Dove Investire: Azioni che Aumenteranno il Proprio Valore nel 2022

Se sei come la maggior parte degli investitori, il Tuo più grande obiettivo monetario della tua vita è assicurarti una bella pensione. Ci sono ovviamente una varietà di modi per farlo accadere. Il trading speculativo, l’acquisto e la detenzione ( o buy and hold ) , il settore immobiliare e persino le materie prime sono tutte strade che si possono intraprendere per accumulare la propria fortuna personale.

Se solo acquistare e detenere azioni ad alto potenziale è il tuo stile preferito, ecco uno sguardo a quattro nomi che potrebbero trasformarsi in quattro-bagger con abbastanza tempo. Senza un ordine particolare…

Dove Investire: Azioni che Aumenteranno il Proprio Valore nel 2022
Immagine sopra: una proiezione dei mercati finanziari

4 Azioni che possono aumentare il loro valore nel 2022

1. Nvidia

Dovresti sapere che l’azienda è il produttore di schede grafiche rivolte a videogiocatori e professionisti della visualizzazione su computer come animatori o architetti. E, ad essere onesti, il mercato dei giochi è stato di Nvidia ‘s ( BIT: NVDA ) nell’ultimo trimestre business più grande, pari a  3.2 miliardi di dollari di linea superiore totale della società di 7.1 miliardi di dollari. Le vendite al mercato dei giochi sono cresciute di un solido 42% anno su anno.

Tuttavia, Nvidia ha davanti a sé un’opportunità di crescita molto più grande e meno volubile, sotto forma di data center. A quanto pare, le tecnologie sottostanti che alimentano le schede grafiche sono adatte a gestire le enormi quantità di dati digitali ora raccolte ed elaborate da tutti i tipi di organizzazioni. La società di ricerche di mercato Technavio stima che il mercato globale dei data center è destinato a crescere a una velocità annuale del 21% fino al 2025, raggiungendo quasi  520 miliardi di dollari all’anno alla fine di quel periodo di tempo.

Nvidia sta solo grattando la superficie di quel mercato nonostante l’incredibile crescita su questo fronte. Le entrate del data center dell’ultimo trimestre potrebbero essere aumentate del 55% su base annua, ma a meno di $ 3 miliardi, il limite è il cielo.

Altre idee per investimenti:

2. Booking Holdings

Booking Holdings ( BKNG.O ) è la più grande agenzia di viaggi online del mondo; lo conosci meglio dai suoi molteplici nomi commerciali che includono Priceline, Kayak, OpenTable e altri.

L’ultimo anno e mezzo è stato duro per il business e, per estensione, per gli investitori. Le sue entrate del 2020 erano meno della metà dei livelli pre-COVID del 2019 e, sebbene le cose vadano meglio quest’anno, non sono passi da gigante. Le entrate del terzo trimestre dell’anno sono ancora inferiori alla cifra del 2019 fino ad oggi di circa il 30%, poiché la persistente pandemia tiene sotto controllo i viaggi.

Niente dura per sempre, anche quando sembra che possa farlo. I casi gravi di coronavirus continuano (per lo più) a diminuire man mano che vengono somministrati più vaccini, tanto che la US Travel Association prevede che i viaggi di piacere nazionali supereranno i livelli del 2019 l’anno prossimo. I viaggi internazionali e d’affari impiegheranno un po’ più di tempo per essere completamente ripristinati; l’associazione non sta cercando che ciò accada fino al 2024. Questo è ancora in corso e la necessità di servizi di prenotazione convenienti non scomparirà mai.

Leggi anche:

3. Taiwan Semiconductor Manufacturing

Molti investitori potrebbero non rendersene conto, ma alcuni dei produttori di chip più conosciuti al mondo in realtà non producono chip. Li progettano e affidano il lavoro “fab” a fonderie come Taiwan Semiconductor Manufacturing ( TSM.N ) . In effetti, è il più grande produttore a contratto del mondo.

Il modello è stato messo in discussione a seguito della carenza globale di chip. Fare tutto questo lavoro di produzione internamente non avrebbe necessariamente evitato la crisi, ma sicuramente avrebbe potuto rimuovere almeno un potenziale ostacolo incontrato nell’ottenere nuovi chip dalla fase di progettazione nelle mani degli utenti, in massa. Questo è uno dei motivi per cui nomi di chip come Intel  e la cinese Semiconductor Manufacturing International Corp. stanno ora costruendo nuove fonderie come mezzo per gestire meglio i propri destini in futuro.

Il nocciolo della questione è, tuttavia, che spesso è ancora più veloce ed economico delegare questo lavoro di produzione di chip ad aziende specializzate nella produzione di silicio su larga scala.

E la produzione su larga scala sarà una necessità per l’industria. Mentre il mondo stava già producendo un numero enorme di microchip prima che la catena di approvvigionamento si interrompesse, Fortune Business Insights prevede che il mercato dei semiconduttori crescerà in media dell’8,6% all’anno fino al 2028.

4. Thermo Fisher ScientificInfine,

Aggiungi Thermo Fisher Scientific ( TMO.N ) al tuo elenco di titoli che potrebbero quintuplicare il loro valore se concesso un periodo di tempo adeguato.

Se non lo conosci, Thermo Fisher Scientific supporta una serie di attività di ricerca e sviluppo tecnologica a livello aziendale. È particolarmente focalizzato sullo sviluppo di farmaci e sulla diagnostica medica. Il suo Applied Biosystems SeqStudio, ad esempio, fornisce soluzioni di analisi genetica. Offre anche diversi strumenti di analisi cellulare tra cui l’imaging cellulare 3D.

La necessità di questo tipo di tecnologia è sempre stata costante. La pandemia di COVID-19, tuttavia, ha probabilmente creato un’iperconsapevolezza del fatto che le industrie biotecnologiche e farmaceutiche non sono del tutto pronte ad affrontare l’ignoto; cercare investimenti accelerati nel rilevamento e nella prevenzione di future pandemie. Un panel del G-20 chiede investimenti per almeno 75 miliardi di dollari nella prevenzione della pandemia, mentre la Banca mondiale suggerisce che sia necessaria una spesa di circa 20 miliardi di dollari all’anno per i prossimi 10 anni.

Questi numeri concordano con i dati della società di ricerca McKinsey, che stima che il mondo dovrà spendere tra i 20 e i 50 miliardi di dollari all’anno per frenare l’impatto dei contagi globali, dopo un investimento iniziale compreso tra 85 e 130 miliardi di dollari. Naturalmente, anche i governi locali e le imprese private vorranno adottare le proprie misure preventive. In prospettiva, Thermo Fisher realizza attualmente circa 40 miliardi di dollari di vendite all’anno.

Questa spesa suggerita probabilmente non si tradurrà mai in una crescita rovente per l’azienda. Ma sosterrà una crescita superiore alla media per molto, molto tempo. Questo è in aggiunta al business che Thermo Fisher Scientific sta già vincendo comunque.

Leggi anche:

L'Economia e la Finanza dalla parte del consumatore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *