Come Investire 100 Euro: Far Fruttare 100 Euro al Mese è Possibile!

Come investire 100 euro? Pur rappresentando una cifra minima, è possibile, con un pizzico di fortuna ed abilità, riuscire a far fruttare 100,00 euro.

Cento euro sono effettivamente poche, ma non bisogna sottovalutare le piccole somme in ambito di investimenti.
Se si riesce a risparmiare e far fruttare 100 euro ogni mese – ad esempio – alla fine dell’anno saranno 1.200 euro.
Se invece si riesce a risparmiare ed investire cento euro ogni settimana, alla fine di un anno si avranno 5.400 euro, che sono 54 mila euro in 10 anni.
Soldi che una volta investiti in modo sicuro potranno essere anche di più e potranno formare addirittura una buona base per pensare di comprarsi un appartamento.

Proviamo a considerare alcune opportunità, ed idee su come investire 100 euro

Utilizzo nel settore immobiliare

Non si tratta di una stranezza, e nemmeno di acquistare immobili, ma con Eur 100,00 è possibile ottenere qualche frutto, puntando sul settore immobiliare, e nello specifico in Housers.
Housers è una piattaforma, peer to peer lending, già operativa in alcuni paesi europei come Spagna e Portogallo, ma anche in Italia.
La minima cifra investibile è pari ad Eur 50,00.
Ma cosa succede al nostro denaro?
Ipotizzando Eur 100,00 collocati in Housers, la somma viene impiegata per un periodo medio – lungo (5/10 anni), ed ogni mese è possibile ottenere una quota, proporzionale, dagli affitti che vengono ricavati dalla gestione.
Accanto a questa possibilità, molto elementare, nel settore immobiliare è possibile far fruttare il nostro denaro con i prestiti partecipativi: quando l’ immobile verrà venduto, si otterrà la restituzione del capitale, e della plusvalenza di vendita.
Anche a fronte di una cifra molto contenuta, è possibile concedere un prestito a tasso fisso a società di sviluppo immobiliare.

Come Investire 100 Euro

Come investire 100 euro iniziando una piccola attività

Anche in questo caso può sembrare strano che con 100 euro si possa avviare una piccola attività in proprio, ma tuttavia possibile.
Vi sono casi, a livello globale, di persone che hanno comprato beni, a prezzo molto basso (grande distribuzione), riuscendo a rivenderli, successivamente, a prezzi ben maggiori.
Il micro business, o piccola attività imprenditoriale, parte proprio da tale semplice concetto: individuare la convenienza estrema di alcuni prodotti, e riuscire a venderli a prezzi, ordinari, o maggiori, sul mercato.

Se non si riesce ad individuare direttamente presso la grande distribuzione, i beni che ci proponiamo di negoziare, specialmente a prezzi molto bassi, internet offre molte opportunità.
Vi sono molte aste online, gestite anche in maniera ottimale, che permettono di fare affari ottimi.
Una di queste è Bidoo: piattaforma dove poter partecipare ad aste, al fine di comprare una vasta gamma di prodotti a prezzi stracciati.
La rivendita, poi, può avvenire in siti specializzati, tra cui il famoso Amazon (AMZN).
La partecipazione alle aste online, di solito, parte da cifre molto basse (centesimi di Eur), con rilanci contenuti, ed una vasta gamma di articoli e prodotti da poter acquisire.
Una volta avuta l’ ispirazione su cosa puntare, tocca alla nostra abilità di negoziatori riuscire a collocare ad una prezzo, almeno ordinario, il bene acquisito.

Iniziare a fare lavoretti con un investimento minimo.

Non esiste solo il lavoro online, volendo si può iniziare anche a fare dei lavoretti nella realtà. I più semplici  – che prevedono investimenti bassissimi – sono quelli che può fare anche uno studente.

Offrire servizi di giardinaggio per esempio ha un costo iniziale irrisorio, con 100 euro potete iniziare a comprare i primi attrezzi indispensabili: guanti, carriola, pala, falce grande e una a mano, dopo i primi giorno di lavoro già avrete i soldi per acquistare un primo tosaerba – anche di seconda mano – e da lì potrete veramente aprire una Vostra Partita IVA e fare impresa. A volte basta veramente poco.

COME INVESTIRE SOLDI  >>> Cento mila euro – Duecento euro –   Mille euro – Diecimila euro – Cinquanta mila  euro – Da mille a diecimila  euro – Cinquanta euro

 

Negoziare nel Forex

Quando parliamo di Forex, e negoziazioni nel panorama delle valute internazionali, ci riferiamo ad un ambiente complesso, da manovrare con cura, ma che offre interessanti opportunità di ritorno economico nonchè la possibilità di far fruttare 100 euro,
parlando di Forex, possiamo allargare il concetto al trading di assets come petrolio, oro etc., e diverse sono le opportunità che internet può offrire.
Come, noto, i frutti del Forex derivano dalle differenze positive di negoziazione, così come per ogni forma di trading.
Prima di addentrarsi nel mondo del Forex, anche a fronte di una cifra contenuta come Eur 100,00 è bene prendere qualche informazione, ed acquisire delle competenze tecniche.

Interessante nel mondo sconfinato di internet, i siti di trading online che permettono di “copiare” le operazioni di traders più esperti, e questo è un valido consiglio se non si è esperti del trading (eToro, ed Alvexo, ad esempio, sono società di trading, Forex, che permettono di utilizzare i segnali di trading, e fare le stesse mosse dei traders esperti).

Social Trading

Poco sopra abbiamo accennato alla possibilità di “copiare” le mosse dei traders più esperti: questo tipo di attività, offerte da alcune società di trading, viene definita come Social Trading.

Avendo a disposizione solo Eur 100,00 ed il desiderio di farli fruttare, il Social Trading può offrire una valida chance di guadagno.
Il Social Trading spazia in tutti i settori del trading on line: dalle azioni, ai derivati etc. Occorre, almeno, acquisire qualche informazione generale, o approfondimento, sull’ utilizzo della piattaforma prescelta, e di che opportunità possa offrire.

Esistono società di trading on line che permettono di utilizzare il Social Trading curando le strategie dei traders esperti, e considerando quanto profitto siano riusciti a generare nel corso di un anno.
Parliamo di una buona opportunità, da gestire consapevolmente.

Utilizzo di Moneyfarm

Far fruttare 100 euro è possibile. Quando parliamo di Moneyfarm, parliamo di una piattaforma di successo, di investimenti, completamente italiana.
Moneyfarm è un servizio di investimento che si presta bene, anche per far fruttare i nostri Eur 100,00.
Si tratta di una piattaforma digitale, che offre servizi diversificati: investimenti, gestioni portafogli, e ovviamente anche investimenti in cifre molto limitate.

Il successo di questa piattaforma deriva dall’ assistenza agli inesperti: in seguito alla compilazione di un questionario di introduzione, l’ allocazione dei nostri Eur 100,00 avviene automaticamente. In concreto, i fondi vengono allocati in base al profilo di rischio e preparazione.
È sempre possibile per l’ investitore decidere, ed operare, in maniera autonoma, scegliendo come impiegare e far fruttare i 100,00 Eur a disposizione.

Formazione personale e professionale

Una delle possibilità più interessanti per far fruttare i nostri 100,00 Eur, è concentrarci su noi stessi. Curare la propria formazione personale, e professionale, possono rappresentare delle buone chances per acquisire nuove competenze da poter spendere utilmente nel mondo del lavoro, riguardo la nostra professionalità.
Non si tratta di una considerazione banale: curare la propria formazione, acquisendo delle competenze non possedute, può essere utile sia in campo professionale, sia personale.
Se guardiamo internet, le opportunità di poter frequentare corsi, online, e non, con acquisizione di certificazione, sono molteplici, spendendo anche meno di Eur 100,00.

Come investire 100 euro , conclusioni

Pur parlando di una cifra limitata come 100 euro, abbiamo visto come vi possono essere valide opportunità per far fruttare i nostri soldi.
È ovvio che non si possono considerare investimenti di una certa rilevanza, ma nemmeno è il caso di “gettare la spugna” e non provare.
Anche il corso, online o meno, con un costo anche limitato, è in grado di farci acquisire quelle conoscenze che possono fare la differenza nel mondo del lavoro!

L'Economia e la Finanza dalla parte del consumatore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *