Mercato Ribassista: Orso e Crisi delle Azioni FAANG

A fine dicembre siamo entrati in pieno mercato ribassista nelle cosiddette azioni  FAANG – il commercio più popolare di Wall Street durante l’anno – spinge i gestori di fondi a cercare le prossime grandi società in crescita che possono portare il mercato in generale a salire.
Le azioni di Facebook Inc, Amazon.com Inc, Apple Inc, Netflix Inc e Alphabet di Google, hanno raggiunto livelli record a luglio 2018.
Da allora, i problemi che vanno dagli scandali sulla privacy dei dati di Facebook alle vendite in calo di iPhone di Apple all’aumento del cash rate di Netflix hanno incrinato le azioni, contribuendo a spingere l’indice del Nasdaq Composite al limite di un mercato ribassista. Il Nasdaq ha perso un altro 1,7 percento a venerdì a mezzogiorno.

Con le azioni dei FAANG in calo del 25,6% in media dall’inizio del trimestre, i gestori di fondi e gli analisti stanno iniziando a riconsiderare il loro approccio alla crescita, trattando gli stock di FAANG meno come un singolo blocco e più sui loro meriti individuali.

“Questo è stato un anno in cui all’inizio si doveva possedere i nomi FAANG e alla fine non si vuole possedere nessuno di loro”, ha dichiarato Kevin Landis, portfolio manager presso il fondo Firsthand Technology Opportunities.

Landis, che ha tagliato la sua posizione in Apple ma detiene ancora Amazon.com e Alphabet tra le sue 10 posizioni più importanti, ha detto che il gruppo FAANG sta crollando mentre le aziende maturano e i loro alti livelli di crescita.

Di conseguenza, sta tagliando la sua posizione in Netflix e aggiungendo invece alla sua posizione nella società televisiva in streaming Roku Inc, che ha un valore di mercato di circa $ 3,3 miliardi (2,6 miliardi di sterline), rispetto al valore di mercato di Netflix di $ 116,3 miliardi.

“È difficile vedere Netflix crescere qui di un ordine di grandezza, ma è facile vedere Roku crescere di un ordine di grandezza mentre la tendenza al taglio si fa sentire”, ha detto.

Mercato Ribassista: Orso e Crisi delle Azioni FAANG

Mercato Ribassista: Orso e Crisi delle Azioni FAANG

Ci sono ancora cose da apprezzare su ogni stock di FAANG, ovviamente. Ad esempio, Netflix ha sorpreso gli analisti con la crescita dei suoi abbonati nel suo ultimo trimestre, mentre Facebook sta continuando a crescere rapidamente oltreoceano e la redditività di Amazon è risultata superiore a quanto previsto da Wall Street.

Eppure ogni azienda sta affrontando anche ostacoli che smentiscono l’idea che continueranno a dominare il mercato azionario. Netflix, ad esempio, sta cercando di superare un tasso di ustione di denaro più veloce con l’aumentare del costo dei contenuti, mentre la crescita delle entrate per la ricerca di Google e la pubblicità di YouTube sta rallentando a causa della più forte concorrenza di Amazon.

Facebook sta affrontando costi più elevati e un maggiore controllo regolamentare, mentre Apple è alle prese con un mercato in crescita più lento per gli smartphone e Amazon è appesantito dai maggiori costi di spesa.

LEGGI ANCHE >> Cos’è il Sell-Off quando tutti vendono

È stato un “relitto di un treno al rallentatore”, ha detto Michael Pachter, analista di Wedbush Securities.

La ripida scivolata del mercato azionario probabilmente spezzerà la popolarità di investire nelle azioni come un unico commercio, ha detto. “Facebook ha scandali quasi quotidiani e Netflix ha l’imminente perdita di contenuti Disney / Fox, ma gli altri non hanno fatto assolutamente niente di male”, ha detto.

Tom Plumb, gestore di portafoglio del fondo Plumb Equity, ha dichiarato di essersi allontanato dall’affollato mercato azionario di FAANG a causa delle loro elevate valutazioni. Eppure, del gruppo, si aspetta che Facebook abbia meno probabilità di rimbalzare rapidamente, facendo crollare ulteriormente il gruppo.

“Le aziende che dipendono dalla pubblicità sui social media vedranno un incredibile controllo regolamentare e mi piacerebbe vedere un paio di trimestri almeno per vedere come hanno adattato i loro modelli di business” prima di acquistare le loro azioni, ha detto.

Invece, sta aumentando la sua posizione in aziende con forti flussi di entrate ricorrenti come Adobe Inc, Visa Inc e Microsoft Corp.

“Non si arriva a comprare società a prezzi di panico a meno che non ci sia il panico, e penso che ci sia un’incredibile quantità di ansia nel mercato in questo momento”, ha detto.

Dal 2012 informiamo su finanza personale , investimenti, banche e gestione finanziaria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *