Investimenti per bambini migliori nel 2018: su cosa investire?

Gli investimenti per bambini, rappresentano una sorta di protezione per il loro futuro: diverse sono le possibilità nell’investire soldi, e garantire loro una protezione per l’istruzione, la vita, eventi speciali etc.
Infondere ai minorenni il valore del risparmio, oggi come oggi è molto importante, specie considerando la riduzione progressiva del welfare sociale nel nostro paese in ogni accezione possibile. Garantire ai figli minorenni un patrimonio (piccolo o grande che sia) già cominciando dalla tenera età, è una scelta azzeccata e di responsabilità per i genitori, per questo gli investimenti per bambini , non sono solo utili sul piano economico, ma anche e sopratutto su quello propedeutico per la propensione al risparmio nella vita futura del giovane.

Investimenti per bambini, tutte le famiglie dovrebbero farli

Il problema che spesso si presenta per i genitori quando vogliono comprare degli strumenti finanziari per i figli, ed è reale, è come poter realizzare investimenti per i figli minorenni, considerando che molte delle risorse disponibili in famiglia vengono spese per il semplice “mantenimento” dei figli e la vita quotidiana. Senz’altro, rispetto alle pregresse generazioni, oggi soddisfare le esigenze dei propri figli (minorenni) è dispendioso: fabbisogno di tecnologia, sport, attività formative e ricreative etc. hanno un costo che incide sul budget famigliare.

 

Secondo stime di Federconsumatori nel 2016, il costo medio per mantenere un figlio sino alla maggiore età si aggira sui 110/270 mila Eur complessivi. È intuibile che nel nostro paese, fortemente sofferente per la crisi economica, i dati sui nuovi nati sia estremamente insoddisfacente. Le famiglie sono in difficoltà: fare un figlio ha un costo in un paese con molte pecche in teme di welfare sociale.

Cerchiamo di considerare alcuni strumenti utili per affrontare il tema degli investimenti per minorenni.

Poste Italiane possibile alleato per gli investimenti per bambini

Poste Italiane rappresenta una realtà solida per il risparmio degli italiani.

A fronte dei molteplici prodotti finanziari collocati, i Buoni Fruttiferi Postali (emessi da CDP – Cassa Depositi e Prestiti) offrono l’opportunità di cominciare a mettere da parte i propri risparmi, investendo per i nostri figli (minorenni). Tra l’altro esistono anche degli specifici Buon Postali per Bambini ecco come acquistarli.

Pensare al futuro dei propri figli, e garantire loro delle aspettative che magari il loro futuro non è in grado di soddisfare, è una scelta di responsabilità da parte dei genitori. Poste Italiane, tramite i Buoni Fruttiferi Postali, offre tale possibilità permettendo di accumulare periodicamente somme minime: bastano 50, Eur mensili, con possibilità di incrementare, se possibile, la somma da investire in qualsiasi momento. È vero che i tassi offerti, per gli investimenti dell’area Eur sono molto bassi, ma anche l’oceano è formato da piccole gocce, e la possibilità di accrescere col tempo il capitale investito per i propri figli è possibile.

Attualmente i Buoni Fruttiferi postali (ventennali) offrono i seguenti tassi: primo anno 0,05% crescente ogni anno per arrivare al ventesimo anno con un rendimento annuo del 2,50%. I Buoni Fruttiferi Postali (ordinari) sono rimborsabili in ogni momento in caso di necessità. Regime fiscale: 12,50% di tassazione sul rendimento.

Investimenti per bambini migliori nel 2018: su cosa investire?

Pensare alla pensione dei figli minorenni

Pensare alla pensione dei nostri figli minorenni può sembrare un’idea lontana per un possibile investimento.

È bene cominciare a pensarci sin da oggi: l’INPS non sarà in grado di mantenere gli attuali livelli pensionistici, come viene specificato QUI e la precarietà del lavoro, associata ai contributi previdenziali versati in maniera intermittente impongono un minimo di riflessione.

È possibile iniziare con un capitale minimo rivolgendoci, ad esempio, alla nostra banca per avere qualche informativa sulle possibilità esistenti. Il capitale minimo in partenza è in grado di generare un capitale per gli anni a venire. Nel corso degli anni dell’investimento realizzato, è possibile fruire della deduzione fiscale per gli importi versati ogni anno con il limite di Eur 5165, ogni anno. Di norma, trascorsi otto anni è possibile chiedere un rimborso parziale (anticipo) per diversi scopi, ad esempio gli studi universitari da finanziare etc. Il tema pensioni è cruciale per i nostri figli minorenni, pensare ad una pensione integrativa sin da ora è un buon investimento su cui riflettere.

Il PAC in Fondi quale investimento a tutela dei nostri figli

 Una differente possibilità per porre in essere un investimento a protezione dei nostri figli minorenni può essere rappresentata dal piano di accumulo in Fondi (PAC). Un PAC (Qui il PAC Unicredit) è uno strumento finanziario con un grado di rischio maggiore delle due precedenti possibilità, ma in grado di soddisfare aspettative di un maggior rendimento del capitale accantonato nel corso del tempo.

Il PAC funziona con versamenti periodici (di solito mensili) a partire anche da Eur 50, creando nel corso del tempo un capitale crescente anche a fronte dal rendimento offerto dal Fondo. Le linee di investimento dei Fondi sono diversificate, e a fronte di un possibile maggior rendimento, corrispondono maggiori rischi (esempio la scelta di un Fondo azionario può offrire maggiori rendimenti di un Fondo obbligazionario, ma diverso è il rischio). Ricordiamo che l’investimento in un PAC, così come avviene per l’investimento in Fondi tradizionali in unica soluzione, non è in grado di proteggere il capitale che è esposto sia ad aumenti, sia a possibili riduzioni. La scelta di partenza della tipologia del Fondo per un PAC è di estrema importanza per un investimento a favore dei nostri figli minorenni, ed in grado di costruire nel corso del tempo un “gruzzolo” che accresce il suo valore grazie alla gestione del Fondo (aumento del valore della quota del Fondo).

Conti deposito e Polizze vita: ottimi investimenti per bambini

 Consideriamo la possibilità di valutare un conto deposito (bancario) per un investimento a favore dei nostri figli minorenni.

Problema cruciale è oggi la scelta della Banca. Abbiamo vissuto le vicissitudini delle banche venete, e delle quattro banche (tra cui Banca Etruria) che hanno azzerato completamente i risparmi e gli investimenti di molti italiani.

Un conto deposito, è un conto vincolato, per un certo lasso temporale, che offre un rendimento maggiore della giacenza libera del denaro sul conto ordinario. Siamo coscienti dei bassi tassi in essere per l’area Euro, ma scegliendo opportunamente la banca, e la durata dell’investimento, si è in grado di realizzare un buon investimento a favore dei nostri figli minorenni. A titolo esemplificativo, i tassi offerti oscillano tra lo 0,50% ed un 2%, a secondo della durata del vincolo. La scelta di un conto deposito fruisce della protezione del capitale del Fondo Interbancario (il Fondo Interbancario come l’Atlante,  è un consorzio tra banche con la finalità di tutelare sino a 100000, Eur dei depositanti). Trattamento fiscale: 12,50% sul rendimento.

La protezione dei nostri figli minorenni può avvenire tramite la scelta di un investimento assicurativo. Quale investimento scegliere in tale comparto?

Sin dalla tenera età, il valore di un assicurazione a protezione dei nostri figli può essere immenso. Ad esempio, esistono polizze assicurative per garantire la protezione del bambino da malattie, per garantire gli studi universitari futuri, e proteggerli da eventi imprevisti della vita etc.

Polizze vita, salute, infortuni etc. sono tutti validi investimenti per la protezione e supporto dei nostri figli minorenni.

Molte le compagnie assicurative che offrono prodotti dedicati, disponibili ora presso Banche e Poste Italiane con prodotti specifici propri, propri costi e coperture da valutare.

Esempio pratico di investimenti per bambini:

  • A titolo esemplificativo, un esempio di copertura assicurativa ideale potrebbe essere la seguente.
  • Il genitore può stipulare una polizza vita a proprio nome scegliendo i propri figli come beneficiari.
  • Anche questa è una forma di investimento buona in quanto, in caso di eventi imprevisti da gestire come l’invalidità permanente di un genitore, si può supplire alla mancanza temporanea, o definitiva, della fonte di reddito principale della famiglia.
  • La copertura assicurativa garantisce ai propri figli di ottenere un capitale per sostenere il tenore di vita normale, per vivere, studiare, etc.
  • Di norma, il capitale assicurato delle polizze vita è impignorabile, e non sequestrabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *