10 Regole per Scegliere il Conto Corrente che fa per Te.

Oggi come oggi le banche non offrono più solo un singolo conto corrente, ma offrono almeno 3 o 4 tipi di conto corrente per ogni esigenza. C’è il normale conto corrente per un privato, c’è il conto corrente per giovani , di solito under 30 e facilitato, cioè con spese minori di quello normale, c’è quello per aziende.

Questi di solito sono i conti correnti basilari, ma poi ogni banca ne può offrire anche di più. Ad esempio ci sono conti per minorenni, o conti per famiglie o per single, o per pensionati o per imprenditori. Insomma oggi come oggi se è vero che scegliere il proprio conto corrente è più complicato di 30 anni fa quando ne esisteva solo uno, poi però conviene in quanto queste offerte diciamo “personalizzate” permettono di togliere tutte quelle spese ed opportunità che sappiamo che non useremo mai,

10 Regole per Scegliere il Conto Corrente che fa per Te.

Ecco 10 regole per trovare il tuo migliore conto corrente:

  1. Conosci le tue esigenze. Prima di iniziare a confrontare i conti correnti, è importante capire quali sono le tue esigenze. Considera la tua situazione finanziaria, le tue abitudini di spesa e i tuoi obiettivi di risparmio.
  2. Fai una ricerca. C’è un’ampia gamma di conti correnti disponibili sul mercato, quindi è importante fare una ricerca approfondita per trovare quello che è giusto per te. Leggi le recensioni online, confronta le offerte e chiedi consiglio a familiari e amici.
  3. Considera i costi. I costi sono un fattore importante da considerare quando si sceglie un conto corrente. I conti correnti possono avere costi variabili per il canone, le operazioni, i bonifici e altri servizi.
  4. Scopri i servizi offerti. Oltre ai costi, è importante considerare anche i servizi offerti da ciascun conto corrente. Alcuni conti correnti offrono servizi aggiuntivi, come carte di credito, carte di debito, prestiti e mutui.
  5. Leggi il contratto. Prima di aprire un conto corrente, è importante leggere attentamente il contratto. Il contratto contiene informazioni importanti sui costi, sui servizi e sui termini e condizioni del conto.
  6. Valuta la convenienza. Quando si confrontano i conti correnti, è importante considerare la convenienza. Alcuni conti correnti sono più convenienti di altri, soprattutto per chi ha un basso saldo o un volume di operazioni limitato.
  7. Fai attenzione ai costi nascosti. Alcuni conti correnti possono avere costi nascosti, come commissioni per operazioni specifiche o condizioni di utilizzo restrittive.
  8. Sii flessibile. Non è necessario scegliere il primo conto corrente che incontri. Se non sei soddisfatto del tuo conto corrente attuale, puoi sempre cambiare.
  9. Chiedi consiglio a un consulente. Se hai bisogno di aiuto per scegliere il tuo conto corrente, puoi chiedere consiglio a un consulente finanziario.
  10. Sii consapevole delle tue opzioni. Oltre ai conti correnti tradizionali, ci sono anche altri tipi di conti correnti disponibili, come i conti correnti online e i conti correnti a zero spese.

Ecco alcuni suggerimenti aggiuntivi per trovare il tuo migliore conto corrente:

  • Considera la tua situazione finanziaria. Se hai un basso saldo o un reddito limitato, potresti voler scegliere un conto corrente con un canone annuo basso o gratuito.
  • Pensa alle tue abitudini di spesa. Se fai molti bonifici o prelievi, assicurati di scegliere un conto corrente che non applichi commissioni per queste operazioni.
  • Valuta i servizi aggiuntivi. Se hai bisogno di una carta di credito o di un prestito, assicurati di scegliere un conto corrente che offra questi servizi.
  • Fai domande. Se non sei sicuro di cosa stai leggendo, non esitare a chiedere al tuo consulente o alla banca.

Seguendo questi consigli, puoi trovare il conto corrente perfetto per le tue esigenze.

Tipi di Conto corrente offerti dalle banche italiane

Le banche italiane offrono una vasta gamma di conti correnti, per soddisfare le esigenze di tutti i clienti. I tipi di conti correnti più comuni sono:

  • Conto corrente tradizionale: è il tipo di conto corrente più comune. Offre un’ampia gamma di servizi, tra cui bonifici, prelievi, carte di credito e di debito. I costi di questo tipo di conto corrente possono variare a seconda della banca e del tipo di servizi offerti.
  • Conto corrente online: è un conto corrente che può essere aperto e gestito online. È un’opzione conveniente per chi non ha bisogno di recarsi allo sportello bancario. I conti correnti online spesso hanno costi inferiori rispetto ai conti correnti tradizionali.
  • Conto corrente a zero spese: è un conto corrente che non prevede costi di gestione, bonifici o prelievi. È un’opzione conveniente per chi ha un basso saldo o un volume di operazioni limitato.
  • Conto corrente di base: è un conto corrente che offre i servizi essenziali, come bonifici, prelievi e accredito dello stipendio o della pensione. È un’opzione gratuita per chi ha un ISEE inferiore a 11.600 euro o un reddito pensionistico lordo annuo non superiore a 18.000 euro.
  • Conto corrente per giovani: è un conto corrente dedicato ai giovani. Offre spesso sconti sui costi e servizi aggiuntivi, come assicurazioni o carte di credito gratuite.
  • Conto corrente per famiglie: è un conto corrente dedicato alle famiglie. Offre spesso sconti sui costi e servizi aggiuntivi, come conti correnti per i figli o carte di credito per la spesa quotidiana.
  • Conto corrente per imprese: è un conto corrente dedicato alle imprese. Offre servizi e funzionalità specifici per le aziende, come bonifici internazionali o servizi di tesoreria.

Quando si sceglie un conto corrente è importante considerare le proprie esigenze e preferenze. Ecco alcuni fattori da tenere in considerazione:

  • Costi: i costi sono un fattore importante da considerare quando si sceglie un conto corrente. I conti correnti possono avere costi variabili per il canone, le operazioni, i bonifici e altri servizi.
  • Servizi offerti: oltre ai costi, è importante considerare anche i servizi offerti da ciascun conto corrente. Alcuni conti correnti offrono servizi aggiuntivi, come carte di credito, carte di debito, prestiti e mutui.
  • Convenienza: quando si confrontano i conti correnti, è importante considerare la convenienza. Alcuni conti correnti sono più convenienti di altri, soprattutto per chi ha un basso saldo o un volume di operazioni limitato.
  • Flessibilità: non è necessario scegliere il primo conto corrente che incontri. Se non sei soddisfatto del tuo conto corrente attuale, puoi sempre cambiare.

Confrontando le offerte delle diverse banche è possibile trovare il conto corrente perfetto per le proprie esigenze.

Di seguito, alcune classiche che abbiamo pubblicato nelle settimane scorse riguardo i migliori conti correnti o le banche migliori dove aprire un conto.

Banca Migliore Dove Aprire un Conto Corrente Titoli

Di seguito la Classifica dei migliori CONTI CORRENTI TITOLI che servono anche ad investire, classifica fatta in base a questi parametri.
Pos.BancaOpinioni
Clienti
CET1 RATIOUsab.Voto
1Fineco10/1020% 109,5/10
2MPS

9/1016,9% 08/10
3Intesa San Paolo 7/1013,5% 77,5/10
4Unicredit8/1014,9% 77,5/10
5Webank ( Banco BPM) 8/1013,50% 7,57,5/10
6Conto You, Banco BPM8/1013,83% 7,57,5/10
7 Banca Sella 7,5/10 18,36% 8,5 7,5/10

Miglior Conto Corrente per Giovani

PosizioneNomeSpese Canone ContoSpese Canone CartaPossibilità di investimenti
1 Conto Fineco under 300€0 €
2Widiba start under 300€0€No
3Hello Bank Young0€0€No
4Hype0€0€No
5Credit Agricole0€0€
6N260€0 euroNo
7Credem0€ primo anno
azzerato under 35
8 euro al mese
0€
8BPER Banca0€18€ annoNo ( devi aprire
un conto trading
apposito per
investire)

Miglior Conto Corrente Aziendale: confronto tra 2 BPER

Tra i migliori conti correnti aziendali possiamo annoverare i due offerti dalla Banca BPER ecco le differenze che ci sono
FeatureConto BPER Business - Linea BasicConto BPER Business - Linea Medium
Canone trimestrale25 euro50 euro
Accredito stipendio o pensioneGratuitoGratuito
Domiciliazione delle utenzeGratuitaGratuita
Prelievi gratuiti in Italia3 al mese4 al mese
Prelievi gratuiti all'estero1 al mese2 al mese
Commissioni per i bonifici nazionali1,50 euro1,20 euro
Commissioni per i bonifici internazionali5 euro4 euro
Accesso a prodotti e servizi dedicati

Dal 2014 scriviamo di finanza, economia, investimenti, prestiti, banche. Scriviamo recensioni e guide su: investimenti , trading online, operazioni di borsa, prestiti, facciamo recensioni di prodotti finanziari cercando di spiegare al lettore in modo semplice ed intuitivo il mondo e le notizie della finanza italiana ed internazionale. "La finanza al servizio del consumatore" è il Nostro motto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.