Migliori Titoli Azionari Italiani della settimana: previsioni Luglio Agosto 2020

Il periodo di turbolenza sul mercato azionario causato dall’emergenza Coronavirus è ormai alle spalle e Piazza Affari si appresta già da alcune settimane a tornare alla normalità, presentando segnali di forte ripresa anche nei settori che dall’epidemia sono stati maggiormente colpiti. Ciò è avvenuto grazie alla progressiva riapertura dal lockdown italiano, così come ai recenti d.p.c.m..

Tra i migliori titoli azionari italiani della settimana vi sono anche realtà che hanno risentito pesantemente della pandemia, come ad esempio quelle legate all’automotive e al turismo, per cui si potrebbero prevedere nuovi sviluppi a lungo termine. Senza lasciare nulla al caso e con massima consapevolezza, su quali azioni vale la pena investire?

A poco più di 2 mesi dalla fine della quarantena, i titoli di Piazza Affari stanno tornando alla normalità, seppur sempre soggetti alle oscillazioni dovute alla situazione economico-politica italiana. Dietro i timori di un nuovo lockdown c’è il desiderio di tornare alla normalità, sono quindi svariate le realtà che si muovono verso la strada giusta, dando risultati positivi alle loro azioni.

Tra i migliori titoli azionari italiani della settimana vi sono nomi particolarmente noti, che puntano a innovazione e soluzioni all’avanguardia per i loro settori. In ogni caso, al contrario di quelli sul risparmio gestito, gli investimenti nel mercato borsistico non sono aperti a tutti ma richiedono una certa conoscenza della materia e dei marchi scelti. Quali sono i titoli migliori?

Quali sono i migliori titoli azionari italiani della settimana? 5 nomi da segnalare

Al netto dei valori stagionali, secondo Istat a maggio 2020 l’industria italiana ha registrato un +41,9% sul fatturato medio. Trend positivo che hanno avuto anche gli ordinativi non-stagionali, che hanno avuto un aumento del 42,2%, a seguito del -31,6% registrato in piena quarantena. Andamenti favorevoli, che a luglio hanno portato all’incremento delle commesse dal mercato interno del 55,9% e da quello estero del 26,2%.

Nell’ultima settimana i titoli nazionali hanno avuto variazioni positive, dovute anche alle decisioni del Consiglio Europeo per scogliere i disaccordi su bilancio 2021-2027, Recovery Fund e Next Generation EU. I migliori titoli azionari italiani della settimana sono nomi importanti dello scenario nazionale, e i loro rialzi derivano dalle situazioni che si succedono nell’ultimo periodo.

Azioni Atlantia

Società italiana del settore delle infrastrutture autostradali, aeroportuali e di mobilità, Atlantia ha origine nel 1950 col nome Società Concessioni e Costruzioni Autostrade e dal 2003 controlla ASPI (Autostrade per l’Italia), che gestisce 14.000 chilometri di strade a pedaggio sul territorio nazionale e gli aeroporti di Fiumicino e Ciampino. E’ presente in 11 nazioni, tra cui Regno Unito, Francia, Spagna, Argentina e Brasile. Tra gli azionisti di maggioranza vi è la famiglia Benetton.

Dopo il crollo che ha colpito la maggior parte delle azioni italiane durante l’emergenza CoViD, che lo ha portato a perdere il 57,4% del suo valore, Atlantia ha avuto una lenta ripresa con cui ha guadagnato il 50,3%, attestandosi a 14,755 euro per azione: di tale guadagno è del 28,9% quello dell’ultima settimana. Principale motivazione dell’andamento positivo è la revoca delle concessioni di ASPI per le autostrade italiane da parte del Governo Conte, dopo il crollo del Ponte Morandi a Genova il 14 agosto 2018.

  • Performance dal 14/07/2020: +28,9%
  • Valore attuale: 14,755 euro
  • Valore minimo: 9,822 euro, registrato il 18/03/2020
  • Valore massimo: 23,030 euro, registrato il 04/02/2020

Azioni Monte dei Paschi di Siena

Celebre per essere la più antica banca del mondo, Monte dei Paschi di Siena  ( BMPS.MI )viene fondata nel 1472 (il suo slogan è Una storia italiana dal 1472) col nome Monte di Pietà ed è uno dei più influenti istituti bancari d’Italia, al quinto posto, con un fatturato di 3,2 miliardi di euro. Oltre alle tradizionali operazioni bancarie, MPS offre strumenti d’investimento e risparmio gestito mirati a ogni tipologia di clientela.

A seguito degli scandali che colpiscono la banca tra 2015 e 2016, da dicembre 2016 il titolo Monte dei Paschi su Piazza Affari ha perso oltre il 90% del suo valore, raggiungendo il suo minimo storico il 20 marzo 2020, a 0,998 euro per azione. Da quel momento una serie di oscillazioni che lo portano a guadagnare il 28,9% nell’ultima settimana, rialzo derivante principalmente dalle trattative del Consiglio Europeo sui futuri bilanci e sui nuovi sviluppi sul Recovery Fund.

  • Performance dal 14/07/2020: +28,9%
  • Valore attuale: 1,966 euro
  • Valore minimo: 0,998 euro, registrato il 20/03/2020
  • Valore massimo: 2,110 euro, registrato il 19/02/2020

Azioni Digital Bros

Azienda italiana fondata a Milano nel 1989, Digital Bros è una realtà di sviluppo e distribuzione di videogiochi per le principali piattaforme di settore internazionali. Tra i clienti più importanti vi sono Playstation Network, Microsoft Xbox Live e Nintendo eShop, con giochi premium e gratuiti, ma controlla anche l’italiana 505 Games Mobile e con la Digital Bros Academy organizza formazione su programmazione e sviluppo.

Durante il lockdown italiano, su Piazza Affari le azioni Digital Bros raggiungono il valore minimo degli ultimi 2 anni il 16 marzo 2020, perdendo il 39,8%, calo a cui è seguita però una forte ripresa, che le ha portate ad un +26,5% dal 14 luglio, attestandosi a 25,939 euro e risultando uno dei migliori titoli azionari italiani della settimana. Tra le motivazioni del grande rialzo è l’accelerazione dei settori tecnologici e informatici nel periodo marzo-maggio 2020.

  • Performance dal 14/07/2020: +26,5%
  • Valore attuale: 25,939 euro
  • Valore minimo: 8,500 euro, registrato il 16/03/2020
  • Valore massimo: 25,939 euro, registrato il 21/07/2020

Azioni UBI Banca

Gruppo bancario fondato nel 2007 a Bergamo, UBI Banca ( UBI.MIal terzo posto tra gli istituti di credito più sicuri d’Italia con un CET1 Ratio di 11,48%, fornendo soluzioni all’avanguardia per risparmiatori e investitori di qualsiasi categoria. Al 2019 ha un fatturato di oltre 3 miliardi di euro e la presidente del consiglio di gestione è Letizia Moratti.

Dopo aver registrato fino al -48,9% del suo prezzo in piena quarantena, il titolo UBI Banca è stato protagonista di una ripresa estremamente forte, che l’ha portato a guadagnare fino al 74,1% dal 16 marzo 2020, con proiezione di ulteriore crescita sul lungo periodo. Maggior motivo della crescita esponenziale è la trattativa per la fusione con Intesa Sanpaolo, prima banca d’Italia, autorizzata dall’Antitrust e con un’offerta pubblica azionaria iniziata il 6 luglio.

  • Performance dal 14/07/2020: +25,2%
  • Valore attuale: 3,841 euro
  • Valore minimo: 2,206 euro, registrato il 16/03/2020
  • Valore massimo: 4,323 euro, registrato il 19/02/2020

Azioni A.S. Roma

Squadra calcistica italiana fondata nel 1927, la Roma è una delle più influenti e antiche nel campionato italiano, con buoni risultati nel campionato 2019-2020 e 3 scudetti vinti in 1942, 1981 e 2001, oltre che 9 Coppe Italia, di cui l’ultima nel 2008. E’ una delle 3 squadre della Serie A ad essere presente su Piazza Affari assieme a Lazio e Juventus.

Durante l’epidemia di Coronavirus, A.S. Roma ha raggiunto il suo minimo storico il 18 marzo 2020, scendendo a 0,340 euro per azione, riprendendo terreno nei mesi successivi con un +57,1%, di cui un +12,9% guadagnato dal 14 luglio. Motivo principale della performance positiva è la ripresa del campionato italiano, in cui la squadra ha maggiori risultati positivi rispetto agli anni precedenti.

  • Performance dal 14/07/2020: +12,9%
  • Valore attuale: 0,534 euro
  • Valore minimo: 0,340 euro, registrato il 18/03/2020
  • Valore massimo: 0,680 euro, registrato il 30/12/2019

Come si comporta Piazza Affari a 2 mesi dalla quarantena?

Esaminando i migliori titoli azionari italiani della settimana, si può concludere dicendo che si respira un clima di cauto ottimismo su Piazza Affari, a conferma degli andamenti positivi iniziati dalla Fase 3. Nonostante i timori di un nuovo lockdown che potrebbe coinvolgere l’Italia nel prossimo autunno-inverno, la borsa reagisce in modo favorevole, premiando principalmente i titoli:

  • Bancari
  • Tecnologici
  • Sportivi

A conti fatti, a trainare i titoli sono la progressiva riapertura e il ritorno alla normalità, seguiti dalle numerose misure del Governo per incentivare l’economia nazionale come quelle incluse nel Decreto Rilancio. Proprio per tale ragione, per molte delle realtà quotate su Piazza Affari si auspicano crescite sul lungo periodo.

Industria italiana, la situazione dopo l’emergenza

Dopo mesi di lockdown, con i recenti d.p.c.m. 8 maggio e 17 maggio 2020 l’Italia torna progressivamente alla normalità con ulteriori allentamenti delle misure restrittive in vigore dall’8 marzo, specialmente con l’apertura agli spostamenti da ragione a regione dal 3 giugno.

Tuttavia, lo scenario industriale che si presenta è estremamente drammatico specialmente per il nord: secondo Confindustria Romagna, per le grandi imprese dell’Emilia Romagna si stima una perdita media di 186 milioni di euro, mentre Confcommercio stima perdite per oltre 2,6 miliardi di euro e 54.000 posti di lavoro nella sola provincia di Brescia, tra le zone più colpite dal virus nel periodo febbraio-aprile.

A livello nazionale invece, secondo Altroconsumo si è registrata una perdita di circa 33,4 miliardi di euro per le famiglie italiane, con il 46% di esse che accusa forti disagi legati alla cassa integrazione o alla chiusura di un’attività commerciale. Infine, dai dati Istat emerge che solo ad aprile sono stati persi 274.000 posti di lavoro.

Migliori Titoli Azionari Italiani della settimana

Quali sono i migliori titoli azionari italiani della settimana scorsa

Nonostante la situazione attuale, Piazza Affari si appresta a tornare a valori simili a quelli precedenti alle pesanti criticità CoViD-19, con molti titoli che tornano a crescere recuperando terreno dopo i crolli di marzo e aprile 2020. Tra questi anche realtà importanti appartenenti ai settori più colpiti dall’epidemia, che tornano a crescere con prospettive a lungo termine.

Gruppo Tesmec

Società italiana nata a Bergamo nel 1951, Tesmec è specializzata nella progettazione, produzione e commercializzazione di prodotti e tecnologie per infrastrutture. Con ricavi di 200,7 milioni di euro, il focus aziendale del Gruppo Tesmec è nelle soluzioni integrate per costruzione e manutenzione di reti elettriche aeree e interrate, linee in fibra ottica e reti ferroviarie comuni e alta velocità. Sue sono inoltre le macchine industriali Gallmac.

Dopo aver registrato un -51% dal 24 gennaio al 12 marzo 2020, il titolo Tesmec ha avuto principi di crescita che l’hanno portato ad un picco superiore il 14 aprile, seguito però da un ulteriore calo. Al 3 giugno le sue azioni hanno un prezzo di 0,309 euro, in rialzo del 45,8% rispetto ai valori della settimana precedente. La crescita è principalmente dovuta alle misure del Decreto Cura Italia e alla riapertura delle realtà industriali fondamentali durante la quarantena.

  • Performance dal 27/05/2020: +45,8%
  • Valore attuale: 0,309 euro
  • Valore minimo: 0,200 euro, registrato il 12/03/2020
  • Valore massimo: 0,408 euro, registrato il 24/01/2020

Monte Paschi Siena

Istituto di credito più antico al mondo tuttora aperto, Monte dei Paschi di Siena viene fondato nel lontano 1472 per aiutare la popolazione del capoluogo toscano e oggi è la quinta banca d’Italia. Alla sua lunga storia unisce tutta l’avanguardia che i tempi recenti richiedono, fornendo strumenti e servizi semplici da fruire e alla portata di tutti i risparmiatori e investitori.

Terminato un maggio particolarmente difficile, in cui il suo valore è tornato ai livelli di metà marzo 2020 (-52,7% dal 19 febbraio), al 3 giugno il titolo MPS torna a quota 1,383 euro segnando un rialzo del 36,4% rispetto alla settimana precedente. Collaborando apertamente nel Decreto Cura Italia, nel mese di marzo Monte Paschi ha stanziato 5 miliardi di euro per la liquidità delle imprese, i risultati positivi derivano però anche dalla sospensione di mutui e finanziamenti e dalla progressiva riapertura al pubblico.

  • Performance dal 27/05/2020: +36,4%
  • Valore attuale: 1,383 euro
  • Valore minimo: 0,998 euro, registrato il 20/03/2020
  • Valore massimo: 2,110 euro, registrato il 19/02/2020

Pininfarina

Società fondata nel 1930 a Torino, Pininfarina è attiva nel settore automotive con attività di progettazione, ingegneria, collaudo e creazione di prototipi. Con un fatturato di 90,4 milioni di euro, ha collaborazioni storiche con Ferrari, Alfa Romeo, Lancia, ma anche Ford e Jaguar.

Oltre all’automotive, i suoi progetti sono impiegati anche nel ferroviario con AnsaldoBreda, nel trasporto bus con Breda Menarinibus, nell’arredamento con Snaidero e nella sicurezza con 3M. Pininfarina ha numerose sedi in Italia, Germania, Svezia, Marocco e Cina.

Dopo il record negativo annuale del 17 marzo 2020, in cui le azioni hanno raggiunto il valore di 0,930 euro perdendo il 46,6% dal risultato del 16 gennaio, al 3 giugno Pininfarina ha un prezzo di 1,365 euro per azione, risultando uno dei migliori titoli azionari italiani della settimana registrando un rialzo del 30,2%. A trainare il titolo verso questo risultato positivo la volontà di rifinanziamento degli stabilimenti industriali, indicando una ripresa non solo per l’automotive.

  • Performance dal 27/05/2020: +30,2%
  • Valore attuale: 1,365 euro
  • Valore minimo: 0,930 euro, registrato il 17/03/2020
  • Valore massimo: 1,740 euro, registrato il 16/01/2020

CleanBnB

Piattaforma fondata nel 2015 come startup specializzata negli affitti a breve durata, CleanBnB si pone l’obiettivo di aiutare chiunque voglia mettere a disposizione la propria abitazione per le vacanze o una breve trasferta attraverso la gestione strutturale, burocratica ed economica dell’immobile in questione, offrendo inoltre copertura assicurativa contro danni e furti.

Appartenente al settore turistico, il 12 marzo il titolo CleanBnB ha perso il 61,3% del suo valore, arrivando ad un prezzo di 0,750 euro per azione. Tuttavia, nel periodo successivo è stato protagonista di una costante ripresa, che lo ha portato a segnare un +29% solo nell’ultima settimana, portandolo a 1,38 euro il 3 giugno. L’allentamento del lockdown è stato cruciale per la ripresa di CleanBnB come quella di altre attività del turismo, per cui si auspica una crescita sul lungo periodo.

  • Performance dal 27/05/2020: +29%
  • Valore attuale: 1,380 euro
  • Valore minimo: 0,750 euro, registrato il 12/03/2020
  • Valore massimo: 1,940 euro, registrato il 19/02/2020

OVS

Società italiana nata a Padova nel 1972, OVS è specializzata nell’abbigliamento uomo, donna e bambino. Il suo nome è l’acronimo di Organizzazione Vendite Speciali e le principali attività sono creazione e commercializzazione di capi d’abbigliamento adatti a tutti e caratterizzati da una permissiva fascia di prezzo. Con circa 7.000 dipendenti, presenta oltre 900 punti vendita sul territorio nazionale anche col marchio UPIM.

Come la maggior parte dei titoli su Piazza Affari, anche OVS ha risentito dei pesanti effetti del CoViD-19, arrivando a perdere il 16 marzo 2020 il 70,6% del valore raggiunto il 10 dicembre 2019. Dopo la stabilità di aprile e maggio, il titolo ha avuto una crescita del 45,6% specialmente negli ultimi 10 giorni di maggio e del 15,2% nell’ultima settimana, attestandosi a 1,001 euro. Principale motivazione della ripresa è l’allenamento delle misure di lockdown e la progressiva riapertura delle attività commerciali.

  • Performance dal 27/05/2020: +15,2%
  • Valore attuale: 1,001 euro
  • Valore minimo: 0,622 euro, registrato il 16/03/2020
  • Valore massimo: 2,114 euro, registrato il 10/12/2019

Come sta reagendo la borsa all’uscita dall’emergenza?

L’emergenza Coronavirus ha lasciato all’Italia uno scenario drammatico ed estremamente difficile, contando 274.000 posti di lavoro persi e 33,4 miliardi di euro in meno per le famiglie italiane. Tuttavia, in modo del tutto paradossale, Piazza Affari ha reagito in modo positivo agli allenamenti della quarantena e, osservando i migliori titoli azionari italiani della settimana, si può notare come anche quelli appartenenti a settori pesantemente colpiti stiano finalmente reagendo.

A conti fatti, gli andamenti favorevoli sono ormai conclamati dall’ultima settimana di maggio e ciò che si auspica maggiormente è una ripresa costante, volta al lungo termine, di tutti i titoli disponibili indipendentemente dalla loro suscettibilità alle oscillazioni. Quello attuale può essere un periodo vantaggioso per effettuare un investimento azionario, ma nonostante il cauto ottimismo la prudenza resta necessaria, comportando l’approfondita conoscenza dei titoli da comprare.

Altre azioni italiane e scambiate alla Borsa di Milano da tenere d’occhio 

 Aziende italiane da tenere in considerazione   

PST

LDO 

Salini Impregilo

Fiera Milano

JUVE 

Ferrari RACE

FCA

ENEL

ENI

ENAV

Ryanair

Pirelli

TELECOM Italia

INWIT

Brembo

Landi Lorenzo Spa 

Energia Motors

Energica Motor Company

Technogym

Mediaset  

EI Towers

Brunello Cucinelli

Luxottica

Digital Value DGV

BMPS

NEXI

BPER Banca

Mediobanca Group 

Intesa Sanpaolo

Generali

Comprare titoli azionari MPS oggi

BNL 

BPM Banca Popolare di Milano

Unicredit

Finecobank

UBI Banca

Banca Finnat 

BPN Paribas

L'Economia e la Finanza dalla parte del consumatore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *