ETF presenta le proprie caratteristiche e non basta prestare attenzione al solo costo annuale per farsi un’idea precisa su cosa sia meglio.

Ogni ETF, oltre al proprio background informativo, ad una propria storia, dipende dalle condizioni del mercato e dalle news che possono influenzare i mercati.

Alla luce di queste variabili e di queste considerazioni, l’unica cosa chiara è che le previsioni non possono essere considerate certe ed attendibili al 100% ma sono piuttosto proiezioni verosimili, plausibili e probabili, ma non definibili come certe.

Quelli poc’anzi indicati saranno effettivamente gli ETF migliori del 2019? Purtroppo non possiamo dirlo con assoluta certezza.

Quelli poc’anzi indicati sono gli ETF più promettenti del 2019? Questo, si.

Gli ETF obbligazionari, azionari, globali o emergenti indicati nel corso di queste poche righe e che ci siamo sentiti di consigliarvi, hanno mostrato negli ultimi mesi del 2018 segnali positivi e già nei primi mesi di quest’anno la tendenza sembrerebbe essere confermata.

In virtù di questo è ragionevole pensare che puntare su questi titoli potrebbe legittimamente essere una buona occasione, un buon modo per concretizzare dei bei guadagni.

Nonostante queste indicazioni non ti senti sufficientemente sicuro per puntare in autonomia su questi ETF tuttavia non vuoi privarti delle opportunità di guadagno del mercato finanziario?

In questo caso potresti valutare soluzioni come un tuo broker online, come Fineco o eToro, ossia un portale che ti consente di riprodurre le strategie di alcuni esperti e poterne trarre gli stessi profitti. Hai capito bene, si, qualcun altro – più esperto – si preoccuperebbe d’informarsi sui titoli e di intavolare una strategia e tu semplicemente dovresti copiare le sue mosse, ottenendo gli stessi risultati e profitti. Non hai più scuse per non tentare la fortuna!

LEGGI ANCHE >> Fondi da tenere d’occhio Fondi italianiComprare i PACSicurezza fondi pensioneFondi Intesa SanpaoloPac UnicreditPac  Poste ItalianeFondo Banco Posta Evoluzione 3DFondi PosteFondi immobiliariFondo BancopostaFondi di Auto d’epocaSmall Cap

L'Economia e la Finanza dalla parte del consumatore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *