Supporti e Resistenze nel Trading: Cosa Sono e Come Sfruttarli

Le linee di supporto e le linee di resistenza sono 2 importanti segnali di trading che indicano quando bisognerebbe vendere o comprare un titolo azionario. Si tratta di segnali molto usati dai traders ma che non hanno una accuratezza al 100%, ma bisogna comunque tenerne conto se si vuole fare Trading intraday e non si è un investitore cassettista che aspetta mesi o anni prima di vendere azioni per prenderne i frutti dei dividendi.
ATTENZIONE: queste sono definizioni che riguardano investitori esperti con un alto profilo di rischio e sono sconsigliate a chi è alle prime armi nel campo della finanza. Si tratta tra l’altro solo di TEORIA , cose che ogni investitore dovrebbe sapere come educazione finanziaria personale di massima, ma che non sono consigli  per investimenti specifici.

Cos’è il livello di resistenza nel trading

Si parla di livello di resistenza nel trading, quando il valore delle azioni o di un indice azionario arriva ad un certo punto e poi torna a scendere. Questo è dovuto ad una serie molteplice di fattori, tra i quali il sentiment, le notizie che arrivano ecc.

Cos’è il livello di supporto nel trading

Il livello di supporto è il contrario della resistenza e si ha quando il prezzo delle azioni o di un indice azionario smette di scendere e risale. Anche questo atteggiamento del mercato deriva dallo stesso atteggiamento

Supporti e Resistenze nel Trading: cosa sono e come sfruttarli
Sopra: un’immagine dell’andamento di un indice, che descrive meglio di tante parole cosa sono i supporti e le resistenze nel trading

Come sfruttare i supporti e le resistenze negli investimenti

Forza relativa o RSI 

Che cos’è la forza relativa?

La forza relativa è una tecnica utilizzata nell’investimento di quantità di moto . Consiste nell’investire in titoli che hanno ottenuto buoni risultati, relativamente al loro mercato o benchmark . Ad esempio, un investitore relativamente forte potrebbe selezionare società tecnologiche che hanno sovraperformato l’ indice composito Nasdaq .

 

  • La forza relativa è un tipo di investimento di quantità di moto.

  • Consiste nel selezionare investimenti che hanno sovraperformato il loro mercato o benchmark.

  • Gli investitori con forza relativa presumono che il trend della sovraperformance continuerà. Se la tendenza si inverte, il loro investimento probabilmente avrà scarsi risultati.

Comprensione della forza relativa

Mentre l’obiettivo dell’investimento di valore è comprare basso e vendere alto, l’obiettivo dell’investimento relativo di forza è comprare alto e vendere ancora più in alto. Pertanto, gli investitori relativamente forti ipotizzano che le tendenze attualmente visualizzate dal mercato continueranno abbastanza a lungo da poter realizzare un rendimento positivo. Qualsiasi improvvisa inversione di tendenza potrebbe portare a risultati negativi.

Per identificare i candidati agli investimenti, gli investitori in termini di forza relativa inizieranno osservando un benchmark, come l’indice composito Nasdaq. Quindi cercheranno di vedere quali aziende all’interno di quel mercato hanno sovraperformato i loro coetanei, sia aumentando più rapidamente dei loro coetanei o diminuendo meno rapidamente di loro.

Poiché gli investimenti relativi alla forza relativa presumono che le tendenze attuali continueranno nel futuro, è più efficace in periodi stabili con interruzioni minime. Al contrario, periodi caotici come la crisi finanziaria del 2007-2008 possono essere pericolosi per gli investitori relativamente forti perché possono portare a brusche inversioni delle precedenti tendenze di investimento. In tali situazioni, la psicologia degli investitori può improvvisamente ribaltarsi, con i beniamini degli investimenti di ieri che vengono rapidamente evitati dagli investitori.

Sebbene gli investimenti di momentum siano spesso associati a singoli titoli, possono anche essere applicati a interi mercati o settori industriali utilizzando fondi indicizzati e fondi negoziati in borsa (ETF) . Allo stesso modo, gli investitori possono effettuare investimenti relativamente sicuri in altre attività, come nel settore immobiliare utilizzando fondi comuni di investimento immobiliare (REIT) . Possono essere utilizzati anche strumenti più esotici, come futures su materie prime , opzioni e altri prodotti derivati .

Gli investimenti relativi alla forza relativa possono anche essere utilizzati come componente di una strategia più ampia, come il trading di coppie.

Esempio reale di forza relativa

Il Sig. Mario è un investitore relativamente forte che tiene d’occhio i prezzi delle obbligazioni societarie e l’ S & P 500 . Il suo portafoglio di investimenti è costituito da un fondo indicizzato S&P 500 e un ETF che traccia il mercato delle obbligazioni societarie . In qualità di investitore relativamente forte, aumenta periodicamente la propria allocazione verso qualsiasi asset in quel momento sovraperformante. In tal modo, spera di beneficiare della continua tendenza della sovraperformance di tale attività, acquistando efficacemente in alto e vendendo in rialzo.

Negli ultimi mesi, ha notato che gli investitori sembrano aumentare le allocazioni di obbligazioni di portafoglio a spese delle azioni. Questo afflusso di denaro nel mercato obbligazionario ha aumentato i prezzi delle obbligazioni e ridotto i rendimenti .

Prevedendo che questa tendenza continui, il sig. Mario risponde diminuendo il suo investimento nell’S & P 500 e aumentando il suo investimento nell’ETF sulle obbligazioni societarie. Spera di beneficiare di qualsiasi sovraperformante in corso delle obbligazioni rispetto alle azioni.

Guide al Trading Online

Come iniziare a fare Trading – GUIDA

Short selling

Quanti soldi servono per iniziare a fare Trading 

Come risparmiare sulle commissioni

Stop Loss: come proteggere i Nostri investimenti 

Quando comprare le azioni

Quando vendere le azioni

OrariQuando le borse sono aperte 

Rimbalzo del Gatto Morto 

Sell-Off   

Il rally di Babbo Natale

Mercato Ribassista – Orso  

Errori del Trader Principiante da evitare 

L'Economia e la Finanza dalla parte del consumatore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *