Migliori Banche per Prestiti, ecco dove rivolgersi nel 2023

La crisi economica che si prevede alle porte, unita all’inflazione potrebbe far tornare di moda e far tornare conveniente prendere dei prestiti. Per questo oggi scopriremo le migliori banche per richiedere un prestito, considerandone tipologie, interessi e spese accessorie, per valutare la migliore offerta.

Ricordando sempre quali sono gli Istituti di Credito più sicuri, bisogna dire che con la crescita dell’intero settore le banche odierne mettono a disposizione soluzioni sempre più flessibili e alla portata di tutti, semplificando inoltre le pratiche d’accesso al credito. Considerando l’esistenza di soluzioni su misura, quali sono le migliori banche per avere finanziamenti?

Cos’è un prestito

Un prestito bancario è un accordo tra un istituto di credito (banca) e un cliente, in cui la banca presta una somma di denaro al cliente, che si impegna a restituirla entro un periodo di tempo concordato, pagando anche degli interessi.

I prestiti bancari possono essere utilizzati per una varietà di scopi, come l’acquisto di un’auto, di una casa o di un’attività commerciale, o per la copertura di spese impreviste.

Esistono diversi tipi di prestiti bancari, che si differenziano per la durata, il tasso di interesse, le garanzie richieste e le condizioni di rimborso.

I principali tipi di prestiti bancari sono:

  • Prestiti personali: sono prestiti non finalizzati, ovvero non legati a un acquisto specifico. Sono generalmente concessi per importi inferiori ai 30.000 euro e hanno una durata variabile, da 1 a 7 anni.
  • Prestiti finalizzati: sono prestiti legati all’acquisto di un bene o servizio specifico, come l’acquisto di un’auto, di una casa o di un’attività commerciale. Il tasso di interesse e le condizioni di rimborso sono generalmente più vantaggiose rispetto ai prestiti personali.
  • Prestiti ipotecari: sono prestiti finalizzati all’acquisto di una casa. L’ipoteca è una garanzia che viene concessa alla banca dal cliente, che garantisce di rimborsare il prestito in caso di insolvenza.
  • Prestiti a tasso variabile: i tassi di interesse di questi prestiti variano nel tempo, in base a un parametro di riferimento, come il tasso Euribor o il tasso BCE.
  • Prestiti a tasso fisso: i tassi di interesse di questi prestiti rimangono invariati per tutta la durata del contratto.

Per ottenere un prestito bancario, il cliente deve presentare alla banca una richiesta di finanziamento, corredata da documentazione che attesti la sua solvibilità, come il reddito, il patrimonio e la situazione lavorativa.

La banca valuterà la richiesta e, in caso di esito positivo, concederà il prestito.

1. I prestiti personali

Un prestito personale è un finanziamento non finalizzato, ovvero non legato all’acquisto di un bene o servizio specifico. È un prodotto finanziario che può essere utilizzato per qualsiasi esigenza, come ad esempio:

  • Acquisto di un’auto
  • Ristrutturazione della casa
  • Partenza per un viaggio
  • Copertura di spese impreviste

I prestiti personali sono generalmente concessi per importi inferiori ai 30.000 euro e hanno una durata variabile, da 1 a 7 anni.

Come funziona un prestito personale?

Il prestito personale è un accordo tra un istituto di credito (banca) e un cliente, in cui la banca presta una somma di denaro al cliente, che si impegna a restituirla entro un periodo di tempo concordato, pagando anche degli interessi.

Per ottenere un prestito personale, il cliente deve presentare alla banca una richiesta di finanziamento, corredata da documentazione che attesti la sua solvibilità, come il reddito, il patrimonio e la situazione lavorativa.

La banca valuterà la richiesta e, in caso di esito positivo, concederà il prestito.

Quali sono i vantaggi di un prestito personale?

I prestiti personali offrono una serie di vantaggi, tra cui:

  • Flessibilità: i prestiti personali possono essere utilizzati per qualsiasi esigenza, senza necessità di giustificare la spesa.
  • Rapidità: la procedura di richiesta e approvazione di un prestito personale è generalmente più rapida rispetto ad altri tipi di finanziamento.
  • Accessibilità: i prestiti personali sono generalmente accessibili a un ampio pubblico di clienti.

Quali sono gli svantaggi di un prestito personale?

I prestiti personali presentano anche alcuni svantaggi, tra cui:

  • Costi: i prestiti personali sono generalmente soggetti a commissioni e interessi, che possono aumentare il costo totale del finanziamento.
  • Rischi: i prestiti personali devono essere rimborsati entro un periodo di tempo concordato, con il pagamento degli interessi. In caso di insolvenza, il cliente può incorrere in spese aggiuntive, come le more e le spese legali.

Come scegliere il prestito personale più adatto a te?

Per scegliere il prestito personale più adatto a te, è importante considerare i seguenti fattori:

  • Importo del prestito: il prestito deve essere sufficiente a coprire la tua esigenza di liquidità.
  • Durata del prestito: la durata del prestito deve essere compatibile con le tue capacità di rimborso.
  • Tasso di interesse: il tasso di interesse è un importante fattore di costo del prestito.
  • Commissioni: le commissioni possono aumentare il costo totale del prestito.

Dove richiedere un prestito personale?

I prestiti personali possono essere richiesti presso banche, finanziarie e società di credito al consumo. È importante confrontare le offerte di diversi istituti di credito per trovare la soluzione più vantaggiosa.

Confronto prestiti personali online

Esistono numerosi siti web che consentono di confrontare le offerte di prestiti personali di diversi istituti di credito. Questi siti web possono essere un utile strumento per trovare la soluzione più adatta alle tue esigenze.

Conclusione

I prestiti personali sono un’opzione di finanziamento flessibile e accessibile che può essere utilizzata per soddisfare una varietà di esigenze. È importante valutare attentamente i costi e i rischi associati a questo tipo di finanziamento prima di richiedere un prestito personale.

2. Prestiti finalizzati

Un prestito finalizzato è un finanziamento concesso da un istituto di credito (banca o finanziaria) per l’acquisto di un bene o servizio specifico, come ad esempio un’auto, un elettrodomestico o un viaggio.

Come funziona un prestito finalizzato?

Il prestito finalizzato è un accordo tra un istituto di credito e un cliente, in cui l’istituto di credito presta una somma di denaro al cliente, che si impegna a restituirla entro un periodo di tempo concordato, pagando anche degli interessi.

La somma di denaro viene erogata direttamente al venditore del bene o servizio, che lo consegna al cliente.

Quali sono i vantaggi di un prestito finalizzato?

I prestiti finalizzati offrono una serie di vantaggi, tra cui:

  • Flessibilità: i prestiti finalizzati possono essere utilizzati per l’acquisto di una vasta gamma di beni e servizi.
  • Rapidità: la procedura di richiesta e approvazione di un prestito finalizzato è generalmente più rapida rispetto ad altri tipi di finanziamento.
  • Accessibilità: i prestiti finalizzati sono generalmente accessibili a un ampio pubblico di clienti.

Quali sono gli svantaggi di un prestito finalizzato?

I prestiti finalizzati presentano anche alcuni svantaggi, tra cui:

  • Costi: i prestiti finalizzati sono generalmente soggetti a commissioni e interessi, che possono aumentare il costo totale del finanziamento.
  • Rischi: i prestiti finalizzati devono essere rimborsati entro un periodo di tempo concordato, con il pagamento degli interessi. In caso di insolvenza, il cliente può incorrere in spese aggiuntive, come le more e le spese legali.

Come scegliere il prestito finalizzato più adatto a te?

Per scegliere il prestito finalizzato più adatto a te, è importante considerare i seguenti fattori:

  • Importo del prestito: il prestito deve essere sufficiente a coprire il costo del bene o servizio che intendi acquistare.
  • Durata del prestito: la durata del prestito deve essere compatibile con le tue capacità di rimborso.
  • Tasso di interesse: il tasso di interesse è un importante fattore di costo del prestito.
  • Commissioni: le commissioni possono aumentare il costo totale del prestito.

Dove richiedere un prestito finalizzato?

I prestiti finalizzati possono essere richiesti presso banche, finanziarie e società di credito al consumo. È importante confrontare le offerte di diversi istituti di credito per trovare la soluzione più vantaggiosa.

Confronto prestiti finalizzati online

Esistono numerosi siti web che consentono di confrontare le offerte di prestiti finalizzati di diversi istituti di credito. Questi siti web possono essere un utile strumento per trovare la soluzione più adatta alle tue esigenze.

Conclusione

I prestiti finalizzati sono un’opzione di finanziamento conveniente e accessibile che può essere utilizzata per soddisfare una varietà di esigenze. È importante valutare attentamente i costi e i rischi associati a questo tipo di finanziamento prima di richiedere un prestito finalizzato.

Alcune informazioni aggiuntive sui prestiti finalizzati:

  • I prestiti finalizzati sono generalmente soggetti a un tasso di interesse più elevato rispetto ai prestiti personali.
  • I prestiti finalizzati possono essere concessi solo per l’acquisto di un bene o servizio specifico.
  • La somma di denaro viene erogata direttamente al venditore del bene o servizio, che lo consegna al cliente.
  • Il cliente deve pagare gli interessi sul prestito, oltre al capitale finanziato.
  • Il cliente deve rimborsare il prestito entro un periodo di tempo concordato.

In caso di insolvenza, il cliente può incorrere in spese aggiuntive, come le more e le spese legali.

3. Prestiti ipotecari

Un prestito ipotecario è un tipo di prestito che viene garantito da un immobile. L’ipoteca è un diritto di pegno che l’istituto di credito ottiene sull’immobile, che può essere espropriato in caso di mancato rimborso del prestito.

I prestiti ipotecari sono generalmente concessi per l’acquisto di una casa, ma possono essere utilizzati anche per ristrutturarla o per finanziare altri progetti immobiliari.

Come funziona un prestito ipotecario?

Il prestito ipotecario è un accordo tra un istituto di credito e un cliente, in cui l’istituto di credito presta una somma di denaro al cliente, che si impegna a restituirla entro un periodo di tempo concordato, pagando anche degli interessi.

L’importo del prestito ipotecario è generalmente pari al valore dell’immobile, meno un importo di liquidità che il cliente deve versare come anticipo.

La somma di denaro viene erogata all’acquirente, che poi paga l’immobile al venditore.

Quali sono i vantaggi di un prestito ipotecario?

I prestiti ipotecari offrono una serie di vantaggi, tra cui:

  • Importi elevati: i prestiti ipotecari possono essere concessi per importi elevati, che consentono di acquistare una casa o un immobile di valore.
  • Durata lunga: i prestiti ipotecari hanno una durata lunga, che può arrivare a 30 anni, rendendoli più convenienti rispetto ad altri tipi di prestiti.
  • Tassi di interesse competitivi: i tassi di interesse dei prestiti ipotecari sono generalmente competitivi, rendendoli un’opzione di finanziamento conveniente.

Quali sono gli svantaggi di un prestito ipotecario?

I prestiti ipotecari presentano anche alcuni svantaggi, tra cui:

  • Costi: i prestiti ipotecari sono generalmente soggetti a commissioni e interessi, che possono aumentare il costo totale del finanziamento.
  • Rischi: i prestiti ipotecari devono essere rimborsati entro un periodo di tempo concordato, con il pagamento degli interessi. In caso di insolvenza, il cliente può incorrere in spese aggiuntive, come le more e le spese legali.
  • Impegno a lungo termine: i prestiti ipotecari hanno una durata lunga, che impegna il cliente per un periodo di tempo prolungato.

Come scegliere il prestito ipotecario più adatto a te?

Per scegliere il prestito ipotecario più adatto a te, è importante considerare i seguenti fattori:

  • Importo del prestito: il prestito deve essere sufficiente a coprire il costo dell’immobile che intendi acquistare.
  • Durata del prestito: la durata del prestito deve essere compatibile con le tue capacità di rimborso.
  • Tasso di interesse: il tasso di interesse è un importante fattore di costo del prestito.
  • Commissioni: le commissioni possono aumentare il costo totale del prestito.

Dove richiedere un prestito ipotecario?

I prestiti ipotecari possono essere richiesti presso banche, finanziarie e società di credito al consumo. È importante confrontare le offerte di diversi istituti di credito per trovare la soluzione più vantaggiosa.

Confronto prestiti ipotecari online

Esistono numerosi siti web che consentono di confrontare le offerte di prestiti ipotecari di diversi istituti di credito. Questi siti web possono essere un utile strumento per trovare la soluzione più adatta alle tue esigenze.

Conclusione

I prestiti ipotecari sono un’opzione di finanziamento conveniente e accessibile che può essere utilizzata per acquistare una casa. È importante valutare attentamente i costi e i rischi associati a questo tipo di finanziamento prima di richiedere un prestito ipotecario.

Alcune informazioni aggiuntive sui prestiti ipotecari:

  • I prestiti ipotecari sono generalmente soggetti a un tasso di interesse variabile, che può aumentare o diminuire nel tempo.
  • I prestiti ipotecari possono essere concessi solo a persone che possiedono un reddito stabile e una storia creditizia positiva.
  • Il cliente deve pagare gli interessi sul prestito, oltre al capitale finanziato.
  • Il cliente deve rimborsare il prestito entro un periodo di tempo concordato.

In caso di insolvenza, il cliente può incorrere in spese aggiuntive, come le more e le spese legali.

4. Prestiti a Tasso variabile

Un prestito a tasso variabile è un tipo di prestito in cui il tasso di interesse viene stabilito al momento della stipula del contratto, ma viene poi ricalcolato periodicamente in base a un parametro di riferimento, come l’Euribor o il tasso BCE.

L’importo delle rate può variare al rialzo o al ribasso, in base all’andamento dell’indice di riferimento.

Come funziona un prestito a tasso variabile?

Il prestito a tasso variabile è un accordo tra un istituto di credito (banca o finanziaria) e un cliente, in cui la banca presta una somma di denaro al cliente, che si impegna a restituirla entro un periodo di tempo concordato, pagando anche degli interessi.

L’importo del prestito viene calcolato in base al tasso di interesse variabile, al capitale finanziato e alla durata del prestito.

Le rate vengono determinate in base all’importo del prestito, al tasso di interesse variabile e alla durata del prestito.

Quali sono i vantaggi dei prestiti a tasso variabile?

I prestiti a tasso variabile offrono una serie di vantaggi, tra cui:

  • Tassi di interesse iniziali più bassi: i tassi di interesse dei prestiti a tasso variabile sono generalmente più bassi rispetto ai tassi di interesse dei prestiti a tasso fisso.
  • Flessibilità: i prestiti a tasso variabile offrono una maggiore flessibilità rispetto ai prestiti a tasso fisso, in quanto consentono al cliente di beneficiare di eventuali diminuzioni dei tassi di interesse.

Quali sono gli svantaggi dei prestiti a tasso variabile?

I prestiti a tasso variabile presentano anche alcuni svantaggi, tra cui:

  • Rischio di aumento delle rate: il tasso di interesse variabile può aumentare nel tempo, facendo aumentare anche l’importo delle rate.
  • Difficoltà di pianificazione: i prestiti a tasso variabile rendono più difficile la pianificazione delle spese future, in quanto l’importo delle rate può variare nel tempo.

Come scegliere il prestito a tasso variabile più adatto a te?

Per scegliere il prestito a tasso variabile più adatto a te, è importante considerare i seguenti fattori:

  • Importo del prestito: il prestito deve essere sufficiente a coprire la tua esigenza di liquidità.
  • Durata del prestito: la durata del prestito deve essere compatibile con le tue capacità di rimborso.
  • Tasso di interesse: il tasso di interesse è un importante fattore di costo del prestito.
  • Garanzia: il prestito può essere garantito da un’ipoteca o da un’altra forma di garanzia.

Dove richiedere un prestito a tasso variabile?

I prestiti a tasso variabile possono essere richiesti presso banche, finanziarie e società di credito al consumo. È importante confrontare le offerte di diversi istituti di credito per trovare la soluzione più vantaggiosa.

Confronto prestiti a tasso variabile online

Esistono numerosi siti web che consentono di confrontare le offerte di prestiti a tasso variabile di diversi istituti di credito. Questi siti web possono essere un utile strumento per trovare la soluzione più adatta alle tue esigenze.

Conclusione

I prestiti a tasso variabile sono un’opzione di finanziamento flessibile e accessibile che può essere utilizzata per soddisfare una varietà di esigenze. È importante valutare attentamente i costi e i rischi associati a questo tipo di finanziamento prima di richiedere un prestito a tasso variabile.

Alcune informazioni aggiuntive sui prestiti a tasso variabile:

  • I prestiti a tasso variabile sono generalmente soggetti a un tasso di interesse variabile, che può aumentare o diminuire nel tempo.
  • I prestiti a tasso variabile possono essere concessi a persone che possiedono un reddito stabile e una storia creditizia positiva.
  • Il cliente deve pagare gli interessi sul prestito, oltre al capitale finanziato.
  • Il cliente deve rimborsare il prestito entro un periodo di tempo concordato.

In caso di insolvenza, il cliente può incorrere in spese aggiuntive, come le more e le spese legali.

Tasso variabile con CAP

Il tasso variabile con CAP è una particolare tipologia di prestito a tasso variabile in cui il tasso di interesse non può superare un limite massimo (CAP).

In questo modo, il cliente è protetto da un aumento eccessivo delle rate.

Tasso variabile con floor

Il tasso variabile con floor è una particolare tipologia di prestito a tasso variabile in cui il tasso di interesse non può scendere al di sotto di un limite minimo (floor).

In questo modo, il cliente è protetto da un calo eccessivo delle rate.

5. Prestiti a tasso fisso

Un prestito a tasso fisso è un tipo di prestito in cui il tasso di interesse viene stabilito al momento della stipula del contratto e rimane invariato per tutta la durata del prestito.

L’importo delle rate è quindi sempre lo stesso, indipendentemente dall’andamento dei mercati finanziari.

Come funziona un prestito a tasso fisso?

Il prestito a tasso fisso è un accordo tra un istituto di credito (banca o finanziaria) e un cliente, in cui la banca presta una somma di denaro al cliente, che si impegna a restituirla entro un periodo di tempo concordato, pagando anche degli interessi.

L’importo del prestito viene calcolato in base al tasso di interesse fisso, al capitale finanziato e alla durata del prestito.

Le rate vengono determinate in base all’importo del prestito, al tasso di interesse fisso e alla durata del prestito.

Quali sono i vantaggi dei prestiti a tasso fisso?

I prestiti a tasso fisso offrono una serie di vantaggi, tra cui:

  • Previsibilidade: le rate rimangono invariate per tutta la durata del prestito, offrendo al cliente una maggiore tranquillità.
  • Protezione da fluttuazioni dei tassi di interesse: il cliente è protetto da eventuali aumenti dei tassi di interesse.

Quali sono gli svantaggi dei prestiti a tasso fisso?

I prestiti a tasso fisso presentano anche alcuni svantaggi, tra cui:

  • Tassi di interesse iniziali più alti: i tassi di interesse dei prestiti a tasso fisso sono generalmente più alti rispetto ai tassi di interesse dei prestiti a tasso variabile.
  • Meno flessibilità: i prestiti a tasso fisso offrono una minore flessibilità rispetto ai prestiti a tasso variabile, in quanto non consentono di beneficiare di eventuali diminuzioni dei tassi di interesse.

Come scegliere il prestito a tasso fisso più adatto a te?

Per scegliere il prestito a tasso fisso più adatto a te, è importante considerare i seguenti fattori:

  • Importo del prestito: il prestito deve essere sufficiente a coprire la tua esigenza di liquidità.
  • Durata del prestito: la durata del prestito deve essere compatibile con le tue capacità di rimborso.
  • Tasso di interesse: il tasso di interesse è un importante fattore di costo del prestito.
  • Garanzia: il prestito può essere garantito da un’ipoteca o da un’altra forma di garanzia.

Dove richiedere un prestito a tasso fisso?

I prestiti a tasso fisso possono essere richiesti presso banche, finanziarie e società di credito al consumo. È importante confrontare le offerte di diversi istituti di credito per trovare la soluzione più vantaggiosa.

Confronto prestiti a tasso fisso online

Esistono numerosi siti web che consentono di confrontare le offerte di prestiti a tasso fisso di diversi istituti di credito. Questi siti web possono essere un utile strumento per trovare la soluzione più adatta alle tue esigenze.

Conclusione

I prestiti a tasso fisso sono un’opzione di finanziamento sicura e affidabile che può essere utilizzata per soddisfare una varietà di esigenze. È importante valutare attentamente i costi e i rischi associati a questo tipo di finanziamento prima di richiedere un prestito a tasso fisso.

Alcune informazioni aggiuntive sui prestiti a tasso fisso:

  • I prestiti a tasso fisso sono generalmente soggetti a un tasso di interesse fisso, che non può variare per tutta la durata del prestito.
  • I prestiti a tasso fisso possono essere concessi a persone che possiedono un reddito stabile e una storia creditizia positiva.
  • Il cliente deve pagare gli interessi sul prestito, oltre al capitale finanziato.
  • Il cliente deve rimborsare il prestito entro un periodo di tempo concordato.

In caso di insolvenza, il cliente può incorrere in spese aggiuntive, come le more e le spese legali.

Leggi anche: Le Offerte di Prestito più Convenienti di questo periodo

Migliori Banche per Prestiti, banche per finanziamenti personali

Quali sono le migliori banche per prestiti del periodo? 5 nomi da considerare

Prima di scegliere il prestito più adatto alle proprie esigenze, è opportuno conoscere dettagliatamente anche le società che presentano tale prodotto. Di ogni banca è infatti fondamentale conoscere:

  • Storia
  • Profilo societario
  • Prodotti offerti
  • CET1 Ratio
  • Grado di solvibilità
  • Valutazione rischio
  • Quantità sedi e clienti

Una scelta che può divenire difficile se unita a quella del prestito stesso, però necessaria a comprendere solidità e affidabilità delle banche, considerando anche il loro obbligo alla massima trasparenza ai sensi del D.L. 185/2008. In ogni caso, seppur orientative, le informazioni disponibili rendono perfettamente l’idea dei prodotti in questione.

 

1. Intesa Sanpaolo 

Nato nel 2007 dalla fusione Banca Intesa-Sanpaolo IMI, ( BIT: ISP ) con CET1 Ratio al 14,7% Intesa Sanpaolo è il primo istituto bancario d’Italia, distinguendosi per un’offerta di credito altamente flessibile, con finalità mirate o generiche, quindi mirata a più categorie di pubblico, e certezza garantita di importi e rate. I suoi migliori prestiti sono:

Prestito

Finalità

Liquidità

Durata

 TAN

 TAEG

XME Prestito Facile

Nessuna

da 2.000 a 75.000 euro

 da 36 a 120 mesi

da 7,85% a 9,90%

da 9,30% a 11,30%

XME Spensierata

Nessuna

da 200,00 a 2.500 euro

da 3 a 48 mesi

8,50%

11,40%

XME Prestito Diretto

Nessuna

da 200,00 a 20.000 euro

da 6 a 120 mesi

0,00%

0,00%

XME Prestito Giovani

Nessuna

da 2.000 a 30.000 euro

da 36 a 120 mesi

da 7,85% a 9,70%

da 8,80% a 10,80%

PerTe Prestito Exclusive

Nessuna

da 75.001 a 300.000 euro

da 24 a 180 mesi

da 5,90% a 9,90%

da 6,27% a 10,59%

 

2. Unicredit

Nata nel 1998 dalla fusione UnicreditoCredito Italiano col nome Unicredito Italiano, ( BIT: UCG ) con CET1 Ratio al 13,3% Unicredit è la seconda banca d’Italia con una serie di prodotti creditizi adatti a ogni tipologia di clientela, flessibili e certi, finalizzati e non. I suoi migliori prestiti sono:

Prestito

Finalità

Liquidità

Durata

 TAN

 TAEG

CreditExpress Dynamic

Nessuna

da 1.000 a 100.000 euro

 da 18 a 120 mesi

da 6,50% a 7,75%

da 6,96% a 9,45%

CreditExpress Compact

Consolidamento debiti

da 1.000 a 100.000 euro

da 18 a 120 mesi

da 6,50% a 7,75%

da 6,96% a 9,45%

Ad Honorem

Studio

fino a 27.700 euro

da 12 a 180 mesi

4,25%

4,41%

 

3. BPER Banca

Fondata nel 1867 come Banca Popolare di Modena e conosciuta in seguito come Banca Popolare dell’Emilia-Romagna, ( BIT: BPE ) con CET1 Ratio al 13,1% BPER Banca è tra i più affidabili e solidi istituti di credito, con un’offerta di prestiti altamente versatile e per più finalità. I suoi migliori prestiti sono:

Prestito

Finalità

Liquidità

Durata

TAN

TAEG

Mini

Nessuna

da 1.000 a 3.000 euro

 da 12 a 36 mesi

9,90%

da 11,47% a 14,43%

Fast

Nessuna

da 3.000 a 30.000 euro

da 12 a 120 mesi

da 7,05% a 8,90%

da 7,78% a 11,58%

Maxi

Nessuna

fino a 75.000 euro

da 12 a 120 mesi

da 7,05% a 8,90%

da 7,78% a 11,58%

Green

Risparmio energetico

da 1.000 a 75.000 euro

da 12 a 120 mesi

7,05%

8,23%

Senza Barriere

Accessibilità

da 1.001 a 25.000 euro

fino a 120 mesi

da 2,00 a 2,20%

da 2,22% a 2,56%

 

 

4. Banca Sella

Fondata dalla famiglia Sella a Biella nel 1886, Banca Sella è una delle banche più influenti d’Italia con CET1 Ratio al 12,31%, rinnovandosi costantemente unendo tradizioni ed evoluzione, famosa per la sua piattaforma di trading online, offre ai clienti soluzioni creditizie all’avanguardia, sempre permissive, versatili, in linea con le maggiori esigenze e fasi della vita. I suoi migliori prestiti sono:

 

Prestito

Finalità

Liquidità

Durata

TAN

TAEG

ProntoTuo

Nessuna

da 2.000 a 25.000 euro

 da 12 a 120 mesi

da 5,90% a 6,20%

da 6,13% a 6,37%

Green

Risparmio energetico

fino a 75.000 euro

fino a 120 mesi

5,90%

6,17%

Ristrutturazione

Ristrutturazione

fino a 100.000 euro

fino a 120 mesi

6,20%

6,46%

Prestito d’Onore

Studio

fino a 30.000 euro

fino a 84 mesi

4,95%

5,16%

 

5. Banco Santander

Fondata nel 1857 in Spagna, Banco Santander è la prima e più importante banca iberica, con un CET1 Ratio al 12,11%, fornendo servizi di credito tramite la sua controllata Santander Consumer Bank, come prestiti finalizzati e non, adatti alle più diverse esigenze finanziarie.

Prestito

Finalità

Liquidità

Durata

TAN

TAEG

Prestito Personale

Nessuna

da 1.500 a 30.000 euro

da 12 a 96 mesi

da 5,99% a 8,49%

da 6,28% a 10,31%

Prestito Auto

Acquisto auto nuova o usata

fino a 30.000 euro

da 18 a 84 mesi

6,75%

7,11%

Partite IVA

Attività professionale/imprenditoriale

fino a 155.000 euro

 fino a 126 mesi

7,59%

12,06%

 

 

Prestiti, la situazione italiana

Secondo la Mappa del Credito di Mister Credit-CRIF, a marzo 2022 sono circa il 45,4% gli italiani maggiorenni che ricorrono a prestiti, +5,4% rispetto all’anno precedente, con maggiore propensione al 47% per finanziamenti finalizzati e al 27,6% per personali (il restante 25,4% riguarda i mutui). Stando agli stessi studi, le rate medie si attestano a 315,00 euro, -2,8% rispetto al 2020, che raggiungono 378,00 euro in Trentino-Alto Adige.

A conti fatti, sono specialmente le ultime evoluzioni di pandemia e conflitto Russia-Ucraina a generare non poche incognite nella situazione economica delle famiglie italiane, tra caro bollette e caro benzina: questo il principale motivo del trend positivo del settore, nonché di semplificazione  delle condizioni d’accesso e studio di soluzioni flessibili.

Sempre importante ricordare che, in fase di scelta, un esame accurato delle offerte sul mercato e delle proprie necessità ed esigenze sarà fondamentale per trovare la migliore soluzione, quando possibile anche con l’aiuto di consulenti finanziari.

 

Altri finanziamenti da prendere in considerazione:

Dal 2014 scriviamo di finanza, economia, investimenti, prestiti, banche. Scriviamo recensioni e guide su: investimenti , trading online, operazioni di borsa, prestiti, facciamo recensioni di prodotti finanziari cercando di spiegare al lettore in modo semplice ed intuitivo il mondo e le notizie della finanza italiana ed internazionale. "La finanza al servizio del consumatore" è il Nostro motto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.