Migliori ETF Obbligazionari del 2023 da comprare per investire

L’investimento in obbligazioni è utile quando si è in cerca di solidità e continuità, non più solo per creare una rendita ma anche per salvaguardare e stabilizzare i propri risparmi: questo perchè provengono da enti pubblici e privati particolarmente affidabili e in grado di emettere debito. Proprio per tale ragione si effettuano investimenti in ETF d’obbligazioni, che hanno visto una crescita esponenziale in questi ultimi anni.

Gli ETF obbligazionari non si concentrano su singoli titoli bensì su interi settori commerciali, permettendo un’elevata diversificazione e contenendo di conseguenza i rischi del Nostro portafoglio titoli in modo da avere al suo interno un investimento sicuro. Per capire quali siano i migliori ETF obbligazionari del 2020 è necessario valutare attentamente su quali settori si concentrano maggiormente, così da determinarne anche stabilità ed esposizione al rischio.

Cos’è un ETF obbligazionario?

Una volta capito cos’è un ETF, possiamo approfondire l’argomento dicendo che dal 2008, complice anche la crisi economica mondiale e il bisogno di stabilità degli investitori, il mercato degli ETF si è aperto ancor più verso le obbligazioni. Sono fondi d’investimento a gestione passiva, che replicano l’andamento di una serie di titoli obbligazionari chiamata benchmark. Qui un approfondimento su cosa sono gli ETF Obbligazionari.

Tali obbligazioni sono emesse da enti statali o società private internazionali che godano di una certa stabilità economica: proprio per tale motivazione si possono ritenere investimenti a rischio ridotto, poiché solo criticità come default o fallimento possono pregiudicarli, mentre è ridotto anche il margine d’errore nella replica degli andamenti; altra caratteristica volta a salvaguardare il capitale investito è un’elevata possibilità di diversificazione.

I migliori ETF obbligazionari sono ampiamente diversificati con commissioni basse.

È stata una corsa interessante per gli investitori obbligazionari, e non in senso positivo. Ma le cose sembrano girare.

Tradizionalmente considerati rifugi sicuri, i fondi obbligazionari hanno vissuto uno dei loro anni peggiori da decenni , grazie alla campagna in corso della Federal Reserve per frenare l’inflazione aumentando i tassi di interesse.

Il benchmark dell’US Aggregate Bond Index di Bloomberg, ad esempio, è sceso dell’8,35% nel 2022. Le obbligazioni non hanno avuto un anno così negativo almeno dalla fine degli anni ’20 .

  • Migliori in in assoluto
  • Migliore Internazionale
  • Il meglio per le tasse
  • Il meglio per la sicurezza
  • Il meglio per l’alto rendimento
  • Termini obbligazionari da conoscere
  • Come abbiamo scelto

Il rovescio della medaglia è che se sei un acquirente, poiché è già stato fatto così tanto danno, gli ETF obbligazionari stanno iniziando a sembrare più allettanti. Questo perché quando i prezzi delle obbligazioni scendono, i rendimenti obbligazionari, essenzialmente la dimensione del pagamento che puoi guadagnare per ogni dollaro investito, aumentano e le nuove emissioni offrono rendimenti più succosi. Dall’inizio dell’anno, ad esempio, lo stesso indice è già salito di un nitido 3,25%.

Quindi, sì, è stato brutto. Ma gli investitori intelligenti possono guardare avanti e trarre vantaggio dal nuovo panorama obbligazionario. “Con rendimenti molto più alti rispetto a un anno fa, ciò rappresenta molte opportunità”, afferma Mike Mulach, analista di ricerca senior manager per il negozio di ricerca Morningstar con sede a Chicago.

Ma quali fondi obbligazionari dovreste prendere in considerazione per fungere da contrappeso alle azioni nel vostro portafoglio, per generare reddito e guadagnare valore quando le tendenze dei tassi di interesse alla fine cambieranno?

Migliori ETF Obbligazionari

Elenco dei migliori ETF obbligazionari da comprare per investire 

Migliore ETF obbligazionario per rendimenti nel lungo periodo

Fidelity Total Bond (FBND)

  • Commissione annuale: 0,36%
  • Dimensione del fondo:  3 miliardi di dollari
  • Rendimento SEC: 4,79%

In un clima così difficile per le obbligazioni, può essere utile disporre di un portafoglio gestito attivamente. Con un mercato obbligazionario così massiccio, inefficiente e in rapida evoluzione, un gestore esperto può potenzialmente eludere alcuni rischi e sovraperformare i benchmark.

Pertanto, apprezziamo Fidelity Total Bond, che garantisce a Refinitiv Lipper il punteggio più alto per rendimenti costanti e totali su periodi di tre e cinque anni. Anche gli analisti di Morningstar sono fan, assegnando al fondo un punteggio elevato sia in base ai criteri di “processo” che di “persone”.

“Ci piace molto questo fondo”, afferma Mulach, notando il rating “oro” del team di gestione del portafoglio. “Hanno l’esperienza, le risorse e il team ha svolto un ottimo lavoro con il suo mandato flessibile”.

Come suggerisce il nome, il fondo comprende una fascia molto ampia di titoli a reddito fisso: governativi (40%) mescolati con società (38%) e garantiti da attività (13%). Anche la qualità del credito è decisamente mista, con oltre il 33% valutato B, BB o BBB, quindi questo è uno spazio in cui gli investitori dovrebbero procedere con cautela.

Va notato che il suo rapporto di spesa dello 0,36% è superiore a quello che normalmente vedrai per le controparti gestite passivamente nello spazio. Ma la struttura dell’ETF comporta costi significativamente inferiori rispetto ai tradizionali fondi comuni di investimento e, in questo contesto obbligazionario più che in qualsiasi altro, la flessibilità gestionale potrebbe valere il costo.

Migliore ETF obbligazionario a livello Internazionale

Vanguard Total International Bond (BNDX)

  • Commissione annuale: 0,07%
  • Dimensione del fondo: $ 47 miliardi
  • Rendimento SEC: 2,95%

Investire in strumenti di debito di numerosi paesi (e società) stranieri è un affare complicato, soprattutto con le fluttuazioni valutarie che potrebbero presentare un ulteriore livello di rischio. Ma questa offerta Vanguard si prende cura di queste sfide con lo shopping one-stop.

Ci piace che ottenga i voti più alti da Refinitiv Lipper per rendimenti, rendimenti totali e spese costanti su cinque anni. Il portafoglio globale comprende il 54% del reddito fisso dall’Europa, il 25% dall’Asia-Pacifico e il 9,6% dal Nord America.

“È davvero ben diversificato nei mercati internazionali”, afferma Todd Rosenbluth, responsabile della ricerca per la società di dati e analisi VettaFi. “La cosa interessante è che si tratta principalmente di obbligazioni sovrane, ma non del tutto, con una certa esposizione alle società e anche garantite da attività.

“È anche coperto, quindi ti protegge dal dollaro USA forte. Ciò consente agli investitori di beneficiare delle obbligazioni locali senza preoccuparsi delle fluttuazioni valutarie”.

Ovviamente il fondo ha il prezzo basso per cui Vanguard è noto. Vanguard Total International Bond ti offre l’esposizione al reddito fisso estero a un mero 0,07%, rispetto al rapporto di spesa medio di fondi simili, che è più di 10 volte superiore allo 0,88%. Questo di per sé è una grande vittoria per gli investitori.

Il migliore ETF obbligazionario per le tasse

Vanguard Tax-Exemped Bond Index (VTEB)

  • Commissione annuale: 0,05%
  • Dimensione del fondo:  25 miliardi di dollari
  • Rendimento SEC: 3,07%

In epoche di rendimenti più ridotti, le tasse assumono un’importanza maggiore per la performance del portafoglio. Quindi questa opzione del gigante degli investimenti Vanguard è allettante grazie alla natura esentasse delle sue partecipazioni municipali, che si rivela particolarmente utile se detenuta all’interno di conti imponibili.

“È un portafoglio molto diversificato di obbligazioni municipali investment grade a un prezzo davvero conveniente”, afferma Mulach di Morningstar. “Sarà difficile battere nel lungo termine.”

Ciò spiega la sua valutazione dell’analista dell’oro da Morningstar. Apprezziamo che il suo profilo di rischio sia limitato, con quasi il 70% delle sue partecipazioni con rating A o superiore. Ha sicuramente affrontato i propri problemi – in calo dell’8% nel 2022 – ma non è stato colpito tanto quanto altri angoli del mercato obbligazionario.

In effetti, gli analisti Refinitiv Lipper assegnano al fondo le posizioni più alte in una serie di categorie diverse come rendimenti costanti, spese ed efficienza fiscale. Nel suo paniere c’è un enorme portafoglio di 6.931 obbligazioni, più che sufficienti per distribuire il tuo rischio e aiutarti a dormire la notte.

Il migliore ETF obbligazionario per la sicurezza

JPMorgan Ultra-Short Income (JPST)

 

  • Commissione annuale: 0,18%
  • Dimensione del fondo:  24 miliardi di dollari
  • Rendimento SEC: 4,51%

In qualsiasi mercato obbligazionario ribassista, sono i fondi a lungo termine che in genere se la prendono sul mento. Se i tassi di interesse sono in aumento, ciò rende relativamente meno attraenti le attuali disponibilità di fondi obbligazionari a più lunga durata.

I fondi a breve termine non sono bloccati allo stesso modo in obbligazioni meno remunerative, il che li rende un rifugio relativamente sicuro in tempi come questi. Vale a dire, Ultra-Short Income di JPMorgan, che si concentra su durate inferiori a un anno e gode di una valutazione Morningstar a cinque stelle.

Nonostante il cupo contesto obbligazionario al momento, ottiene il punteggio massimo di Refinitiv Lipper per rendimenti costanti, spese, rendimenti totali e conservazione del capitale.

Di particolare rilievo è che è gestito attivamente, a differenza della maggior parte degli ETF che seguono passivamente un indice, il che significa che i gestori possono spostare le partecipazioni a seconda dell’occasione. “Mi piace la gestione attiva in questa categoria, perché fornisce la generazione di reddito senza assumersi così tanto rischio”, afferma Rosenbluth di VettaFi.

“È anche relativamente economico per un ETF gestito attivamente, a soli 18 punti base” o centesimi di punto percentuale. Questa è circa la metà di quella di un altro forte concorrente nello spazio, Enhanced Short Maturity Active ETF (MINT) di Pimco.

Gli investitori sembrano aver risposto positivamente, in quanto è il più grande ETF attivo sul mercato di qualsiasi tipo, non solo obbligazioni, ma anche azioni.

Il migliore ETF obbligazionario per l’alto rendimento

iShares 0-5 Year High Yield Corporate Bond ETF (SHYG)

  • Commissione annuale: 0,3%
  • Dimensione dell’asset:  6,3 miliardi di dollari
  • Rendimento SEC: 7,74%

Investire in obbligazioni ad alto rendimento può essere un gioco pericoloso, dal momento che pagamenti elevati spesso si accompagnano a una qualità del credito inferiore. Proprio come con i mutui e le carte di credito, le società considerate mutuatari incerti pagano tassi di interesse più elevati. In quanto tale, vuoi un gestore di denaro con una comprovata esperienza nella navigazione in questo mercato complicato.

Questo ci porta all’ETF iShares 0-5 Year High Yield Corporate Bond, gestito dal gigante degli investimenti BlackRock. Il suo allettante rendimento SEC dell’8,84%, che attirerà sicuramente l’attenzione degli investitori orientati al reddito, deriva da obbligazioni societarie sottostanti emesse da nomi familiari come T-Mobile, Caesars Entertainment e American Airlines.

Come ci si potrebbe aspettare, la qualità del credito non è quella che vedresti da altri settori del mercato come i Treasury. La stragrande maggioranza delle sue partecipazioni ha un rating B, BB o BBB.

Ma non si possono mettere in dubbio i risultati: il fondo “spunta diverse caselle nel kit di strumenti incentrato sugli investitori di Lipper, ottenendo il punteggio più alto di Lipper Leader su tre anni per rendimento costante, rendimento totale e spese”, afferma Tom Roseen , responsabile servizi di ricerca per Refinitiv Lipper.

Nel frattempo, il suo modesto rapporto di spesa dello 0,3% si confronta favorevolmente con altri forti contendenti nel settore, come BulletShares 2025 High Yield Bond ETF (BSJP) di Invesco.

In termini di rendimenti, la sua perdita nel 2022 di circa il 5% è notevolmente inferiore a quella di molti altri angoli del mercato obbligazionario. Nel frattempo, il suo rendimento medio annuo quinquennale del 3,3% si adatterebbe perfettamente al portafoglio di chiunque.

Migliori ETF Obbligazionari
Migliori ETF Obbligazionari

Termini obbligazionari da conoscere

  • Obbligazione : uno strumento finanziario che funge da cambiale tra l’emittente e l’investitore, in genere a un tasso di interesse fisso. Le offerte del governo degli Stati Uniti sono chiamate Treasury, mentre le obbligazioni societarie sono emesse da singole società.
  • Valore nominale: il prezzo iniziale dell’obbligazione, diciamo 1.000 euro, chiamato anche valore nominale o capitale.
  • Tasso della cedola: il tasso di interesse di un’obbligazione che determinerà i pagamenti all’investitore, espresso in percentuale.
  • Data di scadenza: la data alla quale il capitale dell’obbligazione deve essere interamente rimborsato, pena il rischio di default.
  • Rendimento alla scadenza: indica agli investitori quale sarà il loro ritorno sull’investimento, se un’obbligazione viene detenuta fino al rimborso del capitale.
  • Rischio di credito: le possibilità che un emittente non sia in grado di rimborsare il capitale, a causa di problemi finanziari come il fallimento.
  • Investment grade: obbligazioni di qualità superiore che presentano un basso rischio di insolvenza. Le obbligazioni di qualità inferiore in genere offrono rendimenti più elevati ma comportano un rischio maggiore.

Come sono stati scelti

Refinitiv Lipper classifica 586 ETF a reddito fisso in un’ampia varietà di sottocategorie, regioni e durate. Abbiamo iniziato cercando fondi con un track record costante, una gestione di qualità, rendimenti superiori alla media e commissioni inferiori alla media.

Oltre a ciò, abbiamo cercato fondi con portafogli ampi che producessero per gli investitori nel tempo. Ci siamo anche consultati con esperti di fondi di Morningstar, Refinitiv Lipper e VettaFi per trovare opzioni di alto livello offerte da fornitori stabili e affidabili. Dati come rendimenti del fondo, rendimenti, rapporti di spesa e asset in gestione sono aggiornati al 1° febbraio 2023.

Si ringrazia: il wall street journal.

Risorse utili:

Riepilogando

Gli indici obbligazionari sono incentrati prevalentemente sulla stabilità di un determinato ente o società nazionale o internazionale, così come sui buoni del tesoro statali. La suddivisione avviene principalmente per:

  • Area geografica
  • Tempistiche di scadenza
  • Valuta
  • Costi
  • Distribuzione
  • Fattore di rischio

Caratteristica più importante di tali ETF è un rischio equiparato alla natura e al valore delle loro obbligazioni.

Correlati >>> ETF a reddito fisso

Risorse utili:

Dal 2014 scriviamo di finanza, economia, investimenti, prestiti, banche. Scriviamo recensioni e guide su: investimenti , trading online, operazioni di borsa, prestiti, facciamo recensioni di prodotti finanziari cercando di spiegare al lettore in modo semplice ed intuitivo il mondo e le notizie della finanza italiana ed internazionale. "La finanza al servizio del consumatore" è il Nostro motto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.