Azioni Uber Conviene Comprare? Quotazioni Previsioni

Le azioni Uber, sono state quotate venerdì ed hanno subito perso un -7% il primo giorno sul prezzo stabilito di apertura di 45 $  . La IPO è stata lanciata in un giorno pessimo per la borsa di Wall street quando la guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina era arrivata di nuovo al clou.
L’azienda anche se promette molto, non sta facendo utili e anche per questa non è vista molto di buon occhio dai grandi investitori.
C’è da dire però che UBER è una grande realtà a livello mondiale.

Azioni UBER: quotazioni e rumors

La IPO UBER non poteva essere lanciata in un giorno peggiore; Venerdì 9 maggio, giorno della IPO di Uber infatti, Donald Trump ha dichiarato di voler mettere altri pesanti dazi su ulteriori 200 miliardi di merci cinesi importate negli Stati Uniti.

Quella della IPO di UBER, è stata una giornata nera per i mercati azionari, un venerdì da dimenticare, seguito da un lunedì ancora peggiore: lunedì infatti i cinesi hanno dichiarato che avrebbero messo – a loro volta – altri dazi sulla merce americana e che non avrebbero rispettato i patti finora presi con Washington.

La guerra commerciale USA – Cina insomma ha influito molto negativamente sulla collocazione di queste azioni, che il secondo giorno hanno perso addirittura più del 10% in una giornata di vero e proprio panic selling.

Martedì 14 invece, sia Trump che i cinesi hanno detto che comunque ci sarà un accordo prima del 1° Giugno ( giorno in cui dovrebbero scattare tutte questi dazi che sarebbero negativi sia per l’economia cinese che per l’economia americana) e il titolo allora ha guadagnato un + 7,7%.

Comprare azioni UBER è consigliato o no?

Dipende. Per ora si tratta di un titolo azionario altamente volatile, quindi sconsigliato a investitori poco esperti. Ma UBER è un marchio conosciuto in tutto il mondo e sarà sicuramente soggetto a grandi speculazioni. Che faccia o meno utili, è si importante, ma secondo Noi non tanto quanto l’importanza della speculazione che ci sarà su questo marchio ( come c’è stata per Tesla, per intendersi). Tra l’altro il business di UBER si sta ampliando e se anche finora non ci sono stati molti margini per gli utili, ce ne saranno i prossimi tempi. Quindi è sicuramente un titolo da tenere sotto occhio in un quadro speculativo e solo per trader esperti.

UBER é una società fondata nel 2009, ma che inizia a lavorare nel 2010 a San Francisco.
Uber è un nome che in questi ultimi mesi avrete sentito centinaia di volti e come la maggior parte di Voi sanno, nasce come una App per smartphone mobile, una applicazione che mette in contatto chi cerca un passaggio e chi lo può dare con una macchina.

Tramite la App, il cliente chiede il servizio e può tenere traccia del percorso e del tempo che viene impiegato nella ‘corsa’, uno dei servizi di share economy più riusciti del pianeta.

Nel 2015, Uber é un servizio attivo in 58 paesi del mondo ed oltre 300 grandi città.

IPO azioni UBER e possibilità di investire in questo titolo

Azioni Uber; quando verrà lanciata la IPO di UBER?

Quotazione Azioni UBER


A chi sono destinate le azioni Uber:

Nel caso di una IPO, Uber venderà azioni a tutti, ma da quello che si sa, se ne terrà una parte per investitori con cui ha già preso e sta prendendo contatti e solo un’altra parte.

Quando si potranno comprare le azioni di Uber?

 

Da Venerdi’ 9 Maggio 2019 è possibile comprare le azioni UBER sul mercato di Wall Street 

Di solito tutte le piattaforme di Broker online offrono questo tipo di possibilità di investimento.

Converrà comprare le azioni di Uber?

Uber è stata valutata 62,5 miliardi di dollari, valutazione che la fa diventare più grande di Twitter, la startup di maggior valore al mondo, per questo viene tenuta sotto controllo da tanti investitori.

Uber però ha un grave difetto; in pratica ci sono dei problemi legali in molti paesi del mondo e in altri potrebbero arrivare, paesi dove le regole sono più restrittive come in Italia, dove per guidare un Taxi ci vuole un permesso specifico, permesso che costa migliaia e migliaia di euro, permesso che i conducenti delle macchine Ubner non hanno, ecco che in alcuni paesi del mondo non é legale ( sotto la cartina) e quindi non può svilupparsi.

Il problema per gli azionisti non sarebbe nemmeno tanto non avere la possibilità di entrare nel mercato cinese o in quello australiano, il problema per l’azienda potrebbe sorgere nel caso in cui nelle città/nazioni dove il servizio Uber é già attivo, si torni indietro con degli specifici divieti come é già accaduto in diverse città del mondo, a quel punto il prezzo delle azioni Uber potrebbe a quel punto risentirne molto pesantemente.

Azioni che potrebbero potenzialmente rilevarsi un grande affare, come un grande flop ( quest’ultima ipotesi legata proprio ai problemi legali nel mondo di Uber), quantomeno bisogna considerare questo tipo di investimento a rischio che però potrebbe portare grossi guadagni.

Ragioniere, pubblicista e operatore turistico, ha frequentato la Facoltà di Economia e Commercio e il Dipartimento di Lettere, lingue, letterature , civiltà antiche e moderne, presso UniPG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *